MENU

Claas, l’upgrade delle Lexion 700

By at Ottobre 31, 2015 | 14:14 | Print

Claas, l’upgrade delle Lexion 700

L’anno prossimo segnerà un traguardo significativo per Claas. Saranno infatti ottanta le stagioni di raccolta affrontate dalle sue mietitrebbie, al lavoro fin dal 1936, anno del lancio sul mercato della prima macchina, la Claas MDB, espressamente dedicata alle condizioni di raccolta e alle produzioni del Vecchio Continente.

 

EVOLUZIONE TECNOLOGICA SENZA SOSTA

CLAAS_lexion_83

Da allora ad oggi l’evoluzione tecnologica è stata costante, determinando un continuo incremento del livello di prestazioni, affidabilità operativa, efficienza e comfort di guida offerto dalle mietitrebbie a marchio Claas, assicurando al costruttore tedesco ottimi successi di vendite ed una solida posizione di leader assoluto di mercato nel settore delle grandi macchine da raccolta.

 

SIGNIFICATIVI AGGIORNAMENTI

LEXION_2016_81

Per celebrare degnamente l’anniversario Claas ha voluto concentrare l’attenzione proprio sulle prime della classe, le potenti mietitrebbie Lexion 700 ibride realizzate all’interno del quartier generale di Harsewinkel e sugli allori da vent’anni, rendendole oggetto di consistenti aggiornamenti – riguardanti soprattutto le motorizzazioni, il sistema di pulizia e di separazione della granella residua, il trinciapaglia e i sistemi elettronici – che hanno ulteriormente alzato l’asticella in termini sia di contenuti tecnici e funzionali sia di performance.

 

CINQUE MODELLI DA 405 A 625 CAVALLI

LEXION_760_54

Pronta dunque allo sbarco sotto i riflettori della prossima Agritechnica di Hannover, la nuova serie Lexion 700 versione 2016 è declinata in cinque modelli denominati come in passato 740, 750, 760 (nella foto sopra), 770 e 780 (nella foto di apertura) ed oggi in grado di erogare potenze massime che vanno dai 405 cavalli del 740 fino ai 625 dell’ammiraglia, la Lexion 780, passando per i 435 cavalli sviluppati dalla Lexion 750, i 503 della 760 ed i 585 messi a disposizione dalla 770.

 

MOTORI MERCEDES-BENZ DI ULTIMA GENERAZIONE

LEXION_2016_engine_93

Cambiano però, come detto, i motori, ora rappresentati per la quasi totalità sulla Lexion 700 dai propulsori di ultima generazione Mercedes-Benz sei cilindri in linea: gli OM 470 da 10,7 litri di cubatura sui modelli 740 e 750 e gli OM 473 da 15,6 litri di cubatura sui top di gamma 770 e 780.

Fa eccezione la Lexion 760, equipaggiata di un motore a marchio Perkins 2206F a sei cilindri (in sostanza il tradizionale Caterpillar C13 da 12,5 di cilindrata).

 

CONFORMITÀ AGLI STANDARD STAGE IV/TIER 4 FINAL SULLE EMISSIONI

CLAAS_lexion_55

Nuove motorizzazioni grazie alle quali vengono soddisfatte le normative Stage IV/Tier 4 Final sulle emissioni mediante l’azione combinata del sistema di riduzione catalitica selettiva (Scr) con additivo a base di urea e del ricircolo dei gas di scarico (Egr).

 

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO DYNAMIC COOLING

LEXION_raffreddamento_93

Da segnalare inoltre il sistema di raffreddamento Dynamic Cooling, adesso con l’avvento della nuova serie Lexion 700 esteso anche ai più piccoli modelli 740 e 750 (che hanno ripreso anche il design della carrozzeria delle sorelle maggiori): un sistema dotato di ventola a velocità variabile che fornisce in tempo reale la potenza di raffreddamento esattamente proporzionata alla effettiva richiesta del motore.

 

SERBATOI MAGGIORATI

LEXION_serbatoio_95

In raccordo con le incrementate potenze delle sue mietitrebbie, poi, Claas ha aumentato le dimensioni dei serbatoi per la granella, che sui due modelli di punta 770 e 780 – proposti anche in versione cingolata Terra Trac – raggiungono una capacità massima di 13.500 litri, con uno scarico di 130 litri al secondo, il che consente lo svuotamento della tramoggia in meno di due minuti.

LEXION_serbatoi_87

Dietro le elevate prestazioni garantite in ogni condizione di raccolta dalla Lexion 700 c’è sempre il collaudato Aps Hybrid System (nella foto sotto), che rappresenta l’efficace sinergia tra la tecnologia di trebbiatura tangenziale Aps e quella RotoPlus a due rotori longitudinali per la separazione della granella residua.

ProEXR File Description =Attributes= cameraAperture (float): 36.000000 cameraFarClip (float): 1000.000000 cameraFarRange (float): 1000.000000 cameraFov (float): 51.999996 cameraNearClip (float): 1.000000 cameraNearRange (float): 0.000000 cameraProjection (int): 0 cameraTargetDistance (float): 200.000000 cameraTransform (m44f): [{-0.0868332, 0.0864886, -0.992462, -2958.53}, {-0.996223, -0.00753856, 0.0865054, -4949.43}, {0, 0.996224, 0.0868165, -71.8733}, {0, 0, 0, 1}] channels (chlist) compression (compression): Zip16 dataWindow (box2i): [0, 0, 4999, 3749] displayWindow (box2i): [0, 0, 4999, 3749] gamma (float): 1.000000 lineOrder (lineOrder): Increasing Y pixelAspectRatio (float): 1.000000 screenWindowCenter (v2f): [0.000000, 0.000000] screenWindowWidth (float): 1.000000 =Channels= A (half) B (half) G (half) R (half)

 

NUOVO SISTEMA DI PULIZIA 4D

Ma, se sulla precedente generazione di macchine Claas il sistema di pulizia 3D significava la frontiera più avanzata in termini di compensazione dell’oscillazione laterale durante le operazioni in collina, dalle sue rinnovate mietitrebbie ad alta potenza il costruttore tedesco ha voluto ottenere ancora di più sotto il profilo di una ottimale distribuzione della granella.

ProEXR File

A tal fine, unitamente alla dotazione aggiuntiva di un terzo paio di piastre accecatrici per ciascun rotore, ha reso disponibile sulle Lexion 700 anche il nuovo sistema di pulizia 4D  – la “nostra quarta dimensione”, lo definiscono in casa Claas – che regola automaticamente gli asciugatori delle griglie del rotore e i giri del ventilatore.

Si tratta di regolazioni che vengono effettuate sulla base sia dell’inclinazione trasversale e longitudinale della macchina sia della potenza assorbita da separazione e pulizia: durante questo processo le rispettive metà dei segmenti dei deflettori (piastre accecatrici) di cui sono munite le griglie dei rotori longitudinali, dunque, si aprono o si chiudono in automatico in funzione delle necessità, come accade alla velocità di ventilazione, variata automaticamente durante la guida in salita o in discesa (nella foto sopra il risultato ottenuto con l’uso dei deflettori nel fotogramma in alto e senza deflettori in quello sotto).

 

INCREMENTO DELLE DIMENSIONI DEI TRINCIPAGLIA

LEXION_trinciapaglia_93

In vista di una superiore produttività, poi, Claas ha potenziato i trinciapaglia delle nuove Lexion 700, ampliando il diametro del tamburo di 5 centimetri e migliorando così l’alimentazione e il flusso del residuo di trebbiatura.

CLAAS_lexion_37

Il fondo di attrito e i controcoltelli del trinciapaglia, inoltre, possono essere regolati comodamente, tramite il terminale Cebis, dalla cabina e sempre dalla cabina l’operatore è in grado di selezionare la modalità desiderata – trasporto, trinciatura o andanatura – premendo semplicemente un pulsante.

 

MIGLIORATA GESTIONE DELLA PAGLIA

LEXION_gestione_paglia_93

Le nuove mietitrebbie vantano anche un migliorato livello di precisione di spargimento della paglia grazie al distributore radiale (nella foto sotto) dotato di una funzione di mappatura e oggi azionato da un sistema meccanico dedicato.

ProEXR File Description =Attributes= cameraAperture (float): 36.000000 cameraFarClip (float): 1000.000000 cameraFarRange (float): 1000.000000 cameraFov (float): 51.999996 cameraNearClip (float): 1.000000 cameraNearRange (float): 0.000000 cameraProjection (int): 0 cameraTargetDistance (float): 200.000000 cameraTransform (m44f): [{0.601815, 0.350099, -0.717809, -2730.09}, {-0.798636, 0.263818, -0.540908, -7106.63}, {-1.49012e-08, 0.898794, 0.438371, 1399.5}, {0, 0, 0, 1}] channels (chlist) compression (compression): Zip16 dataWindow (box2i): [0, 0, 5999, 4499] displayWindow (box2i): [0, 0, 5999, 4499] gamma (float): 1.000000 lineOrder (lineOrder): Increasing Y pixelAspectRatio (float): 1.000000 screenWindowCenter (v2f): [0.000000, 0.000000] screenWindowWidth (float): 1.000000 =Channels= A (half) B (half) G (half) R (half) VRayObjectID.A (half) VRayObjectID.B (half) VRayObjectID.G (half) VRayObjectID.R (half)

Tra le prerogative salienti delle nuove Lexion 700 figura inoltre il sistema di controllo automatico del flusso di raccolto (nella foto sotto), messo a punto da Claas al fine di rilevare tempestivamente picchi di carico critici per la mietitrebbia.

ProEXR File Description =Attributes= cameraAperture (float): 36.000000 cameraFarClip (float): 1000.000000 cameraFarRange (float): 1000.000000 cameraFov (float): 2.000000 cameraNearClip (float): 1.000000 cameraNearRange (float): 0.000000 cameraProjection (int): 0 cameraTargetDistance (float): 200.000000 cameraTransform (m44f): [{-0.00233922, 1.78814e-007, -0.999997, -335906}, {-0.999997, 1.49012e-008, 0.00233924, -12.4991}, {-6.93889e-018, 1, -2.98023e-008, 0.507717}, {0, 0, 0, 1}] channels (chlist) compression (compression): Zip16 dataWindow (box2i): [0, 0, 5999, 3377] displayWindow (box2i): [0, 0, 5999, 3377] gamma (float): 1.000000 lineOrder (lineOrder): Increasing Y pixelAspectRatio (float): 1.000000 screenWindowCenter (v2f): [0.000000, 0.000000] screenWindowWidth (float): 1.000000 =Channels= A (half) B (half) G (half) R (half)

Il sistema sorveglia il regime del motore e le trasmissioni dei meccanismi Aps e RotoPlus cosicché, all’insorgere di problematiche, coclea di alimentazione, barra e sistema di scarico del cassone granella vengono automaticamente esclusi onde prevenire danni importanti e minimizzare i tempi morti.

 

CEMOS AUTOMATIC AGGIORNATO

LEXION_cemos_automatici_93

Sulla rinnovata serie di mietitrebbie Lexion 700 – i cui modelli 750 e 760 sono ora disponibili anche nella versione Montana (nella foto sott0) con telaio in grado di compensare pendenze laterali fino al 17% – è stato aggiornato da Claas anche il Cemos Automatic, l’esclusivo sistema che regola in continuo e in modo completamente automatico la separazione della granella residua e la pulizia, adeguando costantemente la macchina alle condizioni della raccolta.

LEXION_montana_93

In precedenza applicato alle operazioni su grano, orzo e colza, oggi il Cemos Automatic consente di intervenire anche su mais e soia e può essere gestito, al pari di tutte le altre funzioni della mietitrebbia, tramite il terminale Cebis.

 

Le specifiche tecniche

Modello  740  750  760  770  780
Motore  Mercedes-Benz  Mercedes-Benz  Perkins  Mercedes-Benz  Mercedes-Benz
Cilindri/cilindrata (litri) 6 in linea/10,7 6 in linea/10,7 6 in linea/ 12,5 6 in linea/15,6 6 in linea/15,6
Potenza massima (cavalli)  405  435  503  585  625
Capacita serbatoio carburante (litri)  800 (0 1.150)  800 (0 1.150)  1.150 (800 Montana)  1.150  1.150
Larghezza del battitore (millimetri)  1.420  1.420  1.420  1.700  1.700
Diametro del battitore (millimetri)  600  600  600 600  600
Sistema di separazione  Roto Plus     Roto Plus   Roto Plus   Roto Plus   Roto Plus
Lunghezza dei rotori (millimetri)  4.200  4.200  4.200  4.200  4.200
Capacita serbatoio cereale (litri)  10.000 ( o 9.000)  10.000  11.000 (10.000 Montana)  11.500 (0 12.800) (13.500 Terra Trac) 12.800 (13.500 Terra Trac)

 

 
© riproduzione riservata
 

 

Macchine , ,

Related Posts

Comments are closed.