MENU

ALLIANCE TIRE GROUP (2015)

Alliance Tire Group: da Israele all’India, per diventare primi nel mondo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Innovazione e tecnologia, alta efficienza sul fronte dei processi produttivi e delle strategie distributive. È su questi fattori che Alliance Tire Group fa affidamento per la conquista dei suoi ambiziosi futuri obiettivi: diventare una delle tre aziende leader al mondo nei settori degli pneumatici agricoli, forestali e per le applicazioni edili, raddoppiando il fatturato nell’arco del prossimo biennio.

ATG_mahansaria

Punta decisamente in alto, insomma, il gruppo Atg – specializzato nella progettazione, produzione e commercializzazione di gomme off-highway (destinate, oltre che ad agricoltura, forestazione e costruzioni, all’industria e al movimento terra) sotto i brand Alliance, Galaxy e Primex – che deve la sua attuale fisionomia all’acquisizione della compagnia israeliana Alliance Tire, nata sessantacinque anni fa, operata nel 2007 da parte del fondo Warburg Pincus in partnership con la famiglia indiana Mahansaria (nella foto sopra Yogesh Mahansaria, fondatore e CEO di Alliance Tire Group).

 

FORNITORE DI COSTRUTTORI LEADER

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Un gruppo, peraltro, già in grado di vantare cifre e identikit di tutto rispetto, a cominciare da una significativa presenza a livello planetario con clienti in centoventi Paesi dei sei continenti e dalla veste di fornitore di primo equipaggiamento per costruttori leader come, tra gli altri, Agco, John Deere, Case e New Holland, Claas, Amazone.

 

STABILIMENTI ALL’AVANGUARDIA

ATGmanufacturing

Il tutto abbinato alla possibilità di confidare su strutture produttive al top della modernità: una base tecnologica in quel di Hadera in Israele e due stabilimenti in India, di cui il secondo, realizzato sulla costa del Gujarat ad ovest del Paese ed inaugurato alla fine dell’anno scorso (investimento complessivo: 150 milioni di dollari), entrerà a pieno regime (54mila tonnellate all’anno di pneumatici off-highway) nei primi mesi del 2016. Impianti affiancati da centri di ricerca e sviluppo dislocati in India, Israele, Stati Uniti e Sudafrica.

 

LA RIPARTIZIONE DEL BUSINESS

ATG_snapshot

Voce chiave del business di Alliance Tire Group, l’agricoltura incide oggi per il 61% sul giro d’affari globale, mentre il settore costruzioni concorre per il 31% e la divisione Forestry per il 7%. Il restante 1%, infine, spetta all’OTR (Off-Highway Road).

Se il canale Oem (primo equipaggiamento) conta per il 18%, con una percentuale dell’82% è l’aftermarket a rappresentare la principale destinazione delle vendite di pneumatici Atg, assorbite in primo luogo (per il 49%) dal mercato europeo.

 

LA PRESENZA IN EUROPA

ATG_europa_21

In Europa il gruppo indiano è presente con 65 distributori in quaranta Paesi (dei quali quattro in Italia), oltre che con due magazzini (uno in Olanda e l’altro a Casaloldo, in provincia di Mantova), e vanta quote di mercato pari al 10%, in incremento, nel settore degli pneumatici per trattori, al 35% nel segmento dei radiali flotation e al 30% in quello dei row crop.

Ecco perché il Vecchio Continente riveste un ruolo cruciale per le ambizioni espansionistiche di Atg che, come detto, si è prefissa il traguardo di portare l’attuale fatturato ammontante a 575 milioni di dollari (erano 226 milioni nel 2008) alla fatidica soglia di un miliardo di dollari entro il 2017.

 

LE STRATEGIE DI CRESCITA

E per raggiungere lo scopo è stata delineata una strategia che non lascia nulla al caso, supportata da un investimento in corso di 200 milioni di dollari deputato nelle aspettative a far salire la capacità produttiva complessiva del gruppo fino a 175mila tonnellate annue entro la fine di quest’anno.

Molto si investe, inoltre, nello sviluppo di nuovi prodotti – con una media di oltre cento nuovi modelli e misure all’anno – con l’occhio espressamente rivolto a pneumatici high tech e ad applicazioni sempre più sofisticate.

Stanziamenti importanti, poi, vengono rivolti anche al consolidamento e all’estensione della presenza sui mercati attraverso il potenziamento della rete distributiva e di supporto tecnico, senza trascurare nuove partnership per il primo equipaggiamento a livello locale e globale instaurate con i maggiori costruttori.

 

AMBIZIOSE MIRE ESPANSIONISTICHE

ATG_eima2015

D’altronde, viene sottolineato dai vertici della compagnia, Alliance Tire Group ha davvero le carte in regola per aspirare alla leadership sul mercato degli pneumatici off-road, soprattutto grazie al suo portafoglio prodotti ampio – in totale oggi vengono annoverate oltre 2.600 referenze – e ricco di prodotti specialistici, in grado di rispondere a specifiche esigenze della clientela (il prodotto giusto per l’applicazione giusta, dicono in casa Atg).

 

PETER BAUR, NUOVO PRESIDENTE DI ATG EUROPE

ATG_baur

A proposito dei programmi di crescita in ambito europeo, sui quali ultimamente si sta premendo l’acceleratore, va ricordata anche la nomina di Peter Baur, nel febbraio scorso, a nuovo presidente di Atg Europe: un mandato che intende segnare l’inizio di un nuovo capitolo nella presenza del gruppo sul mercato del Vecchio Continente, contraddistinto, viene ribadito, dall’ulteriore sviluppo della rete di vendita e della base clienti, oltre che delle relazioni con i partner relativi al primo equipaggiamento.

L’avvio della nuova era di Atg in Europa è stato sancito a Parigi in occasione dell’ultima edizione del Sima, dove il produttore indiano ha esibito le sue più recenti soluzioni innovative messe a punto nel settore degli pneumatici dedicati all’agricoltura.

 

NUOVI RADIALI FLOTATION VF PER IL TRASPORTO PESANTE

ATG_380

In primo piano in tal senso, nell’ambito dei radiali flotation per applicazioni agricole in campo e in fase di trasporto, i modelli dotati della avanzata tecnologia VF (Very High Flexion) come l’Alliance 380, proposto nella nuova misura 650/55R26.5.

Grazie alla sua flessibilità laterale particolare, infatti, questo progredito pneumatico per rimorchi agricoli si rivela in grado di sopportare un carico superiore del 40% rispetto all’analogo modello flotation standard, mantenendo invariata la pressione di gonfiaggio, oppure di trasportare lo stesso carico del tradizionale 380 ma con una pressione inferiore del 30%.

Alliance_380

Risultato: una pressione al suolo decisamente ridotta, sinonimo di minore compattazione e salvaguardia del terreno produttivo di gran lunga maggiore. Vantaggi accentuati da una impronta a terra più larga del 25% in confronto alla versione radiale convenzionale, dovuta alla flessione molto elevata, che contribuisce anche ad incrementare la trazione e la produttività operativa generale con contemporanea limitazione dei consumi di carburante.

 

TECNOLOGIA IF E VF (VERY HIGH FLEXION) PER TRATTORI DI ALTA POTENZA

ALLIANCE_372

Altra efficace risposta fornita dal marchio Alliance alle esigenze di grandi capacità di carico a bassa pressione è rappresentata, sul versante dei radiali per trattori a trazione integrale e mietitrebbie, dal nuovo 372 Agriflex IF (Improved Flexion, Flessione Migliorata) e VF (nella foto sopra), presentato nella misura 710/70R42 dedicata ai trattori di alta potenza.

Il disegno delle scanalature a 45 gradi del battistrada R-1W fornisce una elevata aderenza nei campi ed una durata maggiore del battistrada stesso su superfici dure.

 

STRUTTURA IN ACCIAIO PER LE ALTE VELOCITÀ

ALLIANCE_390

Anche l’assortimento di radiali a bassa pressione High Flotation con struttura in acciaio per applicazioni ad alte velocità è stato arricchito mediante l’introduzione della misura 24R20.5, lanciata sul mercato per i due modelli 390 MPT e 392 MPT destinati a rimorchi agricoli.

Diviso in blocchi separati, il disegno direzionale del battistrada consente ottima aderenza sulle superfici morbide, ampia area di contatto con il suolo ed usura ridotta, garantendo buone prestazioni anche nei campi grazie alle marcate proprietà autopulenti.

 

363 AGRIFLEX IF,  RADIALE STRETTO PER LE IRRORATRICI

ALLIANCE_AGRIFLEX_363jpg

Tra le novità di Atg per le macchine agricole, poi, spicca la nuova serie di pneumatici 363 Agriflex IF sviluppata per impieghi su irroratrici, sia semoventi sia trainate, e su trattori per filari (row crop).

Produttività e riduzione dei costi operativi, assieme ad una maggiore protezione del terreno, sono ancora una volta i benefici di punta offerti da questo modello che permette una maggiore deformazione dello pneumatico e il trasporto del 20% di carico in più, a parità di pressione di gonfiaggio, rispetto ad un radiale standard (richiedendo altrimenti una pressione inferiore del 20% a parità di carico).

Anche in questo caso il design del battistrada a blocchi distinti, unitamente all’elevato rapporto vuoto/pieno, comporta una maggiore durata, un miglior comfort di guida ed una minore resistenza al rotolamento durante il trasporto su strada.

ALLIANCE_350

Il modello 363 Agriflex – disponibile, assieme ai modelli 350 Row Crop (nella foto sopra) e 354 Agriflex, in 55 diverse misure totali – vanta inoltre un indice di velocità “D” ed è collaudato per velocità fino a 65 chilometri orari, parametro ideale per le moderne irroratrici semoventi, di crescenti dimensioni e potenza, che debbono spesso coprire lunghe distanze tra i campi e le strutture di approvvigionamento.

 

MULTIUSE 550, PER UN GRIP OTTIMALE IN INVERNO

Alliance_Multiuse_550

Da segnalare anche lo pneumatico industriale della serie Multiuse 550, sviluppato e testato per essere altamente efficace in tutte le diverse situazioni d’impiego per trattori industriali, pale caricatrici e veicoli municipali, ovvero macchine utilizzate per la maggior parte su superfici dure come il cemento o l’asfalto, grazie al battistrada a blocchi e alla speciale mescola.

 

LA GAMMA PER IL GARDEN A MARCHIO GALAXY

ATG Garden-pro

Oltre alle new entry nell’ambito degli pneumatici per trattori, mietitrebbie, irroratrici e rimorchi agricoli, vanno segnalate anche quelle proposte da Alliance Tire Group all’interno della gamma specializzata nel garden a marchio Galaxy, oggi forte di più di 30 misure.

L’ultima novità è il modello Galaxy Garden-Pro (nelle due foto sopra), primo pneumatico radiale del marchio per questo tipo di applicazioni. Progettato per trattori utility impiegati in giardini, su manti erbosi e in vigneti, il nuovo versatile Garden-Pro, con spalle arrotondate, esclusivo battistrada più profondo del 50% con fitte scanalature e struttura radiale con cintura in tessuto, riesce ad offrire una lunga durata ed una ottimale combinazione di prestazioni e prezzo.

ATG_garden_pro

La possibilità di scelta, infine, è tra dieci misure per assi anteriori e posteriori, da una anteriore da 220/55R12 ad una posteriore da 420/70R24 (altre tre verranno aggiunte nel corso di quest’anno).

 

© riproduzione riservata

 

Condividi
Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere