MENU

Dieci: anteprima mondiale ad Hannover della nuova cabina by Giugiaro

By at novembre 16, 2017 | 20:15 | Print

Dieci: anteprima mondiale ad Hannover della nuova cabina by Giugiaro

Macchine altamente innovative ed efficienti, pensate per garantire altissimi standard di sicurezza e di comfort operativo, ma che non perdono mai di vista una cifra stilistica ben definita, all’insegna del binomio design di vaglia e funzionalità.

Una filosofia costruttiva alla quale resta fedele Dieci, da trentacinque anni accreditato specialista nell’ambito della progettazione, costruzione e distribuzione di macchine edili e agricole e con un core business oggi rappresentato da una qualificata gamma di elevatori telescopici destinati per il 70 per cento ai mercati internazionali.

 

ALL’AGRITECHNICA IL CONCEPT DELLA NUOVA CABINA FIRMATA GIUGIARO DESIGN

Attenzione allo stile mai così in primo piano come durante l’edizione 2017 di Agritechnica, dove il costruttore emiliano ha tenuto a battesimo il prototipo della inedita cabina, disegnata in esclusiva e firmata dal marchio Giugiaro Design, che a partire dalla seconda metà del 2018 andrà ad equipaggiare i telescopici della nuova linea aziendale dedicata all’agricoltura e destinata ai mercati europei e del Nordamerica.

 

 

INTERNI REALIZZATI CON MATERIALI DI DERIVAZIONE AUTOMOTIVE

Linee curate e moderne, dunque, per la nuova cabina by Giugiaro, caratterizzata da eleganti interni realizzati interamente in materiali soft touch di derivazione automobilistica, morbidi al tatto e dalla marcata rigidezza strutturale, che consentono di contenere le vibrazioni e la rumorosità, migliorando al contempo l’isolamento termico.

 

NUOVO SISTEMA DI AMMORTIZZAZIONE E NUOVO IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO

Le varie componenti, inoltre, sono stampate ad iniezione, così da poter ridurre il numero delle parti, che risultano formate in modo molto preciso e di facile assemblaggio. I colori tenui, dal canto loro, contribuiscono a conferire maggiore luminosità agli interni, che sono in grado di offrire un livello di comfort ulteriormente potenziato da un nuovo sistema di ammortizzazione globale – capace di smorzare efficacemente le oscillazioni anche in presenza di terreni sconnessi – e da un nuovo impianto di condizionamento che garantisce una ottimale distribuzione dell’aria, grazie ad avanzati studi computerizzati di fluidodinamica condotti in simulazioni CFD.

 

ELEVATA ERGONOMIA E BRACCIOLO REGOLABILE PER IL NUOVO JOYSTICK CON SELETTORE DI DIREZIONE

Attentamente studiata anche l’ergonomia della cabina di ultima generazione prevista per la nuova gamma agricola di casa Dieci – che verrà commercializzata nelle versioni Standard e Lusso – incentrata su una razionale disposizione della strumentazione e sull’adozione di un bracciolo regolabile per il nuovo joystick in cui è stato inserito, per permettere un controllo direzionale più pratico e confortevole, anche l’inversore.

 

ELETTRONICA DI GESTIONE DEL VEICOLO COMPLETAMENTE INTEGRATA

Nuovo, poi, il display LCD da 7 pollici dove vengono visualizzati in tempo reale i parametri ottimali di lavoro e di sicurezza misurati attraverso la tecnologia Canbus. Esclusiva assoluta di Dieci, l’elettronica di gestione della macchina propone un terminale unico, con retroilluminazione a Led, integrante tutte le funzioni di controllo (modalità di guida, controllo giri motore, velocità di avanzamento e diagnostica).

 

NUOVO MINI AGRI 26.6, COMPATTO DI GRANDI PRESTAZIONI

Altra novità di punta lanciata al salone di Hannover dall’azienda di Reggio Emilia è rappresentata dal nuovo Mini Agri 26.6, “mini elevatore” telescopico a braccio fisso particolarmente indicato per i lavori in agricoltura: un modello concepito per il mercato europeo, compatto, eclettico ed estremamente maneggevole, idoneo a trovare impiego in numerosi contesti e capace di adattarsi a spazi angusti e difficili (tipo stalle e ovili).

 

MOTORE KUBOTA DA 75 CAVALLI STAGE IIIB/TIER 4 INTERIM

Connotato da una portata di 26 quintali, il Mini Agri 26.6 è azionato da un propulsore Kubota da 75 cavalli di potenza, emissionato Stage IIIB/Tier 4 interim e abbinato ad una trasmissione idrostatica, permettendo così di raggiungere i 30 chilometri orari di velocità.

 

NUOVO SISTEMA DI IDROGUIDA DINAMICO

In vista di un superiore comfort di guida ed una minore reattività del volante su terreni sconnessi, inoltre, la macchina è equipaggiata di un nuovo sistema di idroguida dinamico e di un impianto di ingrassaggio automatico centralizzato che provvede alla lubrificazione periodica.

Da segnalare anche la possibilità di montare, a richiesta, la ventola a moto reversibile: il flusso dell’aria viene invertito in automatico, a cadenze prestabilite, dalla centralina, espellendo in tal modo eventuali materiali che possono ostruire la griglia del radiatore.

 

SPAZIOSA CABINA OMOLOGATA ROPS/FOPS CON PORTIERE IN DSCS

Omologata Rops-Fops, la spaziosa e confortevole cabina annovera superfici vetrate maggiorate e portiere realizzate in Dscs (Double Skin Composite System) – innovativo materiale composito ultraleggero messo a punto dal Centro Ricerca e Sviluppo di Dieci – che incrementano l’isolamento termoacustico, il comfort e l’abitabilità.

 

SPIA DI ALLINEAMENTO RUOTE E FARI DI LAVORO A LED

Vanno menzionate infine, tra le dotazioni di punta della cabina del nuovo Mini Agri 26.6, la spia dello stato dell’allineamento ruote sul display, gli specchi retrovisori riscaldati e i nuovi fari di lavoro a Led, installati anche sul braccio.

 

© riproduzione riservata
Fonte immagini: Dieci.
 
 

 

Condividi

Macchine ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere