Gaspardo: 40 anni di seminatrici

Attrezzature 03/01/2012 -

Gaspardo, leader mondiale nella semina di precisione, festeggia i quarant’anni di produzione delle seminatrici pneumatiche: risale infatti al 1972 il progetto e la realizzazione del modello P 730, precursore di una lunga serie di modelli che stravolsero il concetto di semina così come era inteso fino a quel momento, incontrando un favore crescente negli utilizzatori grazie alla maggiore precisione ed affidabilità  rispetto alle  tradizionali seminatrici a trasmissione meccanica.

In quarant’anni di sviluppo Gaspardo ha saputo rinnovare ed ampliare la gamma di modelli offerti raggiungendo un livello di notorietà riconosciuto da un numero sempre maggiore di agricoltori in ogni parte del mondo. L’evolversi delle esigenze di semina ha portato oggi a sviluppare macchine che, se poco assomigliano per dimensioni, peso e forma alla lontana P 730, nel principio di funzionamento ancora seguono quelle brillanti e futuristiche idee studiate, realizzate e messe a punto in quegli anni. Oggi la tecnica di semina si è spinta verso modelli che seminano senza lavorare il terreno o riducendo al minimo l’intervento su di esso; il numero di file gestito è cresciuto esponenzialmente all’aumentare delle potenze dei trattori impiegati per questa delicata quanto importante operazione. Oggi l’azienda di Pordenone è in grado di produrre dei veri e propri “monumenti” fino a ben 48 file per rispondere alle esigenze delle aree e aziende cerealicole più grandi al mondo.

I NUOVI MODELLI

Renata

La novità più interessante presentata da Gaspardo in questo specifico segmento è il modello Renata, una 8 file trainata dotata di telaio pieghevole a 3 m per il trasporto stradale e dal massiccio telaio che consente  l’impiego sia su sodo (utilizzando seminatori Regina) sia su minima lavorazione (con i seminatori MTR). Questo modello, che sarà disponibile per la vendita a partire dal 2013, ha una capiente tramoggia di ben 1800 l per garantire un’elevata autonomia e un agevole carico del fertilizzante. La trasmissione mediante ruota di contatto è affidabile e precisa anche in condizioni di lavoro difficili; la variazione della distanza tra i semi è rapida e confortevole grazie al cambio a leve. La robustezza del telaio non grava sul trattore grazie al sistema di connessione alle sole parallele inferiori, in questo modo per l’impiego di una 8 file bastano solamente 90 HP.

Magica

Altra novità tra le nipoti dell’antenata P 730 è  Magica, che si propone per l’ampia versatilità d’impiego grazie alle sue 8 file ad interfila variabile e può seminare diverse colture con semplici, rapide e pratiche operazioni che non richiedono utensili o chiavi. Trasmissione, telaio e guide di supporto degli elementi hanno oggi una resistenza sorprendente e le ali si possono parzialmente smontare per ridurre l’ingombro lavorando con interfila stretto.  La tramoggia del fertilizzante è disponibile in acciaio inox e 900 l di capienza.

Dal ’72 Gaspardo progetta e costruisce seminatrici pneumatiche di precisione con l’unico obiettivo di soddisfare le esigenze e necessità dei professionisti del settore in ogni parte del mondo che sanno di poter contare su di un Marchio che ha saputo svilupparsi in maniera incessante per offrire strumenti di lavoro che hanno fatto la storia dell’agricoltura moderna e che sapranno segnarne il futuro per lunghi anni a venire.

Fonte: Maschio Gaspardo
L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news