MENU

Cnh Industrial sigla due alleanze strategiche e pensa allo scorporo di Iveco

By at febbraio 8, 2018 | 18:31 | Print

Cnh Industrial sigla due alleanze strategiche e pensa allo scorporo di Iveco

Fornire agli agricoltori, e non solo a loro, servizi di connettività e condivisione dati sempre più avanzati per migliorare ulteriormente la produttività e l’efficienza in campo attraverso gli strumenti digitali.

Obbediscono a questa finalità le due partnership recentemente siglate da Cnh Industrial: con The Climate Corporation, un’affiliata di Monsanto Company, per la condivisione dei dati a due vie, e con Microsoft per i veicoli industriali connessi.

 

L’ALLEANZA CON THE CLIMATE CORPORATION PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONDIVISIONE DEI DATI A DUE VIE

Entrando nei dettagli, grazie all’alleanza con The Climate Corporation, Case IH e New Holland Agriculture, i marchi agricoli globali di Cnh Industrial, potranno offrire ai propri clienti una connettività con scambio a due vie dei dati tra le piattaforme per l’agricoltura di precisione AFS e PLM Connect e la piattaforma per l’agricoltura digitale leader di mercato Climate FieldView di The Climate Corporation.

Questa partnership, si legge nel comunicato stampa diffuso dal marchio della galassia Fiat, offre ai clienti di Case IH e New Holland una funzionalità unica, grazie alla profondità e all’ampiezza dei dati raccolti in tempo reale sul campo e dalla macchina, incluse le prescrizioni agronomiche, che possono essere sia ricevuti sia trasmessi a Climate FieldView utilizzando i sistemi di gestione dell’agricoltura di precisione dei brand di Cnh Industrial.

«La collaborazione con The Climate Corporation prevede una condivisione di dati a due vie su base volontaria attraverso la piattaforma Climate FieldView e offre uno dei più elevati livelli di integrazione e interazione oggi presenti sul mercato – ha dichiarato David Larson, Head of Precision Solutions and Telematics Systems and Services di CNH Industrial –. Questa è la testimonianza più recente di come Cnh Industrial stia investendo nell’agricoltura di precisione, un principio guida del nostro programma di innovazione in campo agricolo».

Ma i vantaggi derivanti dalla condivisione dei dati a due vie non si limitano ad una migliore comprensione dei terreni. Sono previsti infatti ulteriori sviluppi della partenership per fornire ai concessionari di Case IH e New Holland, che offriranno soluzioni Climate FieldView, degli strumenti aggiuntivi per sostenere in modo attivo i propri clienti e offrire loro un’assistenza ancora più tempestiva.

Gli utilizzatori delle soluzioni Climate FieldView fornite attraverso i concessionari Case IH e New Holland potranno attendersi ulteriori funzionalità dalla loro applicazione Climate FieldView Cab nel corso del 2018.

 

LA COLLABORAZIONE CON MICROSOFT PER RIDEFINIRE IL MONDO DEI VEICOLI INDUSTRIALI CONNESSI

A sua volta, la collaborazione avviata da Cnh Industrial con Microsoft punta a ridefinire il mondo dei veicoli industriali connessi.

In particolare, per quanto riguarda le macchine agricole di nuova generazione dei due brand globali di Cnh Industrial, Case IH e New Holland Agriculture, è previsto che queste ultime vengano sviluppate ed equipaggiate con innovative tecnologie di connettività per garantire agli utilizzatori una serie di servizi a valore aggiunto che sfruttano l’ampio insieme di dati agronomici ottenuti durante il funzionamento del mezzo.

Una nuova Service Delivery Platform di Cnh Industrial, supportata dalla piattaforma “cloud” Microsoft Azure, consentirà di accedere facilmente ai dati dei veicoli per garantire una maggiore efficienza, una manutenzione predittiva più semplice e più vantaggi per la produttività complessiva.

In estrema sintesi, attraverso la collaborazione con Microsoft, Cnh Industrial è in grado di offrire ai clienti un insieme di potenti strumenti per utilizzare i Big Data al fine di migliorare le loro attività.

 

L’IPOTESI DELLA SEPARAZIONE DELLE MACCHINE AGRICOLE DAI CAMION

Ma c’è anche un’altra notizia di questi giorni che riguarda Cnh Industrial ed è l’ipotesi di una separazione dei business delle macchine agricole di Case IH e New Holland da quello dei camion di Iveco.

L’amministratore delegato Richard Tobin, intervistato dall’agenzia Bloomberg, ha annunciato infatti che il gruppo controllato da Exor potrebbe prendere in considerazione lo spin-off di Iveco una volta che avrà concluso il rafforzamento del suo bilancio, a cui si dedicherà ancora quest’anno. Per Tobin si tratta di un’operazione che farebbe emergere tutto il valore della divisione trattori. «Non sto dicendo che lo faremo – ha affermato Tobin precisando «non bisogna essere dei geni per vedere che il business delle macchine agricole verrebbe valutato sulla base di multipli più alti».

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Condividi

News

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere