CTsmart24:  il portale dei contoterzisti per i contoterzisti

News 18/03/2021 -

Sinergia tra colleghi: è questa la parola d’ordine di CTsmart 24, il portale web che consente agli agromeccanici di fare rete condividendo, attraverso Internet, macchinari e attrezzature, in modo da ottimizzare la produttività e soddisfare con un servizio professionale e puntuale le richieste provenienti dal mondo agricolo.

 

UN’INIZIATIVA CHE NASCE DALL’INTERNO DELLA CATEGORIA

Si tratta di un’iniziativa sviluppata da contoterzisti per contoterzisti, che si avvale del supporto di  alcuni ingegneri con specializzazione gestionale e informatica e della collaborazione con i ricercatori dell’Osservatorio Smart AgriFood del Politecnico di Milano.

E proprio a Damiano Frosi, responsabile dello sviluppo delle relazioni con le aziende Partner degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano nonché grande appassionato di agricoltura, come lui stesso ha voluto sottolineare, è toccato lo scorso 28 febbraio il compito di introdurre e coordinare il webinar di presentazione dell’innovativo portale, lanciato in anteprima a Fieragricola 2020 e ora ufficialmente in rete.

 

CONDIVIDERE PER OTTIMIZZARE

«Il progetto – ha spiegato Frosi, dopo aver delineato il contesto di riferimento in cui si colloca l’idea CTsmart 24, che è quello dell’Agricoltura 4.0 e della evoluzione (o rivoluzione) digitale nella quale il contoterzista è chiamato ad assumere un ruolo da protagonista – si ispira ai principi della cosiddetta “Sharing Economy” che vede nella condivisione degli asset e nella collaborazione tra le aziende un approccio nuovo e dirompente nel modo di fare business all’interno della filiera agricola».

«L’obiettivo primario – ha puntualizzato Giuliano Oldani (nella foto sopra), contoterzista che opera tra Milano e Lodi e consigliere dell’Unione nazionale contoterzisti agromeccanici e industriali (Uncai) che ha avuto un ruolo di primo piano nell’ideazione del portale – è quello di offrire una soluzione a uno dei principali problemi delle imprese agromeccaniche, vale a dire la difficoltà di gestire i picchi di lavoro nei periodi di punta, legati al progressivo restringersi delle finestre di semina e di raccolta di molti prodotti ma anche all’andamento meteorologico sempre più bizzarro, continuando ad offrire agli agricoltori un servizio di qualità in modo tempestivo».

Oldani ha anche voluto evidenziare come si tratti di un’iniziativa trasversale, che vede la partecipazione di contoterzisti appartenenti sia a CAI sia ad Uncai – attualmente sono nel complesso già più di 40 gli agromeccanici che stanno utilizzando il portale nelle sue prime funzionalità – tant’è vero che durante il webinar sono intervenuti, tra gli altri, sia Roberto Scozzoli di Apimai/Uncai sia Roberto Guidotti di CAI.

 

UN GESTIONALE SU MISURA DELLE AZIENDE AGROMECCANICHE

In linea generale, dunque, CTsmart24 permette agli agromeccanici registrati di far conoscere in modo più semplice ed immediato il proprio parco macchine e le lavorazioni che sono in grado di effettuare (funzione di vetrina), di trovare in tempo reale i mezzi dei quali hanno bisogno nonché di pianificare le attività e gestire la propria azienda ovunque si trovino.

Sotto il cofano di CTsmart 24 gira un motore fatto anche di algoritmi predittivi che avvertono il contoterzista della necessità di ricorrere alla collaborazione di un collega prima che questa si palesi con urgenza, tutto nel rispetto di un codice etico.

 

LE FUNZIONALITÀ DEL PORTALE

Entrando nei dettagli di questo strumento dalle grandissime potenzialità, il contoterzista che lo desidera può effettuare la registrazione al portale e avere così accesso alla propria Area Riservata, dove potrà inserire macchinari, dipendenti/operatori e clienti, in modo da  avere sotto controllo tutti i mezzi, compresi i loro costi, e di consuntivare in modo preciso le attività svolte per ciascun cliente.

Ci sarà anche la possibilità di collegare documenti e relative scadenze monitorate tramite un sistema di alert.

Si viene a creare in questo modo una banca dati che raggruppa le attrezzature presenti in un certo territorio. In pratica, quando un contoterzista ha un picco di lavoro o gli viene richiesta una macchina che non possiede può consultare la banca dati e vedere se ci sono macchine corrispondenti alle sue necessità che in quel momento sono sottoutilizzate. A quel punto può contattare il collega e accordarsi per svolgere il lavoro.

Come ha sapientemente illustrato Frosi, che si è avvalso dell’aiuto di alcuni demo video, gli agromeccanici possono ricercare i macchinari per verificarne la disponibilità, in base al tipo di lavorazione, al brand o al modello, con ulteriori opzioni di ricerca per CAP e coltura.

 

GLI SVILUPPI FUTURI: l’APP OPERATORE E L’APP PUBBLICA

Nei prossimi mesi sarà attivata la App Operatore che permetterà agli operatori, attraverso lo smartphone, di segnalare con puntualità tutte le attività svolte, per avere poi sul portale tutta una serie di informazioni che semplificano enormemente la vita massimizzando al contempo l’efficienza gestionale dell’azienda.

Ed è prevista anche una App pubblica gratuita disponibile per agricoltori, agronomi, concessionari che potranno intercettare nel portale il tipo di macchina con particolari caratteristiche e/o tipo di lavorazione di cui necessitano.

 

ULTERIORI SERVIZI IN CANTIERE

Saranno anche proposti spazi studiati per i collegamenti ai link delle case costruttrici o concessionarie riguardanti le loro proposte di vendita e/o noleggio macchine e sarà inoltre possibile cercare officine autorizzate e/o rivendite speciali.

Per finire, ha fatto presente Frosi, verranno fatte convenzioni con piattaforme di precision farming.

CTsmart24 è supportato da vari sponsor, tra cui Agri Parts Italy, Arvatec, Argo Tractors, Claas Italia, New Holland Agriculture, Syneco, Sidagricrop e Trelleborg.

 

© Barbara Mengozzi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori