MENU

Amazone: fatturato record nel 2013, oltre il mezzo miliardo di euro

By at Marzo 6, 2014 | 12:40 | Print

Amazone: fatturato record nel 2013, oltre il mezzo miliardo di euro

Nel 2013 Amazonen-Werke ha continuato ad incrementare in modo significativo le vendite dei propri prodotti e ha fatto registrare il fatturato record di 515 milioni di euro (+12% rispetto al 2012), superando per la prima volta il tetto del mezzo miliardo. Parallelamente all’incremento delle vendite è aumentato anche il numero dei dipendenti a tempo indeterminato, attestatosi a 1.800 unità.

La quota export è risultata pari all’80% del fatturato e gli investimenti in ricerca e sviluppo ammontano ad oltre il 5% del giro d’affari. I mercati con il più alto fatturato sono Francia, Russia, Polonia e Gran Bretagna e Scandinavia. Oltre ad aver accresciuto ulteriormente, rispetto al 2012, il proprio giro d’affari nel mercato tedesco, Amazone  è stata in grado di aumentare  fortemente le proprie vendite  nella regione Baltica, in Spagna e in Romania.

A livello mondiale le vendite si sono sviluppate al di sopra della media, specialmente per quanto riguarda le irroratrici. Comunque anche le altre categorie di macchine di Amazone costituite da spandiconcimi, macchine per la lavorazione del terreno, seminatrici e attrezzature per la cura del verde hanno fatto registrare una crescita del fatturato.

 

PROSEGUE L’ESPANSIONE DEL GRUPPO

 

Amazone_HQ

La sede centrale di Amazone, ad Hasbergen-Gaste, nella Bassa Sassonia

«Dopo un 2012 già buono, siamo particolarmente soddisfatti per essere riusciti nuovamente ad accrescere il nostro giro d’affari in maniera così significativa e al di sopra della media del settore – hanno affermato i direttori di Amazone Christian e Justus Dreyer (rispettivamente a destra e a sinistra nella foto di apertura) commentando i risultati del 2013. I brillanti risultati ottenuti vengono attribuiti al trend positivo del mercato ma anche al fatto che il Gruppo ha effettuato continui investimenti nell’espansione degli stabilimenti produttivi e nello sviluppo di nuove macchine.

In particolare, nel 2013 circa 25 milioni di euro sono stati investiti nell’ulteriore accrescimento della potenzialità produttiva. I progetti più importanti riguardano la costruzione di un nuovo centro di ricerca e sviluppo con 120 postazioni di lavoro per gli ingegneri e i tecnici ad Hasbergen-Gaste, inaugurato a metà febbraio 2014. A Lipsia è attualmente in costruzione un nuovo stabilimento per gli aratri e, presso il sito produttivo di Leeden altri 3.000 metri quadri di superficie verranno aggiunti all’area dedicata alla logistica.

 

Amazone ha inoltre migliorato il servizio di assistenza ai clienti aumentando il personale e intensificando l’attività di formazione rivolta ai propri partner commerciali. Nel 2013 è stato lanciato Amazone E-Learning: uno strumento innovativo che offre la possibilità di addestrare gli operatori all’impiego di macchine complesse, in maniera indipendente e al di fuori dei periodi di training, sia su personal computer sia su tablet. Questo grazie ad un modulo interattivo di training.

 

LA PRESENZA NELL’EUROPA DELL’EST

Eurotechnika_Samara

Stabilimento GAG Eurotechnika a Samara, in Russia

 

Presso il sito produttivo GAG Eurotechnika di Samara, in Russia, divenuto di esclusiva proprietà del gruppo Amazone attraverso l’acquisto dell’intero pacchetto azionario, sono stati effettuati ulteriori investimenti con la costruzione di un edificio per l’amministrazione. Inoltre, quale supporto allo stabilimento Eurotechnika, è stato aperto presso Saratow un nuovo dipartimento vendite.

Grazie allo stabilimento GAG Eurotechnika, considerato il maggiore stabilimento nazionale per la produzione di attrezzature agricole non semoventi, i direttori del gruppo di Hasbergen-Gaste ritengono di essere molto ben posizionati in una prospettiva di medio e lungo termine anche nell’Europa dell’Est.

 

IL “RITORNO” AGRI ARATRI

Amazone_Cayron200

Il nuovo aratro Cayron 200

 

Ad Agritechnica 2013 Amazone ha presentato un’ampia gamma di nuovi prodotti caratterizzati da un alto contenuto innovativo. Particolare interesse ha fatto registrare  l’aratro reversibile di recente sviluppo Cayron, un attrezzo  di importanza strategica  per Amazone,  che grazie ad esso, è ora in grado di offrire ai propri clienti anche la tecnologia per la lavorazione convenzionale del terreno mettendo a loro disposizione la gamma completa di attrezzature per l’agricoltura professionale.

Allo stesso tempo, grazie a questa estensione di gamma, Amazone continua – esattamente 150 anni dopo la fondazione della BBG Bodenbearbeitungsgeräte da parte di Rudolph Sack – la lunga  tradizione di successo nell’ambito delle attrezzature per la lavorazione del terreno e, in particolare, degli aratri, del sito produttivo di Lipsia, entrato qualche anno fa nell’orbita del gruppo.

 

LE NOVITÀ DI PRODOTTO

AmazoneCenius_Cirrus

Coltivatore Cenius 7003-2TX (a destra) e seminatrice Cirrus 6003

 

Novità di prodotto anche nei settori dei coltivatori e delle seminatrici per grandi superfici, con il lancio della nuova serie di coltivatori Cenius TX, caratterizzati da larghezze  di lavoro fino a 7 metri,  e delle seminatrici della serie Cirrus 03.

Da segnalare anche il potenziamento dell’irroratrice semovente Pantera 4502, provvista ora di serbatoio con capacità fino a 4.500 litri e motore Deutz a 6 cilindri da 218 cavalli emissionato Stage IIIB/Tier 4 interim, e l’immissione in commercio dell’XTill-VT, coltivatore interratore per lo strip till, grazie al quale la lavorazione del terreno è molto meno invasiva rispetto alle pratiche tradizionali.

Pantera_4502

Irroratrice semovente Pantera 4502

Già all’inizio del 2013 Amazone aveva presentato in occasione del Sima 2013 la nuova serie di spandiconcime ZA-TS, Isobus-compatibile e con larghezza di lavoro fino a 54 metri, che in termini di precisione, efficienza e comfort operativo, consente di accedere ad una nuova dimensione di tecnologia.

Tutti questi nuovi prodotti (per una descrizione più dettagliata vedi link) saranno presentati al grande pubblico e mostrati al lavoro nel corso della manifestazione Amatechnica 2014:  un evento organizzato da Amazone per gli agricoltori e i partner commerciali che  si svolgerà il 22 maggio 2014, sui terreni circostanti lo stabilimento di Hasbergen-Gaste.

 

 

PREVISIONI E PROGETTI PER IL 2014

SONY DSC

Lo stabilimento BBG Bodenbearbeitungsgeräte di Lipsia

 

Tenuto conto delle mutate condizioni del mercato mondiale, i vertici di Amazone si mostrano cauti nell’elaborare previsioni relative al fatturato per il 2014. Nonostante si possa verificare una leggera contrazione del mercato a livello globale, si manifestano comunque fiduciosi in merito alla tenuta del fatturato nel 2014, attraverso l’acquisizione di nuove quote di mercato, basandosi sulla considerazione che lo sviluppo futuro del Gruppo non dipenda soltanto all’andamento generale del mercato ma sia anche riconducibile agli investimenti effettuati  in nuovi prodotti e in nuovi processi di produzione e alla conquista di nuovi mercati.

Il Gruppo intende inoltre proseguire il proprio percorso di crescita sostenibile. Nei mercati chiave viene individuato un grande potenziale per un’ulteriore crescita delle vendite dei nuovi prodotti, come ad esempio l’aratro Cayron; opportunità ulteriori di crescita possono arrivare dall’export, con l’ingresso in nuovi mercati quali quello cinese e africano.

ZA_TS

Il nuovo spandiconcime ZA-TS

 

Contemporaneamente verranno incrementate la capacità produttiva e la gamma dei servizi offerti. La costruzione di un nuovo impianto di verniciatura per il sito produttivo di Hude-Altmoorhausen costituisce, in termini di spesa, l’investimento più importante nella storia della compagnia. A Lipsia verrà costruito il nuovissimo aratro Cayron mentre ad Hasbergen-Gaste verrà estesa la potenzialità produttiva del nuovo spandiconcime ZA-TS.

* I prodotti Amazone vengono importati in Italia da Save spa di Agrate Brianza (MB).

Fonte: Amazone

 

News

Related Posts

Comments are closed.