MENU

Uncai: prove di precision farming all’Eima Show

By at agosto 4, 2017 | 16:27 | Print

Uncai: prove di precision farming all’Eima Show

Uncai, l’Unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali, è stata tra i grandi protagonisti di Eima Show 2017 dove ha portato dieci trattori completi di attrezzature, che si sono esibiti in tre distinti cantieri – uno per la semina diretta su sodo, uno la minima lavorazione ed uno dedicato alla la coltivazione del tabacco –, oltre ad una irroratrice semovente.

L’équipe di Uncai e partner a Eima Show 2017.

 

«Nei tre cantieri a nostra disposizione ­ ­– ha dichiarato Sergio Bambagiotti, presidente dei contoterzisti Uncai Umbria – circa duemila persone, tra agricoltori, contoterzisti ed operatori economici hanno potuto conoscere e testare da vicino le più avanzate soluzioni meccaniche per lavorazione di precisione del terreno. Siamo sicuri di aver trasmesso ai visitatori idee e soluzioni per migliorare la produttività agricola, elevare gli standard qualitativi dei prodotto, ottimizzare i costi di produzione e ridurre l’impatto ambientale».

 

PARTNERSHIP NEL SEGNO DELL’INNOVAZIONE

Trattore Challenger e decompattatore Agrisem.

 

Per il buon esito delle prove in campo condotte dai contoterzisti è stata fondamentale la collaborazione tra Uncai e Topcon, Fiaccadori Soluzioni, Ferrari Costruzioni Meccaniche, Concept Perugini, Mainardi e Grim.

 

IL CANTIERE DEDICATO ALLA COLTIVAZIONE DEL TABACCO

Trattore New Holland T8.390 ed erpice rotante SH Maxi 700 di Concept Perugini.

 

Entrando nei dettagli, nella parcella dedicata alla coltivazione del tabacco con gli strumenti della precision farming, è stato possibile vedere all’opera il decompattatore brevettato Cultiplow Agrisem di Fiaccadori Soluzioni, l’erpice rotante SH Maxi 700 (da 7 metri) di Concept Perugini, la trapiantatrice Ferrari Costruzioni Meccaniche (interfila 117-120 cm e 4 girelli) – che combinava l’innovazione della guida automatica Rtk e del trapianto a “rateo variabile” alla manualità di quattro operatori che, seduti dietro l’attrezzo, caricavano i girelli con le piantine di tabacco – ed un sarchiatore Mainardi.

Trapiantatrice Ferrari Costruzioni Meccaniche.

 

Le quattro macchine operavano in rapida successione, mostrando le diverse fasi di lavorazione della coltura del tabacco e inviandosi tra loro informazioni grazie al sistema IoT (Internet of Things) di Topcon.

Trattore Claas Axion 870 e decompattatore Agrisem Maximulch.

 

In particolare, le principali novità presentate da Topcon a Eima Show 2017 sono state il volante elettrico AES35 e i monitor X35 isobus completi, una tecnologia che consente, oltre a georeferenziare le lavorazioni e a connettersi al network Internet of Things per monitorare il campo, l’interazione fra trattrice, attrezzatura e produzioni e la connessione delle macchine tra loro: aspetti che rappresentano il presupposto dell’agricoltura 4.0.

 

MACCHINE PER LA MINIMA LAVORAZIONE E LA SEMINA SU SODO

Trattore Claas Axion 930 e decompattatore Agrisem Cultiplow Platinum HD.

 

Protagonista nelle parcelle dedicate all’agricoltura conservativa, accanto ai decompattatori Agrisem Maximulch serie 3 da 4,5 e 3 metri (per il decompattamento e la miscelazione dei residui colturali in un unico passaggio), Combiplow (decompattatore combinabile), Cultiplow 58 e Cultiplow Platinum HD, la seminatrice per la semina diretta Sky Agriculture e la seminatrice da sodo Aguirre entrambe importate in Italia da Fiaccadori Soluzioni.

Seminatrice da sodo Aguirre.

 

L’IRRORATRICE SEMOVENTE GRIM SERIE 9

Irroratrice semovente Grim serie 9 da 3.500 litri.

 

Su queste parcelle è stato possibile anche vedere all’opera in tutta la sua ampiezza l’irroratrice semovente Grim serie 9 da 3.500 litri, dotata di trasmissione idrostatica con 4 ruote motrici con differenziale meccanico, particolarmente idonea ad affrontare terreni bagnati e pendii collinari.

 

UMBRIA BARICENTRO A LIVELLO NAZIONALE

Irroratrice semovente Grim serie 9 da 3.500 litri.

 

Apprezzamenti sulla scelta dell’Umbria come teatro di Eima Show sono stati espressi dai costruttori partner di Uncai. «Ci auguriamo che l’Umbria venga confermata come sede dell’evento che andrebbe però valorizzato maggiormente, comunicandolo agli addetti ai lavori con più largo anticipo», ha commentato Marco Trebbi, consulente marketing di Fiaccadori Soluzioni.

Anche Marco Miserocchi, direttore Italia Topcon, ha sottolineato come il pregio maggiore di Eima Show 2017 sia stata la location presso un’importate azienda agricola dedicata alla ricerca come quella della Fondazione per l’istruzione agraria. «In futuro – ha detto – dovranno solo essere rivisti alcuni aspetti organizzativi come le tempistiche e la modalità di presentazione dei cantieri ai visitatori».

 

Fonte testo: Uncai
Fonte immagini: Uncai e Meccagri.
 

 

Condividi

Eventi , , ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere