Fima 2022: annunciate le date della rassegna

Eventi 18/03/2021 -

Sono già iniziati i preparativi in vista della 42esima edizione di Fima (Feria Internacional de la Maquinaria Agrícola), la rassegna internazionale della meccanica agraria che si svolgerà dall’8 al 12 febbraio 2022 nel quartiere fieristico di Saragozza, città capoluogo dell’Aragona, a metà strada tra Madrid e Barcellona.

Le date sono state annunciate in occasione della prima riunione del Comitato Organizzatore, tenutasi virtualmente, nel corso della quale il direttore generale della Feria de Zaragoza, Rogelio Cuairán, ha ricordato come l’obiettivo di Fima sia quello di rendere ancora una volta la fiera la piattaforma principale per mostrare la forza di un settore economico come l’agricoltura, che durante i mesi della pandemia ha saputo manifestare grande vitalità e notevole capacità di adattamento .

 

JOSÉ IGNACIO VEGA, DIRETTORE GENERALE DI CLAAS IBÉRICA, NUOVO PRESIDENTE DEL COMITATO ORGANIZZATORE

Nel suo discorso, il direttore generale dell’ente fieristico ha ringraziato  per la sua disponibilità il nuovo presidente del Comitato Organizzatore, José Ignacio Vega (nella foto sopra), direttore generale di Claas Ibérica, elogiando per l’encomiabile lavoro svolto José Lafuente al vertice del Comitato Organizzatore nell’edizione 2020 di Fima.

Dal canto suo il nuovo responsabile del Comitato ha confermato di essere pronto ad organizzare quella che sarà la prima Fima “della nuova era” e ha invitato tutti i membri del Comitato a fare il possibile  affinché l’edizione 2022 sia un successo.

 

LA FIGURA DELLA DONNA NEL MONDO AGRICOLO FILO CONDUTTORE DELLA RASSEGNA

La prossima edizione di Fima avrà come filo conduttore la figura della donna nel mondo agricolo con l’obiettivo di riconoscere e identificare l’importante ruolo delle donne nel settore. «Nelle aziende le donne occupano tutte le posizioni; la nostra azienda, Claas, è gestita da una donna, quindi ritengo che questo sia un aspetto importante da sottolineare», ha evidenziato Vega che ha concluso il suo intervento  augurandosi per  l’edizione 2022 del Fima il ritorno degli abbracci e delle strette di mano in una prospettiva di successo per l’intero settore.

 

UN SITO WEB RINNOVATO ED ARRICHITO

 

Javier Camo, direttore di FIMA, ha confermato la formula della manifestazione che prevede la suddivisione degli spazi espositivi per settori merceologici, con l’eventuale introduzione di  migliorie su un assetto già consolidato.

È stato invece deciso un rifacimento del sito web, per il quale ci si attende “un salto qualitativo e quantitativo” sia nella gestione sia nei servizi offerti. In linea generale, a detta di Camo, Fima 2022 dovrebbe potenziare  la parte digitale ed essere in grado di generare un maggiore business per i marchi.

 

AL VIA UN’INTENSA CAMPAGNA PROMOZIONALE

Nel frattempo è già partita la promozione dell’evento con un’intensa strategia multicanale con l’obiettivo di raggiungere in modo più diretto.

Confermata anche la formula relativa alla premiazione delle innovazioni mentre viene auspicata una maggiore visibilità nella città che ospita l’evento fieristico dal momento che «se Fima è agricoltura, Saragozza sia  agricoltura».

Alcuni membri del Comitato, come il presidente di Ansemat, Alfonso Tajada, hanno espresso il sostegno incondizionato del settore a Fima e a Saragozza. Sulla stessa linea, Javier Seisdedos, di Agco, che ha dichiarato «insieme faremo la nostra parte per rendere la prossima edizione di Fima se non la migliore, una delle migliori».

 

 
Fonte: Fima
Le immagini si riferiscono all’edizione 2020 della rassegna.
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori