Gramegna: arieggiatrice/decompattatrice A30, smuove il terreno senza comprometterne la struttura

Attrezzature 22/04/2021 -

L’arieggiatrice/decompattatrice A30 della ditta pavese Gramegna è realizzata sul concetto costruttivo della vangatrice ma presenta alcune modifiche sostanziali a partire dagli utensili, costituiti da lame in acciaio con profilo ricurvo e disposte in senso longitudinale.

La macchina risulta pertanto in grado di fendere il terreno fino a 20-22 centimetri di profondità producendo microsolchi (anch’essi disposti in senso longitudinale) distanti 22 centimetri l’uno dall’altro.

Questo tipo di lavorazione favorisce la permeabilità e l’ossigenazione del terreno, l’assorbimento degli elementi nutritivi e l’incremento dell’attività microbica, il tutto senza danneggiare o alterare lo strato erboso superficiale.

 

PER LE COLTURE GESTITE A INERBIMENTO PERMANENTE CHE RICHIEDONO UN’AZIONE DI DECOMPATTAMENTO DEL TERRENO

Il nuovo modello trova impiego sia in ambito agricolo, per tutte le colture gestite a inerbimento permanente (noccioleti, frutteti, vigneti) che richiedono un’azione di decompattamento del terreno, sia nel giardinaggio, per il trattamento superficiale di campi sportivi, campi da golf e aree verdi in genere.

 

TRAMITE SOSTITUZIONE DEGLI UTENSILI LA MACCHINA SI TRASFORMA IN UNA VANGATRICE

Inoltre, sostituendo le lame con le vanghe, la macchina può essere utilizzata come vangatrice per lavorare il terreno fino a 30 centimetri di profondità.

Previste sei diverse versioni con larghezze di lavoro da 1,10 a 2,21 metri. La richiesta di potenza invece parte da 45-70 cavalli per arrivare a 60-90.

 

 
Fonte: Gramegna
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news