MENU

Trattori: vendite in crescita nello scenario mondiale

By at ottobre 19, 2017 | 15:40 | Print

Trattori: vendite in crescita nello scenario mondiale

Agli scenari globali della meccanizzazione agricola è dedicato il summit di Agrievolution Alliance, l’associazione che riunisce i principali Paesi costruttori di macchinario agricolo, in programma a Wuhan, in Cina, il 25 e 26 ottobre, in concomitanza con Ciame (China international agricultural machinery exhibition) 2017, la più grande manifestazione cinese riservata al comparto delle macchine per l’agricoltura.

 

IL SUMMIT MONDIALE DI AGRIEVOLUTION ALLIANCE

Un’immagine del Summit mondiale di Agrievolution del 2016, svoltosi a Istanbul.

 

L’incontro sarà l’occasione per tracciare gli scenari che caratterizzeranno il comparto negli anni a venire, ma anche per analizzare l’andamento del mercato nel corso di quest’anno. Nel frattempo, in attesa di questo ormai imminente appuntamento Agrievolution ha diffuso il Global Tractor Market Report contenente i dati a livello globale del mercato delle trattrici per quanto riguarda il primo semestre 2017.

 

INCREMENTI VISTOSI IN INDIA E CINA

Il quadro che emerge è quello di una sostanziale ripresa confermata da immatricolazioni in crescita in quasi tutti i principali Paesi. Le vendite in India, che nel primo trimestre dell’anno erano aumentate del 15 per cento (circa 108 mila macchine) confermano una crescita a due cifre nel semestre (+13% rispetto allo stesso periodo del 2016), e quelle in Cina risultano in aumento addirittura del 34 per cento nei primi sei mesi dell’anno.

Anche in Brasile, nella prima metà del 2017, le vendite di trattori hanno fatto registrare un andamento positivo, con una crescita in termini di unità del 26 per cento.

 

TREND POSITIVO NEGLI USA E IN CANADA

Trend ugualmente positivo negli Stati Uniti e in Canada, Paesi per i quali una fotografia ancora più aggiornata ci è offerta da Aem (Association of equipment manufacturers), l’associazione americana dei costruttori di macchinario agricolo.

Nel periodo gennaio-settembre 2017 sono stati venduti negli Usa 168.621 trattori, contro i 163.162 (+3,3%) dello stesso periodo del 2016, e un andamento ancora più brillante ha caratterizzato le vendite in Canada: 17.931 trattori nei primi nove mesi dell’anno, a fronte dei 14.958 (+16,3%) del corrispondente periodo del 2016.

 

TORNA IN ATTIVO IL MERCATO RUSSO, FRENA QUELLO TURCO

Il mercato russo, a sua volta, è tornato in attivo e nei primi sette mesi del 2017 le vendite di trattori sono aumentate del 26,3 per cento, passando da 12.453 a 15.727 unità (fonte: Rosagromasch).

In calo risultano invece il Giappone (-1%) e la Corea (-19%), Paesi che presentano volumi comunque non comparabili con quelli dei principali mercati. In frenata appare il mercato della Turchia, che nel primo semestre 2017 registra una crescita pari ad appena l’1 per cento.

 

IN EUROPA CRESCONO REGNO UNITO E SPAGNA

Sempre stando ai dati forniti da Agrievolution Alliance, il mercato dell’Europa occidentale chiude il semestre con un aumento medio stimato intorno al 2-3 per cento. Esaminando l’andamento nei principali Paesi, i dati più recenti indicano una crescita dell’8 per cento, per un totale di 9.058 unità (periodo gennaio-settembre) nel Regno Unito (fonte: Aea), ed una crescita del 4,74 per cento, per un totale di 8.248 unità (periodo gennaio-settembre) in Spagna (fonte: Mapama).

La performance negativa del mese di settembre ha riportato in rosso il mercato tedesco (-6,4%, per un totale di 21.320 trattori contro i 22.783 dei primi nove mesi del 2016) che fino ad agosto aveva manifestato una sostanziale tenuta (fonte: Vdma).

 

FLESSIONE A DUE CIFRE PER LA FRANCIA

Risulta infine in controtendenza, tra i Paesi leader, la Francia che fa segnare a fine settembre una flessione pari al 18,9 per cento: 13.155 unità conto le 16.230 del periodo gennaio-settembre 2016 (fonte: Aps).

 

IL BAROMETRO DEL CEMA SEGNA OTTIMISMO

Come si legge nel comunicato stampa diffuso da FederUnacoma in occasione di Agrilevante, le indagini previsionali del Cema indicano un prolungarsi della fase positiva anche nei prossimi mesi. Il “Barometro” del Comitato europeo dei costruttori, realizzato sulla base delle valutazioni delle imprese del settore, rivela come nel mese di settembre il 91 per cento delle industrie interpellate dichiari un buon andamento del business, e addirittura il 96 per cento preveda un andamento migliorativo nei prossimi sei mesi.

 

EXPORT ITALIANO IN AUMENTO

La ripresa del mercato su scala globale incide sulla domanda di mezzi agricoli italiani, e quindi migliora le nostre esportazioni determinando anche una crescita della produzione nazionale. Le esportazioni di macchine ed attrezzature agricole, nei primi sei mesi del 2017 sono aumentate dell’11,2 per cento, mentre in lievissimo calo risultano le esportazioni di trattrici (-0,5%), che tuttavia si prevede possano recuperare nella seconda parte dell’anno per chiudere in positivo.

Si tenga presente che – secondo i dati Istat sul commercio estero – a fine 2016 il valore delle esportazioni italiane, risultato pari a 1,26 miliardi di euro per quanto riguarda le trattrici, aveva fatto segnare un calo del 4 per cento rispetto all’anno precedente, mentre per quanto riguarda le altre macchine agricole, il calo, a fronte di un risultato pari  a 2,94 miliardi di euro, era stato del 2,7 per cento rapportato al 2016.

Per quanto riguarda la produzione, dopo i cali subiti nel 2014, 2015 e 2016 (rispettivamente -2,1%, -2,1% e -2,2%), legati alla flessione della domanda internazionale e al cattivo andamento del mercato interno, nel 2017 si dovrebbe registrare un indice positivo. Il recupero dei livelli produttivi dovrebbe attestarsi a +9,5 per cento rispetto al 2016, per un valore di circa 8 miliardi di euro.

 

Fonte: FederUnacoma
 

 

Condividi

Mercati

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere