Case IH: Ville Mansikkamäki, Vice President Case IH Europe «YOUNIVERSE, un evento unico e entusiasmante»

Eventi 08/04/2021 -

In occasione del debutto di YOUNIVERSE Meccagri ha avuto l’opportunità di intervistare Ville Mansikkamäki, Vice President Case IH Europe, che, oltre a soffermarsi su quello che rappresenta nel panorama delle meccanizzazione agricola mondiale un evento per molti aspetti unico ed imperdibile, ci ha fornito anche qualche anticipazione sulle strategie in atto da parte di Case IH relativamente alla differenziazione del brand e alla caratterizzazione dei nuovi prodotti.

 

C’è molta attesa per YOUNIVERSE, evento clou per l’intero mondo della meccanizzazione agricola considerati gli elementi innovativi che lo caratterizzano, a cominciare proprio dalla scelta di una casa costruttrice di organizzarsi una propria fiera a livello europeo in formato digitale. Com’è nata questa idea e come si inquadra all’interno della vostra strategia  di comunicazione per quel che riguarda la partecipazione agli eventi fieristici?

Ville Mansikkamäki, Vice President Case IH Europe.

«Considerate le restrizioni in vigore e la difficoltà di incontrare fisicamente la nostra clientela, abbiamo pensato che una fiera digitale sarebbe stata il modo migliore –  nella situazione attuale – per raggiungere i nostri clienti, catturare la loro attenzione con una nuova esperienza e offrire loro una panoramica, una sorta di “piccola anteprima” dei nostri nuovi prodotti. Si tratta di scelta che non influisce sui nostri piani di partecipazione a future fiere di settore, ma costituisce una risposta alla limitazione dei contatti sociali che dobbiamo affrontare da un anno a questa parte».

 

YOUNIVERSE rappresenta l’alternativa alla partecipazione ad Agritechnica 2021 (l’intervista è stata fatta prima che gli organizzatori di Agritechnica comunicassero lo spostamento della rassegna al 2022, ndr)  avrà un seguito anche nel momento in cui, come si spera, l’emergenza sanitaria sarà cessata?

«YOUNIVERSE non compromette la nostra partecipazione ad Agritechnica né ad altre fiere tradizionali. Capisco che ci siano alcune incertezze dovute all’attuale situazione eccezionale, ma credo che le fiere siano ancora valide e rappresentino un ottimo modo per incontrare i nostri clienti e partner e interagire con loro. Direi quindi che le fiere tradizionali e quelle digitali sono complementari tra loro e possono svolgersi in parallelo e non credo che le une sostituiranno le altre. In futuro, ci aspettiamo di vedere emergere sempre più eventi ibridi, in cui gli agricoltori potranno scegliere tra partecipare fisicamente o digitalmente».

 

YOUNIVERSE viene presentata con lo slogan “The first digital fair designed around you”. Potrebbe fornirci qualche anticipazione su cosa deve aspettarsi il visitatore. Si tratterà di un’esperienza online interattiva?

«YOUNIVERSE è un’esperienza interattiva in cui i visitatori potranno conoscere gli ultimi avvenimenti che riguardano il marchio, le sue persone ei suoi prodotti. L’evento offrirà ad agricoltori, contoterzisti e altre categorie interessate un’esperienza completa di “infotainment”. Ciò includerà non solo una mostra virtuale ambientata in uno scenario agricolo all’aperto, ma anche la possibilità di ottenere informazioni ed esperienze dettagliate sui macchinari e le soluzioni Case IH, inclusi vantaggi, applicazioni ed esperienze utente».

 

Ci sarà un canale preferenziale per i clienti e, in caso di risposta affermativa, che tipo di servizi avete preparato per loro?

«I visitatori avranno la possibilità di parlare con i nostri esperti tramite una chatbot dal vivo dove potranno avere una discussione in tempo reale, ponendo qualsiasi domanda vorranno, oppure lasciare un messaggio.

Sono inoltre invitati ad un evento digitale esclusivo, il 13 aprile alle ore 19:00, dove, insieme ad una presentatrice della TV britannica, Suzi Perry, avrò il piacere di fornire loro una panoramica dell’offerta di prodotti Case IH. Davvero non vedo l’ora!

Diversamente, tutti i visitatori potranno accedere allo stesso portale (youniverse.caseih.com) e vedere lo stesso materiale online, proprio come farebbero in una fiera tradizionale».

 

Tra le anticipazioni flash che avete fornito si parla anche di una YOUNIVERSE TV e di una piattaforma informativa sugli Ag-tech trend. Potrebbe descriverci brevemente di che cosa si tratta?

«Analogamente alle conferenze e ai forum che si svolgono in parallelo a una fiera tradizionale, volevamo fornire alcuni contenuti che andassero oltre le nostre soluzioni. I visitatori potranno accedere a una vasta serie di brevi video pillole su argomenti di attualità come la politica agricola, le tendenze nell’agronomia e nell’industria agroalimentare, dietro le quinte e informazioni esclusive sulle nostre attrezzature, o storie di agricoltori e molto altro!».

 

Veniamo al previsto lancio di nuovi prodotti. Ci sarà qualche anteprima?

«Ci concentreremo sui nostri ultimi prodotti, i trattori Quadtrac AFS Connect e Puma CVXDrive, insieme alla serie di  mietitrebbie Axial-Flow e alla pressa per balle giganti LB436 HD, che verranno mostrate utilizzando speciali presentazioni 3D. Nello show saranno inclusi anche altri prodotti chiave della gamma Case IH e gli utenti potranno anche scoprire i marchi gemelli dell’azienda, la gamma di tecnologie di precisione all’avanguardia AgXtend e i motori FPT Industrial».

 

Siete soddisfatti dell’accoglienza riservata dal mercato europeo alla tecnologia AFS Connect integrata nei vostri trattori di punta e sono previste ulteriori evoluzioni, ad esempio per quel che riguarda l’assistenza da remoto?

«Sì, fino ad ora siamo molto soddisfatti ma questo è solo l’inizio per noi. Offriamo già due possibilità per supportare la macchina sul campo. Con AFS Connect Remote Support Pro i concessionari possono diagnosticare in remoto i guasti e inviare direttamente alla macchina il nuovo software. Abbiamo anche la visualizzazione del display AFS Connect che consente a clienti e concessionari di vedere a distanza il display del trattore per fornire supporto, se necessario. In futuro ci aspettiamo di migliorare ulteriormente tutto questo con servizi aggiuntivi e modalità differenti per supportare ancor di più il cliente».

 

Il mercato europeo dei trattori ha chiuso il 2020, anno pesantemente segnato dal Covid-19, con un bilancio nel complesso meno peggiore del previsto e con alcuni Paesi, come la Germania, che hanno addirittura incrementato le vendite di trattori in maniera significativa. Come si caratterizzano in questo contesto le performance di Case IH?

«Il 2020 ha presentato sfide eccezionali e senza precedenti, sia dal punto di vista del business sia per tutti noi come persone. Detto questo, quello che trovo sorprendente è come spesso i buoni risultati vengano da situazioni difficili.

È stato estremamente incoraggiante vedere come tutti all’interno della nostra azienda, i nostri concessionari e i partner della catena di approvvigionamento abbiano lavorato insieme durante questi tempi difficili per ridurre al minimo l’impatto della pandemia.

Grazie alla loro capacità di adattamento, agli sforzi eccezionali compiuti, alla cooperazione e all’impegno, il 2020 è stato molto meglio di quanto avessimo mai pensato possibile».

 

Per finire, sulla base anche dei risultati ottenuti nei primi mesi dell’anno, che cosa vi aspettate per il 2021 e dove ritenete di dover  intervenire con maggiore incisività per  ottenere margini più ampi di miglioramento?

«L’anno 2021 sembra essere l’anno della ripresa in termini di volume totale dell’industria (TIV). Vediamo attraverso le varie fonti come il CEMA Business Barometer che quasi tutti i mercati europei stanno mostrando tendenze e aspettative positive per il futuro business da realizzare nei rispettivi mercati.

Per Case IH, l’anno 2021 è iniziato come previsto e guardiamo positivamente anche al futuro. Stiamo ancora procedendo con la strategia di differenziazione del marchio e il nostro impegno iniziale rimane lo stesso annunciato in precedenza. Il piano strategico sarà attuato in 4 fasi, in cui il cliente sperimenterà una sempre maggiore differenziazione in termini di stile e di caratteristiche offerte tra i tre marchi agricoli del gruppo.

Case IH è posizionata come il marchio per gli agricoltori professionisti e orientati alla tecnologia in tutto il mondo. E si possono già vedere alcune di queste differenze nella nostra offerta di prodotti con la nostra prossima generazione di trattori che include soluzioni di connettività completa come Quadtrac e Magnum AFS Connect. Inoltre, abbiamo rielaborato una delle nostre gamme di prodotti di maggior successo, il Puma, che include un design nuovo di zecca e alcuni miglioramenti della cabina per fornire più comfort e funzionalità all’utente finale».

 

© Barbara Mengozzi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news