Fendt: design e cabina di matrice tedesca  per la nuova irroratrice semovente Rogator 900

Macchine 22/07/2021 -

Marchio dall’anima e dalla mission sempre più globale, Fendt continua ad ampliare il raggio della sua offerta con macchine progettate in vista di un mercato sempre più vasto. Emblematico e molto importante in tale ottica il lancio (l’anteprima mondiale è avvenuta lo scorso 13 luglio durante l’International Agco/Fendt Press Conference 2021) del nuovo Fendt Rogator 900, irroratrice semovente hi-tech frutto di un completo processo di revisione del Rogator di Agco, sviluppato, prodotto e utilizzato negli Stati Uniti già da oltre vent’anni.

Concepita per impieghi su grandi superfici a livello mondiale, la nuova irroratrice semovente per applicazioni fitosanitarie e concimazione di casa Fendt, che sarà disponibile in mercati selezionati come Stati Uniti, Sud America, Canada, Australia, Russia e Ucraina, potrà essere ordinata in Nord America a partire dal prossimo ottobre (con consegne che prenderanno il via dal maggio 2022) per essere successivamente fruibile anche in altri mercati.

 

DECLINATA IN CINQUE MODELLI, NEL RANGE DI POTENZA DA 290 A 369 CAVALLI

Roland Schmidt, Vice President Marketing Fendt, illustra le caratteristiche del Fendt Rogator 900 nel corso della International Agco/Fendt Press Conference dello scorso 13 luglio.

Proposta nel Fendt Nature Green, il colore tipico della scuderia tedesca, la nuova serie Rogator 900 viene declinata in cinque modelli, Rogator 932, 934, 934H (High Clearance), 937 e Rogator 937H, con un range di potenza compreso tra 290 e 369 cavalli, una larghezza esterna che va da  3,91 a 4,49 metri e larghezze di lavoro da 27 a 40 metri.

Grande macchina perfetta, quindi, per completare il parco di aziende agricole di notevole estensione, affiancando la seminatrice di precisione Fendt Momentum e la grande mietitrebbia Fendt Ideal.

 

VENTILATORE REVERSIBILE PER UNA MAGGIORE EFFICIENZA NEL RAFFREDDAMENTO

Chris Iversen, Product Manager Fendt Rogator 900.

Sulle nuove irroratrici semoventi è lo stesso cofano del trattore Fendt 900 Vario a coprire il motore Agco Power a sei cilindri da 8,4 litri, atto a garantire potenza sufficiente per un impiego affidabile. La variante nordamericana del Rogator 900 è conforme alla normativa sulle emissioni Tier 4 Final mediante il catalizzatore di ossidazione diesel (DOC), il filtro antiparticolato diesel (DPF) e la tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction per la riduzione dell’azoto). In Sud America, Australia ed Europa orientale il Fendt Rogator 900 è conforme alla norma sui gas di scarico Tier 3.

Il propulsore della serie Rogator 900 è inoltre dotato di un ventilatore variabile, con flusso d’aria controllato regolando l’angolo di incidenza delle singole pale e con funzione di inversione, grazie alla quale il radiatore viene pulito da depositi, pollini e polvere fine.

 

ALTEZZA DA TERRA DI ALMENO 142 CENTIMETRI E TELAIO SOLLEVABILE FINO A 193 CENTIMETRI

Equipaggiati di telaio che può essere sollevato con la semplice pressione di un pulsante, i modelli Fendt Rogator 900 annoverano di serie un’altezza da terra di almeno 142 centimetri (o più a seconda degli pneumatici scelti). Da segnalare che sulla versione speciale High Clearance, disponibile per i modelli 934 e 937, è possibile per la prima volta sollevare il telaio dell’irroratrice semovente fino a 193 centimetri, il che consente di utilizzare queste macchine nelle coltivazioni di mais o girasole anche in fase di crescita avanzata, quando le piante hanno già raggiunto un’altezza fino a due metri, senza alcuna perdita di resa.

 

SISTEMA DI IRRORAZIONE FACILMENTE CONVERTIBILE IN  SISTEMA DI  CONCIMAZIONE MINERALE

Altro tratto distintivo dei Rogator 900, supportati di una ricca offerta di attrezzature per la protezione delle colture e di spandiconcime, è come visto la possibilità, al fine di estenderne l’utilizzo e il periodo di impiego, di convertire il sistema di irrorazione a sistema di concimazione minerale.

Adesso Fendt sulla nuova gamma, mettendo a frutto oltre vent’anni di esperienza in questa tecnologia, ha rivisto, velocizzandole, le soluzioni per il cambio tra i sistemi (eseguito con una gru o con l’aiuto di un impianto di sollevamento), tanto che, se in precedenza con due persone il cambio richiedeva quattro ore, oggi sono necessarie soltanto due ore.

 

DISPONIBILI DIVERSI SISTEMI DI UGELLI, PER LA MASSIMA PRECISIONE

Dotato di sospensioni pneumatiche a ruota singola che incrementano stabilità e comfort di guida (mentre il collaudato Flex Frame assicura un contatto continuo tra pneumatici e terreno e una trazione ottimale in ogni momento), il Fendt Rogator 900 con sistema di irrorazione dispone di diversi sistemi di ugelli.

Oltre ai corpi degli ugelli elettrici di serie, dunque, il sistema OptiPulse, basato su ugelli con modulazione della larghezza dell’impulso (PWM), è disponibile a richiesta per un’applicazione particolarmente precisa dei fitofarmaci: con OptiPulse, infatti, la quantità di applicazione per ogni porta-ugello può essere regolata singolarmente, soluzione in grado di prevenire il sovradosaggio o il sottodosaggio, riducendo così anche il rischio di formazione di resistenze.

Tecnologie come la guida parallela VarioGuide, SectionControl o VariableRateControl per il trattamento specifico delle sezioni, inoltre, consentono un’applicazione dei prodotti sempre più precisa e mirata in funzione delle necessità.

 

CABINA SPAZIOSA E CONFORTEVOLE MUTUATA DAL 700 VARIO

Prodotta presso il centro di competenza per cabine ad Asbach-Bäumenheim in Germania, la spaziosa cabina Visioplus del Rogator 900 (mutuata dal Fendt 700 Vario), con le sue dotazioni di prima classe e la collaudata filosofia di comando di Fendt, garantisce un elevato livello di comfort di lavoro.

Grazie al suo parabrezza continuo, consente una visione senza ostacoli del raccolto e, tra gli equipaggiamenti di spicco, annovera i ben conosciuti joystick multifunzione e bracciolo di casa Fendt, come pure il terminale Vario 10.4, ripreso dall’irroratrice Rogator 600 e dalla mietitrebbia Ideal.

A richiesta, poi, è possibile corredare il Rogator 900 di una stazione meteo sul tetto, i cui dati vengono trasmessi automaticamente alla cabina, cosicché l’operatore può tenere sempre sott’occhio anche le variazioni delle condizioni atmosferiche. E per l’impiego dell’irroratrice con fitofarmaci, in particolare, la cabina presenta un sistema doppio con filtro a carboni attivi, allo scopo di proteggere l’operatore da polvere, aerosol e vapori.

 

COMPATTAZIONE DEL SUOLO RIDOTTA GRAZIE AD UNA MAGGIORE SUPERFICIE D’APPOGGIO

Al fine di poter contare su una maggiore superficie d’appoggio degli pneumatici mirata ad una riduzione della compattazione del suolo, per l’irroratrice semovente Rogator 900 sono disponibili pneumatici nelle dimensioni di 480, 680 e 710 millimetri di larghezza. Grazie alla regolazione idraulica della larghezza della carreggiata (opzionale), inoltre, l’irroratrice può essere adattata alle esigenze della singola azienda e della coltura (e, sfruttando le possibili larghezze di carreggiata da 3 a 3,80 metri, il Fendt Rogator 900 è idoneo, tra l’altro, anche per l’agricoltura a traffico controllato).

Ad ulteriore protezione del suolo ed incremento dell’efficienza di lavoro, il costruttore tedesco offre a richiesta sui modelli Rogator 900 il pacchetto di funzioni per il sistema di gestione delle capezzagne Fendt TI Headland e la trazione integrale controllata tramite il terminale Vario, grazie alla quale la macchina raggiunge un raggio di sterzata di 4,50 metri, per una manovrabilità ottimale sul campo. Una combinazione, quella di Fendt TI Headland con la trazione integrale, che consente una notevole precisione di intervento, evitando passaggi inutili, con conseguente risparmio di tempo, nel consumo di carburante e nell’impiego di risorse come fitofarmaci o fertilizzanti, salvaguardando al contempo il terreno.

 

 
© riproduzione riservata
 
 
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news