MENU

ARVAtec, con Soil-Max Gold Digger il drenaggio è easy

By at Marzo 19, 2020 | 19:27 | Print

ARVAtec, con Soil-Max Gold Digger il drenaggio è easy

Buone nuove per i lavori di drenaggio nei campi. A Fieragricola 2020 ARVAtec ha presentato il nuovo posadreni satellitare Soil-Max Gold Digger, che si è aggiudicato la segnalazione per il Premio Innovazione 2020.

Nel merito, si tratta di un attrezzo che permette di installare facilmente i dreni nel terreno attraverso il posizionamento automatico dei tubi guidato da un sistema GNSS di Ag Leader: la precisione è centimetrica. Vediamo nel dettaglio.

 

UN SISTEMA FACILE E ALL’AVANGUARDIA

Una volta collegato al trattore – il quale non deve avere caratteristiche particolari, dunque va benissimo quello che si ha già disponibile in azienda – Gold Digger crea uno scavo di forma trapezoidale e vi posiziona all’interno il tubo di drenaggio.

«La nostra tecnologia – spiega Raffaele Sigon di ARVAtec – è unica nel suo genere perché garantisce un’azione meccanica sul terreno senza pari: il terreno si sposta e non si compatta, lo sforzo e l’attrito sono ridotti al minimo, il design unico della macchina elimina le inclinazioni, evitando la pressione sul tubo di drenaggio e i relativi danni». In pratica, Gold Digger si muove per compensare le eventuali inclinazioni verso il basso o verso l’alto, così da realizzare un lavoro sempre preciso e fluido.

 

IL GPS IN REGIA

Il posadreni Soil-Max, grazie al display InCommand 1200 e ad una centralina denominata Intellislope, è in grado di seguire in automatico i progetti di drenaggio già creati.

Tramite il ricevitore GPS RTK (se ne può anche utilizzare uno presente in azienda, che viene già usato per la guida del trattore) è infatti possibile rilevare comodamente in campo le informazioni sul profilo del terreno, inserire con facilità i parametri per la posa dei dreni direttamente nel display e iniziare subito, senza muoversi dal trattore, a lavorare nella modalità corretta per assicurare un drenaggio accurato del terreno, sfruttando la regolazione automatica della profondità di lavoro.

«In alternativa – prosegue Sigon – si può creare un progetto in modo più specifico e ragionato con il software SMS™ Advanced per computer e trasferirlo in un secondo momento sul display in campo». Con questa modalità, quindi, viene eseguito il lavoro tenendo conto di tutti i fattori che influiscono sull’impianto di drenaggio ed è possibile valutare la migliore soluzione operativa prima di cominciare a lavorare.

 

I VANTAGGI IN SINTESI

Dunque Soil-Max Gold Digger rappresenta una piccola-grande rivoluzione nelle opere di drenaggio dei campi: l’obiettivo è garantire risultati di qualità su tutti i tipi di terreno.

Analizzando nello specifico, ecco una serie di aspetti vantaggiosi derivanti dall’utilizzo del posadreni in questione che vale la pena di rilevare. In primo luogo, la macchina di ARVAtec consente agli agricoltori di sfruttare gli strumenti già presenti in azienda, vedi il trattore di proprietà. Si tratta di un vantaggio notevole in termini economici, se si considera che altre macchine presenti sul mercato richiedono trattori specializzati.

Quanto alla solidità della macchina, Soil-Max Gold Digger è realizzato in acciaio T1 e pertanto offre una notevole resistenza, mantenendo però un peso contenuto.

Inoltre, grazie al sistema GNSS che lo guida e alle possibilità di progettazione dell’impianto di drenaggio, consente di eseguire con precisione e rapidità e senza passare dall’ufficio, l’installazione dei tubi di drenaggio nel terreno, effettuando così drenaggi in profondità e lavori ben fatti.

Il tutto si traduce nella maggiore resa delle colture, negli apparati radicali ben aerati, nelle semine in tempi brevi, nell’assenza di compattamento e di degradazione del suolo. In altri termini, in una migliore qualità complessiva delle operazioni di drenaggio in campo.

 

UN MODELLO PER OGNI ESIGENZA

Al fine di soddisfare ogni esigenza, sono disponibili diversi modelli del posadreni di ARVAtec: esistono infatti la versione portata ed anche quella trainata.

Vi sono poi modelli che si adeguano a differenti diametri di tubo e a profondità di lavoro diverse fino a superare anche i 2 metri; sono infine disponibili alcuni optional per rendere il lavoro di drenaggio sempre più agevole e funzionale.

 

© Emanuela Stìfano

 

Attrezzature , , , ,

Related Posts

Comments are closed.