MENU

Germania: il trattore crolla oltre le attese, con una leadership controversa

By at Febbraio 7, 2019 | 18:33 | Print

Germania: il trattore crolla oltre le attese, con una leadership controversa

Anche sul mercato tedesco, al primo posto in Europa per numeri, il trattore ha innestato una brusca retromarcia dopo l’exploit del 2017 che aveva portato le immatricolazioni a 33.678 unità (23.030 unità se si esclude dalla somma il segmento sotto i 50 cavalli), facendo segnare una significativa crescita del 19,3 per cento.

Nel 2018 infatti, come è avvenuto in larghissima parte dei Paesi europei, cessato l’effetto Mother Regulation, le vendite si sono fortemente ridimensionate attestandosi su valori comunque inferiori di un migliaio di unità a quelli del 2016.

In base alle cifre fornite dalla VDMA (Verband Deutscher Maschinen- und Anlagenbau e.V), la principale associazione dei costruttori tedeschi nel campo dell’industria meccanica, nel 2018 sono stati immatricolati 27.670 trattori (21.857 considerando solo le potenze sopra i 50 cavalli), con una flessione del 17,8 per cento rispetto all’anno precedente.

clicca sulle tabelle per ingrandirle

Nella segmentazione del mercato per fasce di potenza si rileva, di pari passo con il trend rilevato in Francia, la débâcle dei trattorini sotto i 50 cavalli, quasi dimezzati in quanto scesi da 10.648 a 5.813 unità (-45,4%).

Flessione a due cifre anche per la fascia da 51 a 100 cavalli (-18,8%), passata da 7.333 a 5.958 unità, mentre la fascia da 101 a 150 cavalli ha guadagnato il 2,9 per cento raggiungendo quota 4.746 unità. Risulta in aumento anche il segmento sopra i 300 cavalli (+4,8%) composto da 1.624 unità (erano 1.550 nel 2017).

 

IL CERVO GUIDA LA CLASSIFICA GENERALE

Fonte: VDMA.

Per quanto riguarda il posizionamento dei marchi, John Deere risulta aver avuto la meglio su Fendt collocando 6.473 trattori (23,4% del mercato) contro i 5.384 del brand premium di casa Agco (19,5%).

 

SOPRA I 50 CAVALLI IL PRIMATO VA A FENDT

La leadership risulta però piuttosto controversa. Se si considera infatti il mercato sopra i 50 cavalli è Fendt, la cui offerta è composta esclusivamente da modelli oltre i 70 cavalli, a detenere il primo posto.

 

Fiera di questo risultato, la casa di Marktoberdorf ha diffuso lo scorso gennaio un comunicato stampa nel quale, con riferimento alle immatricolazioni tedesche del 2018, sottolinea la propria supremazia in tutte le classi di potenza a partire da 51 cavalli.

Fonte: Fendt

 

Cifre alla mano, prendendo in esame il mercato “over” 50 cavalli Fendt è salita dalle 4.270 unità del 2017 alle 5.382 del 2018 portando la propria quota di mercato al 24,6 per cento contro il 18,5 per cento del 2017.

Fonte: Fendt

 

Ma non è tutto. Sono marcati Fendt anche i primi tre trattori più gettonati dal pubblico tedesco: il 724 Vario con 901 unità vendute, il 516 Vario (560 unità) e il 313 Vario (546 unità).

 

CHI SALE E CHI SCENDE

Tornando al mercato considerato nella sua totalità, è salita sul terzo gradino del podio Case IH/Steyr, che ha brillantemente recuperato il terreno perso nel 2017 salendo da 2.200 a 2.337 unità, con un market share dell’8,4 per cento contro il 6,5 per cento del 2017.

Alle sue spalle Claas che, pur avendo subito un calo di 167 unità (da 2.181 a 2.014), ha portato la propria quota di mercato dal 6,5 al 7,3 per cento.

Ha perso unità ma guadagnato punti percentuali anche New Holland, al 5° posto con 1.900 unità e il 6,9 per cento del mercato.

Perdite pesanti si segnalano per Deutz-Fahr, che ha lasciato sul terreno 1.307 unità (da 3.066 è scesa a 1.699) e 2,8 punti percentuali (da 8,9 a 6,1%), e Kubota, che con 1.316 unità deve accontentarsi 4,8 per cento del mercato (deteneva l’8,1 di market share con 2.727 unità).

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Primo piano , , , ,

Related Posts

Comments are closed.