Deutz-Fahr: nuova Serie 6 TTV, con inedita trasmissione continua made in SDF

Macchine , Trattori 09/12/2021 -

Guardando ai criteri base della sua più moderna filosofia progettuale e costruttiva, ispirata alla proposta di macchine altamente versatili, potenti, affidabili, in grado di offrire elevato comfort di guida associato a sicurezza e tecnologia perfettamente allineata alle tendenze di Precision Farming e connettività, Deutz-Fahr prosegue nell’opera di rinnovamento delle proprie gamme di trattori di alta potenza con trasmissione a variazione continua.

Adesso, sulla scia delle aggiornate serie 7 e 8, arriva la nuova generazione della serie 6 TTV, gamma made in Germany – vede la luce infatti presso il complesso produttivo Deutz-Fahr Land a Lauingen, in Baviera – declinata nei modelli 6190 TTV, 6210 TTV, 6230 TTV (nella foto di apertura) e 6230 TTV HD, ulteriormente potenziati nel comfort, nell’efficienza dei consumi e nel contenimento dei costi operativi, che mettono a disposizione potenze comprese tra i 192 (sul 6190 TTV) e i 230 cavalli (sui 6230 TTV e 6230 TTV HD).

 

MOTORE SEI CILINDRI DEUTZ DA 6,1 LITRI STAGE V A BASSI COSTI DI GESTIONE

Ad equipaggiare la nuova serie 6 TTV è il propulsore a sei cilindri Deutz TCD da 6,1 litri di cubatura Stage V, ad alta efficienza e reattività, con turbocompressore, intercooler e common rail fino a 1600 bar, dotato di pompe di iniezione lubrificate dall’olio motore.

Un propulsore che, rispetto alle precedenti generazioni, offre una riserva di coppia più elevata e una coppia massima di 970 newtonmetri sul top di gamma a 1500 giri al minuto (ridotto in media fino al 5 per cento, nello stesso tempo, il consumo di carburante e di AdBlue), disponendo inoltre per il post-trattamento dei gas di scarico di sistema SCR associato a DOC e a filtro antiparticolato diesel passivo (DPF) supplementare: soluzione che, oltre a minime emissioni inquinanti, assicura ottimi valori di consumo specifico.

Tre, in particolare, i vantaggi offerti dal post-trattamento dei gas di scarico con il filtro antiparticolato di tipo passivo:  nessuna iniezione supplementare di gasolio per la pulizia del filtro, minore produzione di calore e interventi di rigenerazione decisamente più rapidi rispetto ai filtri tradizionali, con conseguente risparmio di tempo e denaro, nella piena conformità ai limiti imposti dallo Stage V.

L’efficienza del propulsore è supportata anche dalla ventola “eVisco”, con velocità di rotazione controllata dalla centralina elettronica e dal nuovo compatto sistema di raffreddamento ad alte prestazioni. Da segnalare, poi, sia l’esclusivo sistema di apertura completa dei radiatori, che permette di effettuare la manutenzione in modo notevolmente veloce e agevole, sia il più basso costo di gestione, grazie ad un intervallo di sostituzione dell’olio motore prolungato a 1000 ore, mentre quelli dell’olio della trasmissione e dell’olio idraulico sono stati estesi a ben 2000 ore. I nuovi grandi serbatoi monolitici, poi, con capacità massima di 420 litri, assicurano una lunga autonomia.

 

NUOVA TRASMISSIONE A VARIAZIONE CONTINUA TTV PRODOTTA DAL GRUPPO SDF, AI VERTICI PER EFFICIENZA E AFFIDABILITÀ

Sostanziale novità sulla nuova serie 6 è ancora una volta rappresentata dalla affidabile trasmissione TTV a variazione continua, basata sullo stesso layout introdotto sui modelli delle serie 7 e 8 TTV della casa tedesca, sviluppata e prodotta dal gruppo SDF (in sostituzione della precedente trasmissione continua di matrice ZF che ne ha cessato la produzione).

Perfetta combinazione di due gruppi idrostatici ad alta pressione estremamente efficienti abbinati a componenti meccanici epicicloidali  ottimizzati, il nuovo powertrain – il cui assemblaggio finale è effettuato  nello stabilimento Deutz-Fahr Land di Lauingen – si distingue per la sua robustezza e garantisce un notevole flusso di potenza meccanica sempre fluido e regolare nelle tipiche condizioni di lavoro, sia alle basse sia alle alte velocità, con ridotti consumi di gasolio e minor dissipazione di calore.

Da notare che il modello 6230 TTV HD adotta la stessa trasmissione di tipo composito che equipaggia il 7250 TTV, la Compound 7560, mentre gli altri esemplari della serie 6 TTV montano versioni più ridotte della trasmissione made in SDF.

Una trasmissione concepita quindi da Deutz-Fahr per massimizzare la produttività della serie 6 ed in grado cosi di offrire elevate prestazioni di traino, massima accelerazione e raggiungimento dei 60 chilometri orari (sul modello 6230) a soli 1800 giri al minuto del motore e dei 40 chilometri orari a meno di 1200 giri al minuto.

 

IMPIANTO IDRAULICO CLEANOIL AD ALTA TECNOLOGIA ED ELEVATE PRESTAZIONI, CON TRE PORTATE FINO AD UN MASSIMO DI 210 LITRI

Dotati di attacchi che possono essere utilizzati per qualsiasi combinazione di attrezzi, i produttivi trattori della nuova serie 6 TTV dispongono di un avanzato impianto idraulico CleanOil provvisto di soluzioni premium ad alta tecnologia: il circuito idraulico è indipendente dal circuito di lubrificazione della trasmissione, garantendo una lunga durata utile, mentre la pompa Load Sensing è disponibile con portate di 120 o 160 litri al minuto, fino ad un massimo di 210 litri al minuto per il modello 6230 TTV HD.

È possibile prelevare ben 90 o 60 litri di olio da inviare alle attrezzature e si può inoltre contare su un massimo di cinque distributori idraulici nella zona posteriore e su due in quella anteriore (oltre all’eventuale distributore dedicato al sollevatore), tutti a controllo elettronico e a comando proporzionale per una gestione molto precisa degli attrezzi.

 

CAPACITÀ MASSIMA DI 9200 CHILI PER IL SOLLEVATORE POSTERIORE E DI 5450 PER QUELLO ANTERIORE

La capacità del sollevatore posteriore ammonta a 9200 chilogrammi, con possibilità di montare stabilizzatori laterali idraulici. Nuova funzione presente sui trattori della serie 6 TTV, poi, è costituita dalla posizione di trasporto integrata per gli stegoli reclinabili.

Raggiunge invece i 5450 chilogrammi la capacità del sollevatore anteriore con posizione controllata, che può essere accoppiato con la presa di forza anteriore Dual Speed da 1000 e 1000ECO (velocità che possono essere selezionate dalla cabina sull’InfoCentrePro). Le velocità ECO, disponibili ovviamente anche per la presa di forza posteriore, consentono all’operatore di lavorare a velocità parziali, fornendo chiari vantaggi in termini di consumo e di riduzione dell’usura. Il tutto è completato con un’intuitiva interfaccia anteriore e posteriore, per una agevole connessione delle attrezzature ISOBUS compatibili.

Quanto alla presa di forza posteriore, ad inserimento elettroidraulico modulabile attraverso l’iMonitor, dispone di serie di tre velocità (540ECO/1000/1000ECO) e il suo codolo intercambiabile ne rende agevole e rapida la sostituzione, facilitando il collegamento con qualsiasi attrezzatura, e riducendo anche i costi in caso di danneggiamento.

Le modalità di funzionamento della presa di forza possono essere gestite sia dal bracciolo in cabina sia da entrambi i parafanghi posteriori (e, per un comodo collegamento dell’attrezzo, la presa di forza posteriore presenta ora anche una posizione di neutro).

 

ASSALE ANTERIORE CON SOSPENSIONI ADATTATIVE E FRENI A DISCO A SECCO ABBINATI AL SERVOFRENO

In tema di novità, incrementata la capacità operativa della serie 6 TTV  di ultima generazione, grazie ad un peso lordo del veicolo pari a 14,5 tonnellate (15,5 tonnellate sulla versione HD del modello 6230). E l’elenco delle speciali prerogative della rinnovata gamma di trattori di casa Deutz-Fahr prosegue con la confermata presenza del ponte anteriore provvisto di sospensioni intelligenti e adattative controllate elettronicamente: innovativo concetto che conferisce alla nuova serie marcata stabilità, sia durante le operazioni di traino più gravose sia durante lo spostamento di grossi carichi, incrementando la sicurezza di guida. E, al fine di garantire un miglior utilizzo anche su terreni dissestati, gli ammortizzatori sono montati sul lato anteriore dell’assale.

I trattori della serie 6 TTV possono inoltre essere dotati dell’esclusivo impianto frenante, che annovera freni a disco a secco ad alte prestazioni sul ponte anteriore abbinati al servofreno, a garanzia delle massime performance in frenata con minore pressione sul pedale, di un comfort di guida ottimale e della massima sicurezza.

 

SICUREZZA AL TOP CON FRENATURA PNEUMATICA E IDRAULICA DUALMODE DEL RIMORCHIO

Sempre sul fronte sicurezza, questi nuovi modelli, a seconda delle esigenze di traino, possono essere dotati di frenatura pneumatica e idraulica Dual-Mode del rimorchio, conformi alla recente Mother Regulation. Il sistema frenante pneumatico dispone, nello specifico, dell’advanced Trailer Brake Management (aTBM) che ottimizza significativamente le prestazioni frenanti della combinazione trattore-rimorchio, riducendo lo spazio di frenata e migliorando la stabilità in frenatura (disponibile anche un freno motore che attiva la ventola E-Visco per aumentare la capacità di decelerazione).

Disponibile, inoltre, un pacchetto con 23 luci da lavoro a Led e, grazie alla funzione Coming Home – che illumina l’ambiente circostante la macchina quando si esce o si entra nella stessa in assenza di luce – è possibile scendere dal nuovo trattore in piena sicurezza dopo la giornata di lavoro.

 

CABINA MAXIVISION AI MASSIMI LIVELLI DI COMFORT ED ERGONOMIA

Punta a superiori standard di stile, comfort ed ergonomia, poi, la spaziosa e luminosa cabina MaxiVision, montata su Hydro Silent-Block così da ridurre rumore e vibrazioni fino al 40 per cento ed equipaggiabile a richiesta con sospensione meccanica o pneumatica perfezionata, in grado di offrire, grazie ai vetri arrotondati, una ottimale visibilità panoramica. Sempre su richiesta è disponibile il parabrezza frontale apribile e la versione con tettuccio trasparente per operare al meglio con il caricatore frontale.

Ai vertici dell’hi tech, l’ampio abitacolo della cabina dei nuovi trattori serie 6 TTV garantisce un ambiente di lavoro di prim’ordine: vedi in tal senso la perfetta climatizzazione, un sedile pneumatico che può ruotare fino a 23 gradi, la logica, chiara e funzionale disposizione dei comandi, il nuovo joystick MaxCom posto sul bracciolo destro.

 

L’AVANZATO INFOCENTERPRO E LA NUOVA INTERFACCIA IMONITOR3, SEMPRE PIU’ INTUITIVA E ARRICCHITA DI FUNZIONI AGGIUNTIVE

E poi i gioielli della tecnologia,  l’avanzato InfoCenterPro – una plancia digitale, integrata con il piantone dello sterzo inclinabile, provvista di display LCD a colori da 5 pollici ad alta risoluzione personalizzabile – e il nuovo iMonitor3, che consente il controllo di tutte le funzioni dei trattori serie 6, mostra i terminali virtuali ISOBUS, permette lo scambio di dati con Agrirouter e visualizza fino a quattro telecamere.

La nuova interfaccia iMonitor3 è ancora più intuitiva e dispone di nuove e utili funzioni aggiuntive. Tramite XTend, ad esempio, è possibile proiettare lo schermo in modalità wireless su tablet esterni, il che permette all’operatore di disporre di una migliore visione d’insieme, ad esempio del sistema di guida, e di effettuare comodamente regolazioni sugli attrezzi dall’esterno della cabina, utilizzando ISOBUS UT sul tablet.

Da evidenziare anche la funzione Auto-Turn, che consente al trattore di girare automaticamente alle capezzagne, senza necessità di intervento dell’operatore. La nuova serie 6 TTV, nell’ambito delle soluzioni digitali e della connettività, offre inoltre in dotazione standard anche un pacchetto di gestione dati e il nuovo sistema deputato alla gestione della flotta SDF Fleet Management, con possibilità, tra l’altro, di usufruire della diagnostica da remoto per migliorare il flusso di comunicazione tra il concessionario e il conducente del trattore.

 

COMUNICAZIONE BIDIREZIONALE TRA TRATTORE E ATTREZZI

I nuovi modelli della serie 6 TTV di Deutz-Fahr, infine, possono anche svolgere funzioni Tim ready (Tractors Implement Management), in grado di far fronte alle richieste delle attrezzature e di consentire la comunicazione bidirezionale tra il trattore e gli attrezzi, formando così una combinazione trattore-attrezzo chiusa e intelligente, a tutto vantaggio dell’efficienza, della precisione e del comfort del lavoro.

 

© Stefania Capponi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news