MENU

NEW HOLLAND (2015)

New Holland Agriculture: dall’Expo all’Agritechnica un 2015 in prima linea

È davvero un periodo di grandi soddisfazioni per New Holland, sugli scudi grazie ad una invidiabile serie di importanti imprese coronate da indiscusse affermazioni.

 

GRANDE PROTAGONISTA ALL’AGRITECHNICA

NewHolland_agritechnica_37

Basti pensare, da ultimo, ad una sontuosa partecipazione alla appena trascorsa edizione di Agritechnica, permeata da una carica innovativa più forte che mai ben espressa nello scenografico e frequentatissimo stand del brand giallo-blu, gremito di new entry e aggiornamenti di spessore relativi ai trattori, alle mietitrebbie ed alle trinciacaricatrici aziendali.

 

A EXPO MILANO 2015: LA CARICA DEGLI 850MILA

New_Holland_expo_47

Uno stand, per giunta, reso quest’anno ancora più avanzato e attrattivo dalla decisione da parte di New Holland di impiegare le tecnologie di nuova generazione per offrire ai visitatori una coinvolgente esperienza virtuale dinamica delle sue più recenti macchine esposte al salone di Hannover.
Eccellenti risultati in termini di numeri e di prestigio sono del resto ormai una consuetudine per il marchio di Cnh Industrial, approdato alla rassegna tedesca reduce da una presenza ad Expo Milano 2015 che ha fatto registrare un bilancio estremamente positivo, superiore alle più rosee previsioni.

 

LEADER DELLA  COSTRUZIONE SOSTENIBILE

NEWHOLLAND_expo_21

Dopo sei mesi di impegnativa avventura – New Holland, va ricordato, era l’unico produttore di macchine agricole partecipante all’esposizione universale milanese con un proprio padiglione – il Sustainable Farm Pavilion ha chiuso i battenti potendo vantare al suo attivo la piena conquista degli obiettivi di comunicazione prefissati e, con oltre 850mila visitatori, un successo di pubblico assolutamente degno di nota.

NewHolland_expo_55
In più, il padiglione sostenibile allestito da New Holland per Expo si è meritato la nomina di Leader nella categoria Design & Construction nell’ambito dell’iniziativa “Towards a sustainable Expo”, promossa dal ministero dell’Ambiente e mirata a valorizzare l’adozione di soluzioni sostenibili da parte dei principali protagonisti della manifestazione milanese.

Un riconoscimento al quale si è aggiunto il titolo di miglior Padiglione Corporate assegnato in occasione dell’evento Class Expo Pavilion Heritage Awards, che ha voluto premiare i padiglioni capaci di lasciare la migliore eredità per le nuove generazioni sul tema di fondo “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

 

NUOVI MODELLI T7: POTENZA E VERSATILITÀ DI PARI PASSO

NewHolland_agritechnica_87

Tornando a quanto esibito da New Holland sotto i riflettori del quartiere fieristico di Hannover, naturalmente a catturare gli occhi e l’interesse sono stati soprattutto, nel ruolo di novità di punta, i nuovissimi trattori T7.290 e T7.315 (nella foto sopra) Heavy Duty, capaci di tarature massime nell’ordine, rispettivamente, dei 290 e dei 313 cavalli: due modelli che vanno ad ampliare la serie T7, raccordandola alla poderosa serie T8 in termini di offerta di una maggiore potenza, così come oggi richiesto da gran parte degli operatori agricoli europei, ma mantenendo tutte le prerogative di versatilità e di agilità di una macchina compatta.

 

L’AMBITO RICONOSCIMENTO DI “MACCHINA DELL’ANNO 2016”

Macchina_anno_2016

I riscontri positivi per la nuova gamma Heavy Duty di New Holland non si sono fatti attendere neanche da parte degli esperti di settore, tanto che, proprio in occasione di Agritechnica, il T7.315 è stato eletto Macchina dell’anno 2016 nella categoria L, in virtù delle sue innovative caratteristiche tecniche e degli elevati livelli di prestazioni, produttività e comfort coniugati alla semplicità di impiego e ai costi di gestione contenuti.

«Un riconoscimento che ci rende particolarmente orgogliosi – ha commentato Carlo Lambro, presidente di New Holland Agriculture – perché arriva proprio nel momento in cui stiamo celebrando i centoventi anni di storia dell’innovazione targata New Holland in campo agricolo e perché premia l’impegno di tutti quelli che hanno lavorato allo sviluppo di questo nuovo trattore, oltre che la loro capacità di interpretare e soddisfare pienamente le esigenze dei clienti offrendo loro soluzioni efficaci, redditizie e sostenibili».

 

MASSIMA INTERRATTIVITÀ CON LE NUOVE APP

NewHolland_agritechnica_93
Un ventaglio di prerogative e di vantaggi che ad Hannover è stato possibile scoprire in prima persona, salendo virtualmente a bordo dei nuovi trattori – ma anche delle nuove mietitrebbie CX – e toccandone con mano le prestazioni grazie alle nuove applicazioni lanciate da New Holland e a disposizione dei visitatori su due tablet installati nello stand giallo-blu.

La prima app dedicata ai nuovi modelli T7, articolata in più sezioni, ha consentito un tour intorno al trattore e all’interno della cabina, oltre a permettere un’esplorazione delle sue performances in fase di lavoro attraverso testi, immagini e video.

NewHolland_t7-App

La seconda app, invece, ha trasportato praticamente sul campo i visitatori che, dopo aver indossato gli speciali occhiali OnBoard 360, sono stati in grado di vivere una avvincente full immersion in queste macchine, con l’opportunità di simulare anche il loro funzionamento durante il lavoro nelle campagne.

E, dall’inizio dell’anno prossimo, per entrambe le applicazioni sarà disponibile il download su tablet o smartphone Apple o Android.

 

LA NUOVA GENERAZIONE DI MIETITREBBIE DELLA SERIE CX

NH_CX_8_85

Sostanziose novità anche nell’ambito delle macchine per la raccolta, a partire dall’ennesimo aggiornamento operato da New Holland sulla famiglia di mietitrebbie convenzionali CX, lanciata nel 2001, caratterizzata da una costante innovazione e gratificata dal grande successo ottenuto in tutto il mondo.

Pensata per tagliare nuovi traguardi di efficienza nelle operazioni di raccolta, l’ultima generazione di mietitrebbie superconvenzionali CX7 e CX8 a cinque e a sei scuotipaglia – capeggiata dall’ammiraglia CX8.90 forte dei suoi 490 cavalli di potenza – vede oggi l’ingresso del nuovo modello CX8.85 (nelle foto sopra e sotto) da 450 cavalli (sviluppato nel centro di Zedelgem in Belgio).

NewHolland_agritechnica_57

Un modello azionato da motore Fpt Industrial emissionato Tier 4 Final con tecnologia ECOBlue Hi-eSCR e dotato di sei scuotipaglia nonché di un serbatoio del cereale con incrementata capienza pari a 12.500 litri (uguale a quello montato sulla top di gamma) e con una velocità di scarico equivalente a 125 litri al secondo (il 14% in più rispetto a prima, precisa New Holland), il che significa completo svuotamento in meno di due minuti.

 

PLURIPREMIATE TECNOLOGIE PER UN’ELEVATA REDDITIVITÀ

NewHolland_nuoveCX

Contraddistinta dalla presenza di tutte le più accreditate soluzioni tecnologiche di casa New Holland – quali i pluripremiati sistemi Opti-Clean (grazie al quale è possibile migliorare le prestazioni di pulizia del prodotto), Opti-Fan (che neutralizza gli effetti dei terreni in salita e in discesa sul cassone crivellante) e Opti-Speed (l’esclusivo sistema di scuotipaglia che ne varia automaticamente la velocità in base alla pendenza del campo) – la rinnovata serie CX mutua dalle macchine di classe superiore la nuova cabina Harvest Suite Ultra, al top della comodità e dell’ergonomia.

 

COMFORT DI LIVELLO SUPERIORE

NewHolland_CX_cab

Una cabina da 3,7 metri cubi, con superficie vetrata maggiorata (6,3 metri quadri) e più bassi livelli fonometrici (73 decibel), corredata, tra l’altro, di leva multifunzionale di comando a impulsi CommandGrip, di monitor touch screen a colori ultralargo IntelliView IV da 10,5 pollici e di nuovo set completo di luci di lavoro a Led.

Potenziate nell’elettronica e nell’idraulica, inoltre, le mietitrebbie della serie CX, estremamente versatili, dispongono di controbattitori a sezioni che facilitano e velocizzano la loro sostituzione in funzione delle diverse colture da trebbiare.

 

SISTEMA SMARTTRAX CON SOSPENSIONI TERRAGLIDE

NewHolland_SmartTrax

I nuovi modelli, infine, possono essere equipaggiati con cingoli in gomma SmartTrax e sistema di sospensione Terraglide per un elevato comfort di marcia ed una ottima trattività associati ad un ridotto compattamento del suolo e alla possibilità di toccare una velocità massima di trasporto di 40 chilometri orari (a soli 1400 giri al minuto del motore).

 

PROPULSORI TIER 4 FINAL PER LA NUOVA GAMMA DI MIETITREBBIE CR

NH_CR_8_80

Nuove più energiche motorizzazioni conformi agli standard Stage IV-Tier 4 Final, poi, sono state introdotte dal marchio giallo-blu su quattro dei sei modelli di mietitrebbie in cui è declinata la potente gamma CR (nella foto sopra la nuova CR8.80), oggi sempre più efficiente.

 

CURSOR 16 PER L’AMMIRAGLIA CR10.90

NewHolland_CR10_90

Resta invariato, invece, il propulsore sotto il cofano della gagliarda top di gamma, la CR10.90 (nella foto sopra), in grado di elargire ben 652 cavalli di potenza: si tratta del famoso Fpt Cursor 16 Tier 4 Final, un sei cilindri in linea da 15,9 litri (Diesel of the Year 2014), provvisto di sistema Common Rail.

Con un simile motore, e con una capienza dei serbatoi della granella pari a 14.500 litri (abbinata ad una velocità di scarico di 142 litri al secondo), non c’è da stupirsi del fatto che la CR10.90 a metà agosto del 2014 sia entrata nel Guinness dei primati, riuscendo a raccogliere in meno di otto ore (in un campo nella contea del Lincolnshire, nel Regno Unito) ben 797.656 tonnellate di frumento, con una capacità massima di 135 tonnellate all’ora in condizioni di utilizzo reali e con un consumo di soli 1,12 litri di carburante per tonnellata raccolta.

 

UPGRADE MOTORISTICO PER LE NUOVE TRINCIA FORAGE CRUISER

NH_trincia_FR_780

Passando all’offerta New Holland sul versante della raccolta del foraggio, upgrade motoristico anche per le trinciacaritrici semoventi della rinnovata serie FR Forage Cruiser, articolata in cinque modelli che adesso – ad eccezione del top di gamma FR850 sempre equipaggiato con un motore Fpt Vector da 20,1 litri e 842 cavalli – risultano ulteriormente corroborati dalle alte performances garantite dai loro nuovi propulsori Fpt Industrial, con un range di potenza compreso tra i 476 e i 775 cavalli, dotati di tecnologia ECOBlue Hi-e SCR per la conformità alle norme sulle emissioni Tier 4 Final.

Così i due modelli più piccoli (FR480 e FR550, nella foto sotto, da 476 e 544 cavalli) montano versioni del collaudato Cursor 13, messe a punto in vista dei carichi costantemente elevati tipici della raccolta del foraggio, mentre per i due maggiori (FR650 e FR780, nella foto sopra, rispettivamente da 663 e 775 cavalli) è stato adottato il vigoroso Cursor 16.

NH_FR

Entrambi i motori abbinano a potenti prestazioni una notevole efficienza dei consumi di carburante e di fluido Def, i cui relativi serbatoi hanno ricevuto un incremento di capienza al fine di assicurare una superiore autonomia durante le lunghe giornate dedicate alla fienagione.

NH_FR_550

La messa a punto di questi propulsori, specifica come detto per la raccolta del foraggio, prevede uno spunto pressoché istantaneo, in modo da rendere le Forage Cruiser capaci di gestire le variazioni improvvise del carico senza arresti o ingolfamenti (con conseguente aumento fino al 5% della produttività rispetto ai modelli precedenti).

 

NUOVA MODALITÀ ECO DEL SISTEMA DI GESTIONE DEL MOTORE

NH_FR_780_2

La nuova modalità Eco del sistema di gestione del motore (di serie), poi, ne regola il regime e la risposta consentendo un risparmio di carburante (fino al 21% a detta di New Holland) quando le condizioni di lavoro non permettono il pieno carico del motore, ad esempio in fase di raccolta di colture a bassa resa o su terreni fangosi.

 

COMFORT DI ALTO LIVELLO NELLA SPAZIOSA CABINA

NH_FR_780

L’ingresso delle nuove motorizzazioni sulle sue trinciacaricatrici ha fornito a New Holland l’occasione per procedere anche ad un restyling della serie FR Forage Cruiser, ridisegnata nella parte posteriore delle macchine e nei parafanghi, oltre a poter contare su una ampia e silenziosa cabina ora potenziata nei livelli di comfort e di ergonomia con l’introduzione di nuovi comodi sedili e di automatismi di uso intuitivo per la gestione dei parametri chiave del mezzo massimizzandone le prestazioni senza alcuno sforzo.

NewHolland_agritechnica_69

Dotate di grandi rotori di taglio disponibili in cinque diverse configurazioni, le nuove FR Forage Cruiser presentano migliorie anche nel tubo di lancio, che si avvale oggi di una cuffia e di rivestimenti laterali (sostituibili) su tutta la lunghezza, di un nuovo deflettore temprato, di un cilindro del deflettore più robusto e di una migliore lubrificazione della base del tubo.

 

DENSITÀ REGOLABILE DAL POSTO DI GUIDA SULLE PRESSE ROLL-BELT

NH_Roll_Belt

Accanto alla versione 2016 delle presse Roll-Belt a camera variabile (nella foto sopra), arricchite della nuova funzione di regolazione della densità e della variazione della densità del nucleo attivabile direttamente dal posto di guida, New Holland ha infine presentato ad Hannover un pacchetto di nuove funzionalità e nuovi upgrade finalizzati ad incrementare ulteriormente l’efficienza delle soluzioni aziendali di Precision Land Management (PLM) e presenti sul monitor IntelliView IV.

 

NUOVO SISTEMA DI STERZO ASSISTITO INTELLISTEER LITE

NewHolland_PLM

In tal senso, a partire dalla prima metà dell’anno prossimo sarà disponibile per i trattori T6, T7, T8 e T9, così come per le mietitrebbie CX e CR (e per altre piattaforme di marchi che utilizzano il display IntelliView IV), il nuovo sistema di sterzo assistito IntelliSteer Lite che utilizza il volante esistente del veicolo.

 

UTILI UPGRADE PER LE SOLUZIONI DI PLM

NH_PLM_tramline

A rendere sempre più versatile ed efficace il monitor IntelliView IV contribuirà inoltre, sempre dalla prima metà del 2016, una serie di nuove funzioni, quali quelle di Svolta a fine fila, di Capezzagna per ultima (che consente di squadrare gli angoli delle capezzagne) e di Escludi Tramline (nella foto sopra, grazie alla quale l’operatore può impostare, modificare ed evidenziare le tramline predefinite).

Per il display IntelliView IV arriveranno anche la compatibilità con i dati ISOXML e la possibilità di importare direttamente formati shapefile generici per visualizzare ed utilizzare mappe di istruzioni e linee guida senza bisogno di operazioni di conversione.

 

NUOVO TABLET  FLEX COMMAND-7

NH_Flex_Command_7
In grande evidenza, nello stand New Holland ad Agritechnica 2015, anche il nuovo tablet FlexCommand-7 (nella foto sopra), portatile, resistente, sempre connesso (con Wi-Fi integrato) e progettato appositamente per migliorare la mobilità nell’agricoltura di precisione, che garantirà le funzionalità dei monitor tradizionali coniugate alla possibilità di essere trasferito da un veicolo all’altro, portato in ufficio o a casa ed essere collegato anche ad un ricevitore portatile tramite Bluetooth.

Una soluzione, basata su piattaforma Android, che offre dunque il massimo della flessibilità e si contraddistingue per il suo prezzo contenuto.

Da segnalare, poi, l’interessante ampliamento dell’offerta del brand giallo-blu riguardante le soluzioni di guida automatica rappresentato dal sistema Autopilot con nuovo azionamento mediante motorino elettrico.

 

DUE SISTEMI IN SINERGIA

E, dulcis in fundo, l’integrazione tra il sistema di telematica PLM Connect e la soluzione Connected Farm di Trimble, che assicura un flusso bidirezionale di dati agronomici e relativi alle prestazioni della macchina: tutti i dati, pertanto, sono accessibili in un’unica interfaccia web based, il che consente di sfruttare al massimo le sinergie tra i due sistemi e monitorare con maggiore efficacia il funzionamento delle macchine.

 

 
© riproduzione riservata
 

 

Condividi
Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere