MENU

Berti: il positivo debutto a Interpoma

By at Novembre 24, 2016 | 16:10 | Print

Berti: il positivo debutto a Interpoma

Reduce da una partecipazione in grande stile all’ultima edizione di Eima International, dove ha proposto all’attenzione del pubblico novità e importanti aggiornamenti della sua famiglia di attrezzature adatte ad ogni tipologia di coltivazione e di terreno, la Berti Macchine Agricole sta affrontando con curiosità ed entusiasmo un nuovo palcoscenico fieristico: la ditta di Caldiero, specialista assoluta del settore delle trinciatrici, è infatti presente per la prima volta ad Interpoma 2016, di scena a Bolzano dal 24 al 26 novembre, offrendo ancora una volta una significativa panoramica dei suoi prodotti più innovativi.

berti_interpoma_stnad_83

 

LE TRINCIATRICI SPECIALIZZATE PER FRUTTETO E VIGNETO

berti_af_rev_87

Tra le gamme esibite dal marchio veronese sotto i riflettori di Interpoma, dunque, in particolare evidenza risultano le trinciatrici specializzate per frutteto e vigneto come la nuova compatta AF/REV (nella foto sopra) – idonea alla trinciatura di erba, sarmenti e ramaglia con diametro fino a 4-5 centimetri e applicabile a trattori con potenze comprese tra 35 e 80 cavalli – e la TFB/Y (uno dei modelli più popolari dell’intera linea di prodotti Bert, nella foto sotto e in quella di apertura), che trincia erba, sarmenti e materiale legnoso dal diametro massimo di 8 centimetri, da abbinare a trattori con potenza variabile dai 40 ai 110 cavalli.

berti_tfby_57

La generosa dotazione di serie di queste macchine operatrici firmate Berti prevede, tra l’altro, lo spostamento meccanico (idraulico su richiesta), l’angolo della fiancata destra arrotondato, il rullo livellatore con pulirullo e il tenditore automatico delle cinghie.

Ma le due trinciatrici sono contraddistinte da caratteristiche diverse: il modello AF/REV (nella foto sotto) dispone di slitte di appoggio e di doppio attacco spostabile e reversibile per consentire l’applicazione sul sollevatore anteriore o posteriore del trattore, anche a guida retroversa, mentre il modello TFB/Y è equipaggiato di utensili da taglio più pesanti rispetto alle versioni precedenti ed anche di rastrelli raccoglitori.

berti_af_rev_lavoro_69

 

LA DISERBATRICE ECOSPRINT IN VERSIONE EASY

ecosprint_easy_43

In grande risalto a Bolzano anche una delle più interessanti novità lanciate in anteprima dall’azienda di Caldiero ad Eima 2016: la diserbatrice meccanica a regolazione idraulica interfilare singola Ecosprint presentata nella inedita versione Easy (nella foto sopra).

Rivolta in particolare alle piccole e medie aziende orientate all’eliminazione dei prodotti chimici per lo sfalcio delle erbe infestanti sottofila all’interno di vigneti e frutteti in generale, la nuova decespugliatrice di Berti è caratterizzata dalla presenza di un rotore disposto parallelamente al terreno e formato da fili di nylon che durante la fase di lavoro, per effetto della forza centrifuga, aggrediscono e distruggono le infestanti senza arrecare alcun danno al fusto delle piante.

Il rotore (brevettato) è composto da 16 bobine singole che permettono una facile e veloce sostituzione dei fili, mentre la massima flessibilità di impiego su ogni tipo di cultivar è garantita da un carter di protezione studiato per offrire la possibilità di regolazione meccanica in ogni direzione di lavoro (altezza, profondità e inclinazione).

Dotata di telaio con attacco ai tre punti di prima e seconda categoria, la diserbatrice annovera, tra gli equipaggiamenti di serie, lo spostamento laterale meccanico, l’esclusiva testata completa di bobine e il rientro meccanico a molla regolabile.

 

© riproduzione riservata
 

 

Attrezzature ,

Related Posts

Comments are closed.