MENU

John Deere: ricavi e utili ancora in crescita nel terzo trimestre

By at settembre 2, 2017 | 17:17 | Print

John Deere: ricavi e utili ancora in crescita nel terzo trimestre

L’America Latina fa da traino a Deere & Co. che anche nel terzo trimestre 2017, chiuso il 30 luglio (l’anno fiscale del Cervo inizia a novembre), fa registrare ricavi e utili in crescita. Gli utili netti ammontano a 641,8 milioni di dollari, 1,97 dollari ad azione, contro 488,8 milioni di dollari (+31%) e 1,55 dollari ad azione (+27%) del corrispondente periodo dell’anno passato.

I ricavi complessivi sono saliti del 16 per cento, da 6,7 a 7,8 miliardi di dollari, su base trimestrale e dell’8 per cento, da 20,1 a 21,7 miliardi di dollari, relativamente ai primi nove mesi dell’anno.

«John Deere ha messo a segno un altro trimestre caratterizzato da brillanti performance continuando a beneficiare del miglioramento delle condizioni di mercato che si registra su scala globale – ha dichiarato Samuel R. Allen, presidente e Ceo del colosso americano –. Stiamo assistendo ad un incremento generalizzato della domanda dei nostri prodotti e, in particolare, le vendite dei macchinari agricoli sono in forte ripresa in Sudamerica ed anche la richiesta di macchine per le costruzioni sta crescendo in maniera decisa. I buoni risultati ottenuti dalla compagnia sono da ascrivere inoltre ad un portafoglio prodotti all’avanguardia e all’impatto di una struttura di costo flessibile e di una gestione patrimoniale snella».

 

BUONE PERFORMANCE PER LA DIVISIONE AGRICOLTURA E GIARDINAGGIO

Entrando nel dettaglio, vendite e ricavi della divisione Agricoltura e Giardinaggio sono aumentati nel trimestre del 13 per cento passando da 4,7 a 5,3 miliardi dollari, e del 5 per cento nei primi nove mesi dell’anno (da 14,0 a 14,7 miliardi di dollari) per effetto soprattutto dai maggiori volumi di spedizione e dei prezzi più remunerativi, fattori in parte controbilanciati dai più alti oneri per garanzia.

L’utile operativo si è attestato a quota 685 milioni di dollari per il trimestre e a 1,89 miliardi di dollari nel periodo novembre 2016-luglio 2017, contro 571 milioni di dollari e 1,33 miliardi di dollari degli stessi periodi dell’anno precedente.

Un aumento ancora più significativo ha contraddistinto le vendite della divisione Costruzioni e attività forestali (+29% nel trimestre e +10% nei nove mesi) da attribuire in primo luogo ai maggiori volumi di spedizioni.

 

DEERE & CO. – Conto economico (in milioni di dollari)
Terzo trimestre 2017 Terzo trimestre 2016 Variazione
Ricavi totali 7.808 6.724 +16%
Utile netto totale 642 489 +31%
Ricavi Agricoltura e Giardinaggio 5.338 4.704  -+13%
Utile operativo Agricoltura e Giardinaggio 685 571 +20%

 

GUIDANCE 2017 AL RIALZO

Il quartier generale di Deere & Co. a Moline, nell’Illinois (Usa).

 

Alla luce di questi risultati Deere & Co. ha ulteriormente rivisto al rialzo la guidance per l’esercizio 2017 prevedendo un incremento dei ricavi netti delle vendite dell’11 per cento – nel quarto trimestre è previsto un aumento del 24 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016 –, e l’utile netto a quota 2,075 miliardi di dollari. Nel quarto trimestre dell’anno le vendite complessive dovrebbero aumentare del 24 per cento rispetto al periodo di riferimento 2016.

 

SUD AMERICA IN NETTA RIPRESA

Divisione Agricoltura e Giardinaggio: previsioni trend vendite al dettaglio nei diversi mercati nell’anno fiscale 2017.

 

Per quanto riguarda in particolare le vendite della divisione Agricoltura e Giardinaggio, nell’anno fiscale 2017 sono previste in aumento di circa il 9 per cento, compreso un positivo effetto cambio pari a circa l’1 per cento.

Sempre per il 2017, negli Stati Uniti e in Canada le vendite dell’industria di macchine per l’agricoltura, a prescindere dalle dimensioni, dovrebbero subire un calo di circa il 5 per cento, quale conseguenza della debolezza del settore dell’allevamento e dell’impatto continuo dei bassi prezzi dei prodotti agricoli. Per il settore del Giardinaggio, sempre negli Usa e in Canada, è invece previsto un andamento stazionario.

Le stime indicano un trend negativo (fino a -5 per cento) anche per le vendite nell’Europa a 28 sempre a causa dei bassi prezzi delle commodity e del restringersi dei redditi agricoli.

Dovrebbero invece far registrare un aumento di circa il 20 per cento le vendite di trattori e mietitrebbie in Sud America per effetto del miglioramento delle condizioni economiche e politiche in Brasile e in Argentina.

Sul mercato asiatico, infine, le vendite sono previste stabili o in leggera diminuzione.

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Condividi

News ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere