Antonio Carraro: “Work in Progress”, la tematica del calendario 2021

News 17/12/2020 -

“Work in Progress”, titolo della 59ª edizione del calendario cult di Antonio Carraro, spiega il costruttore di Campodarsego (Padova), vuole essere un auspicio positivo per la grande tribù dei Tractor People che abbraccia idealmente gli utilizzatori dei trattori AC di tutto il mondo con la comunità dell’azienda che li produce, costantemente impegnata nella ricerca di soluzioni tecniche che allevino la fatica e semplifichino il lavoro in agricoltura.

C’è da dire che mai, come in questo momento, così delicato ed incerto a causa della pandemia da coronavirus, l’agricoltura è stata protagonista nel mondo per la sua vitale e strategica importanza nel garantire il sostentamento di cibo per l’umanità intera.

 

DODICI TRATTORI IMMORTALATI IN MOMENTI DI LAVORO INTENSO, ABBINATI AD ATTREZATURE MOLTO IMPEGNATIVE


Le foto di macchine in lavoro di questa edizione vogliono quindi rappresentare l’alto contenuto tecnico raggiunto dai nuovi modelli della Casa veneta: 12 trattori diversi immortalati in momenti di lavoro intenso, abbinati ad attrezzature molto impegnative che richiedono grande concentrazione da parte dell’operatore agricolo in sella al trattore, operatore sempre più coinvolto nel tracciare le linee guida dell’agricoltura del futuro che vedranno la valorizzazione delle competenze agronomiche unite alla capacità di utilizzo delle tecnologie di ultima generazione.

 

GRANDE ENERGIA E VOGLIA DI ANDARE AVANTI, CON ATTENZIONE, RISPETTO, DETERMINAZIONE


Lo stile della pubblicazione è essenziale con una grafica pulita e minimale che rispecchia lo stato d’animo pacato, privo di trionfalismi, di un’azienda in linea con lo spirito del mondo, segnato da un’esperienza senza precedenti che tuttavia conserva una grande energia e voglia di andare avanti, con attenzione, rispetto, determinazione.

Lontani, ma vicini, nell’azienda Antonio Carraro, i lavori continuano: work in progress.

 

 
Fonte: Antonio Carraro
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori