MENU

Agco: cospicui investimenti per dare il via a Beauvais 3

By at luglio 10, 2017 | 17:00 | Print

Agco: cospicui investimenti per dare il via a Beauvais 3

Si susseguono senza sosta i programmi di cospicui investimenti dedicati alla produzione, alla ricerca e alla tecnologia che hanno scandito gli ultimi decenni del percorso ascendente di Massey Ferguson, conferendo all’affiliata del gruppo Agco un sempre più alto grado di capacità produttiva e di competitività e rafforzandone il ruolo di costruttore leader sul mercato mondiale delle macchine agricole.

 

L’AMBIZIOSO PROGETTO DI CRESCITA QUINQUENNALE MF GROWING TOGETHER 5

L’ennesimo step a sostegno delle ambizioni di ulteriore consolidamento della presenza internazionale del brand e della sua rete distributiva si chiama MF Growing Together 5: così è stato infatti denominato l’ultimo progetto quinquennale di crescita varato da Massey Ferguson, definito il più ambizioso e rivoluzionario programma di trasformazione nella storia dell’azienda e illustrato nelle sue linee strategiche a Parigi in occasione del Sima 2017.

Una rinnovata e vigorosa strategia espansionistica che trova uno degli imput più importanti nello sviluppo dell’eccellenza produttiva, inserito nell’ambito di un programma industriale che integra tutte le ultime tendenze ed evoluzioni in materia di automazione e scambio dati tra avanzate tecnologie di produzione.

 

ACQUISIZIONE DI 8 ETTARI DI TERRENO E 30MILA METRI QUADRI DI EDIFICI

E proprio su questo fronte è arrivata la prima iniziativa concreta del progetto di rafforzamento avviato in casa Massey Ferguson: un nuovo investimento in favore del Centro francese di progettazione e produzione trattoristica d’eccellenza di Beauvais, destinato a crescere e a migliorare ancora di più grazie all’acquisizione di 8 ettari aggiuntivi di terreno e di 30mila metri quadri di edifici attigui al sito produttivo.

«Il nuovo progetto d’investimento ci fornirà lo spazio necessario per potenziare la nostra capacità al fine di raggiungere le prossime fasi previste nel nostro cammino di crescita», ha commentato Thierry Lhotte (nelle due foto sopra), vicepresidente e amministratore delegato di Massey Ferguson Europa e Medio Oriente nel corso della presentazione del nuovo intervento al personale Agco e Massey Ferguson in Francia.

 

IN SETTE ANNI UNA COMPLETA TRASFORMAZIONE DEL SITO DI BEAUVAIS

«E questo nuovo passo – ha aggiunto – va a coronare i successi dei sette anni appena trascorsi, durante i quali abbiamo assistito ad una completa trasformazione e ad un incremento della competitività del nostro sito di eccellenza per merito dell’implementazione delle tecniche di produzione snella, della firma di accordi di flessibilità con le unioni dei lavoratori e dell’inaugurazione, nel 2013, del nuovo impianto di produzione di cabine per trattori di Beauvais 2».

 

METODOLOGIE PRODUTTIVE ALL’AVANGUARDIA

Lo stabilimento di Beauvais del resto, è stato sottolineato, si segnala fortemente proprio per gli altissimi livelli raggiunti sul piano delle tecniche di produzione snella – ponendosi ormai a tal riguardo come sicuro punto di riferimento per l’industria delle macchine agricole all’interno di Agco, e non solo – e, di conseguenza, il percorso di crescita pensato da Massey Ferguson per la sua eccellente struttura non può che privilegiare lo sviluppo di sempre più avanzate tecnologie a supporto del continuo miglioramento di questo tipo di metodologie produttive.

 

LA SFIDA DELLA MANCANZA DI SPAZIO

«In passato, con l’intento di migliorare la produttività della fabbrica e le condizioni di lavoro dei dipendenti a Beauvais, abbiamo sempre affrontato la sfida della mancanza di spazio disponibile per dare attuazione alle nostre idee innovative», ha osservato Boussad Bouaouli, vicepresidente di produzione Agco per il sito di Beauvais -.

«L’estensione delle gamme di trattori prodotte qui negli ultimi cinque anni ha comportato un significativo incremento nel numero di parti e componenti gestite, salite dalle 7.000 di dieci anni fa alle 20.000 di oggi – ha proseguito Bouaouli –. L’entrata in funzione di Beauvais 2 ha fornito una soluzione provvisoria a questa sfida, dal momento che l’impianto richiedeva un ulteriore adattamento in vista del costante processo di perfezionamento che rientra negli obiettivi del gruppo».

 

L’OTTIMIZZAZIONE DELLA LOGISTICA E DELLA FILIERA PRODUTTIVA DI BEAUVAIS 1

Così adesso la recente acquisizione di terreno e di strutture consentirà di dar corpo nei prossimi mesi ad un nuovo progetto, appellato Beauvais 3, mirato ad ottimizzare la logistica e la filiera produttiva del sito principale di Beauvais 1 (inaugurato nel 1960) e a reintegrare al contempo in azienda la produzione di varie parti e componenti attualmente fornite da partner esterni.

 

IMPORTANTI RICADUTE POSITIVE SUL PIANO OCCUPAZIONALE

Ma si tratta anche di un progetto con importanti ricadute positive sul versante occupazionale. «Verranno generati nuovi impieghi, tanto che stiamo cercando di reclutare almeno un centinaio di nuovi dipendenti nel giro del prossimo semestre – ha comunicato Lhotte -. Nell’area produttiva, inoltre, lo scopo è quello di convertire i lavoratori temporanei, che hanno già accumulato una solida esperienza con il brand Massey Ferguson, in lavoratori con contratto a tempo pieno. Per il personale di Beauvais, infine, questo nuovo progetto avrà soltanto effetti favorevoli, migliorando la qualità di vita sul luogo di lavoro».

 

© riproduzione riservata
 
 
Condividi

News , ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere