MENU

Massey Ferguson: serie MF3600, agili, potenti e versatili

By at giugno 18, 2017 | 12:46 | Print

Massey Ferguson: serie MF3600, agili, potenti e versatili

Forte di oltre mezzo secolo di esperienza e di bagaglio tecnologico al servizio del settore frutteto e vigneto, Massey Ferguson continua a riservare una particolare attenzione al segmento dei trattori specializzati, storicamente strategico per il marchio.

 

UN IMPORTANTE UPGRADE

E, ribadendo tale impegno, partecipa ad Enovitis in campo 2017 con le punte di diamante della popolare serie MF 3600, senz’altro uno dei fiori all’occhiello del costruttore inglese, reduce da un importante aggiornamento che, oltre all’introduzione di nuove caratteristiche e funzionalità che ne hanno esaltato i requisiti di compattezza, manovrabilità, versatilità di utilizzo e affidabilità, ha previsto un profondo restyling che ha allineato il design dei modelli specializzati a quello, moderno ed elegante, del resto della gamma di casa Massey Ferguson.

 

QUATTRO MODELLI DA 76 A 102 CAVALLI, DECLINATI IN QUATTRO VERSIONI

MF 3650S da 94 cavalli.

 

Tra i filari dell’azienda vitivinicola Vigneti Villabella di Cavalon Veronese saranno dunque presenti i robusti e multifunzionali specialisti della serie MF 3600: quattro modelli contraddistinti dall’interasse corto e dall’ottimo rapporto peso/potenza – con tarature comprese tra 76 e 102 cavalli, a due o quattro ruote motrici, disponibili con semi-piattaforma e con cabina – e declinati in quattro versioni di larghezza variabile: V (Vigneto, con larghezze operative da 1 a 1,3 metri, concepita per gli stretti vigneti tradizionali), S (Special, da 1,3 a 1,5 metri, per vigneti più ampi), F (Frutteto, da 1,45 a 1,9 metri) ed infine GE (Ground Effect, ovvero effetto suolo), con 1,15 metri di larghezza e profilo ribassato, espressamente pensata per operare in vigneti a tendone, sotto alberi bassi o in serre di polietilene.

Risultato, un gran numero di configurazioni di modelli diversi, così da adattarsi a tutte le applicazioni altamente specializzate.

 

MOTORI A 3 CILINDRI COMMON RAIL AGCO POWER

Con la carta vincente rappresentata dai loro moderni propulsori Agco Power a tre cilindri per 3,3 litri di cilindrata a gestione elettronica, dotati della tecnologia common rail ad alta pressione.

Propulsori che, grazie alle dimensioni compatte e alla disposizione degli organi di trasmissione, migliorano l’agilità della macchina (fattore clou per lavorare al meglio oggi in vigneti e frutteti dai sempre più ridotti spazi tra i filari), assicurando al contempo una potenza e una coppia più elevata a regimi motore più bassi rispetto ai modelli precedenti, coniugate ad una economia di consumi all’avanguardia nel settore e a livelli di rumorosità drasticamente contenuti.

 

PIÙ OPZIONI PER LA TRASMISSIONE

MF 3640S da 84 cavalli.

 

Prestazioni ancor più vivaci e “mirate”, poi, con l’apporto di un’ampia offerta di trasmissioni, che spazia da una 12+12, a tre gamme e quattro marce sincronizzate con inversore meccanico, ad una 24+24 meccanica oppure 24+24 Speedshift elettroidraulica con inversore meccanico, fino alla più recente tecnologia Power Shuttle 24×12 associata alla collaudata funzionalità SpeedShift, con tre frizioni multidisco in bagno d’olio ad azionamento elettronico (due per la marcia in avanti e una per la retromarcia).

 

FUNZIONE COMFORT CONTROL

Da segnalare inoltre, esclusiva di Massey Ferguson, la funzione Comfort Control che, tramite la regolazione dell’interruttore dedicato, consente di impostare il livello di “aggressività” del Power Shuttle, in modo da soddisfare al meglio le esigenze dell’attività lavorativa in corso.

 

DUE IMPIANTI IDRAULICI INDIPENDENTI

MF 3660S da 102 cavalli.

 

Per garantire le migliori performance in combinazione con un vasto range di macchinari e attrezzi moderni (e senza pregiudicare le temperature, mantenute costantemente basse da un efficace sistema di raffreddamento), la gamma di specialisti firmata dal brand del gruppo Agco dispone di un efficiente impianto idraulico con pompa principale (standard) che eroga al sollevatore posteriore e all’impianto idraulico ausiliario fino a 62 litri al minuto di flusso di olio (ad una pressione massima di 190 bar), mentre 23 litri al minuto vengono elargiti da una pompa separata per lo sterzo e i servizi.

È possibile installare un massimo di cinque distributori, tre posteriori più due valvole montate centralmente (azionate tramite jostick multifunzione).

L’elevato flusso di olio e l’alta pressione, uniti alla praticità di montaggio, inoltre, rendono la serie MF 3600 ottima per l’impiego con caricatore frontale, partner ideale quindi per i caricatori della serie MF 900.

 

PTO CON COMANDO ELETTROIDRAULICO

MF 3660GE.

 

Perfezionata con ricca scelta di specifiche, tra cui la velocità di avanzamento e l’opzione economica, la presa di forza a 540/1000 giri al minuto è a comando elettroidraulico.

 

CAPACITÀ DI SOLLEVAMENTO FINO A 3.000 CHILI

Ma la nuova versione New Look scaturita dall’upgrade operato da Massey Ferguson sugli specializzati MF 3600 offre anche una capacità di sollevamento dell’attacco posteriore potenziata fino ad un massimo di 3.000 chilogrammi, permettendo così l’impiego di un sempre maggiore numero di attrezzature.

Grazie al nuovo design del supporto anteriore, anche l’angolo di sterzata è stato incrementato – fino a raggiungere i 40,5 gradi per la configurazione MF 3600 GE – al fine di offrire una sterzata più facile nelle vigne, nelle serre a tunnel e negli orti con spazi ridotti.

 

SPAZIO, ERGONOMIA E COMFORT IN CABINA

Interno cabina del modello MF 3660F.

 

Decisamente significativo poi, come detto, l’intervento sul fronte dell’estetica, che si è tradotto, in perfetto stile Massey Ferguson, in un nuovo tettuccio bianco e nei pannelli laterali grigi, nei nuovi indicatori di direzione, nelle luci di posizione ovali e di semi lavoro.

Anche nella spaziosa ed ergonomica cabina – ulteriormente migliorata in termini di visibilità panoramica dalla nuova configurazione del tubo di scarico – hanno fatto ingresso nuovi colori e nuovi interni, unitamente al nuovo cruscotto e alla nuova leva che migliora il comfort dell’operatore attivando ben sette funzioni indicative (spia di funzione, indicatori di direzione, lampeggianti, abbaglianti, anabbaglianti, luci di posizione e clacson).

All’interno del confortevole abitacolo tutti i comandi (del sollevatore elettronico, per la gestione elettronica di Pto, quattro ruote motrici e bloccaggio del differenziale) sono agevolmente raggiungibili ed è disponibile anche un sedile di classe superiore.

L’intera gamma MF 3600, infine, è ora dotata di un interruttore di carica (ormai obbligatorio in alcuni mercati), posizionato sui modelli specializzati nella parte posteriore del trattore (a fianco del supporto della presa di illuminazione del rimorchio), così da risultare facilmente accessibile sia dall’interno sia dall’esterno della cabina.

 

© riproduzione riservata
 

 

Condividi

Macchine Trattori , ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere