JCB: nuovo sollevatore telescopico 525-60, l’ultracompatto con prestazioni e funzionalità full-size

Macchine 05/09/2022 -

Design compatto e visibilità ai vertici della categoria sono le principali doti che contraddistinguono il sollevatore telescopico 525‑60, uno dei nuovi modelli più interessanti e produttivi proposti da JCB, disponibile nelle versioni Agri e Agri Plus, che introduce anche nella gamma delle macchine compatte le prestazioni e le funzionalità dei telescopici “full-size”.

 

NUOVO MOTORE JCB BY KOHLER STAGE V DA 55 CHILOWATT

Equipaggiato con il nuovo motore JCB by Kohler Stage V erogante una potenza di 55 chilowatt, il nuovo ultracompatto telescopico 525-60 – vedi la sua larghezza di soli 1,84 metri per un’altezza di 1,97 metri, dimensioni che ne consentono l’accesso e l’utilizzo anche negli spazi più ristretti come, ad esempio, capannoni avicoli e fabbricati annessi – garantisce un’altezza di sollevamento massima di 6 metri ed una capacità di carico massima di 2,5 tonnellate.

 

TRASMISSIONE IDROSTATICA A 2 VELOCITÀ O, IN OPZIONE, TRASMISSIONE A VELOCITÀ VARIABILE DUALTECH VT

Sul fronte driveline, la trasmissione idrostatica a due velocità consente agli operatori di eseguire agevolmente spostamenti precisi anche in contesti angusti. Il modello 525‑60 Agri è provvisto del cambio JCB standard e raggiunge una velocità massima di 25 chilometri orari, mentre il modello Agri Plus offre un cambio più grande, dotato di una maggiore forza di trazione e spinta, toccando una velocità massima di 30 chilometri orari, in modo da assicurare eccellenti prestazioni su strada, sul campo e in azienda agricola.

È inoltre possibile scegliere l’innovativa trasmissione a velocità variabile DualTech VT, di cui si è parlato in precedenza, che permette di preimpostare una velocità di avanzamento: un enorme vantaggio per gli utenti di attacchi idraulici come spazzole, spazzatrice o secchi d’alimentazione.

 

ECCELLENTE MANOVRABILITÀ PER MUOVERSI NEGLI SPAZI PIÙ ANGUSTI E TRE MODALITÀ DI STERZATA

Senza dimenticare, altro tratto saliente del nuovo compatto sollevatore telescopico 525-60, la sua rimarchevole maneggevolezza, con possibilità di eseguire manovre in modo rapido e semplice in qualunque contesto operativo, effettuando cambi di direzione basati sulla leva posizionata sul piantone dello sterzo e sulla levetta montata sul joystick. Tutte le funzioni del braccio sono controllate da un unico joystick, dotato di controllo proporzionale dello sfilo a due stadi che garantisce un funzionamento regolare ed un preciso controllo dei movimenti.

Tre le modalità di sterzata, selezionabili manualmente, offerte da questo telescopico: le due ruote sterzanti sono perfette per la guida su strada, mentre le quattro ruote sterzanti garantiscono eccellente manovrabilità negli spazi ristretti e la sterzata a granchio è progettata per agevolare l’avvicinamento o l’allontanamento del mezzo in presenza di muri ed edifici. Il sistema di sterzo su quattro ruote a controllo elettronico, in particolare, risulta perfetto per cambiare la modalità di sterzata in movimento.

 

ERGONOMICA E CONFORTEVOLE CABINA E VISIBILITÀ AI VERTICI DELLA CATEGORIA

Spaziosa, silenziosa e dotata di larga porta di accesso, la cabina del sollevatore telescopico 525-60 offre, tra l’altro, una ventola di riscaldamento a sette velocità per migliorare la produttività, il piantone dello sterzo inclinabile, una intuitiva ergonomia di tipo automobilistico, una nuova strumentazione e uno schermo TFT ad alta risoluzione.

Ottimale poi la visibilità a 360 gradi, conferita dall’ampio tettuccio, dal lunotto apribile, dalla sezione superiore pieghevole della porta e dal motore compatto con cofano inclinato a profilo ribassato. Da sottolineare, in particolare, la visibilità posteriore ai vertici della categoria grazie al braccio e al telaio posteriore esclusivi.

Il telescopico è infine allestito di serie con il sistema di monitoraggio telematico JCB LiveLink per un controllo ottimale del parco macchine e delle operazioni di manutenzione.

 

 
© riproduzione riservata

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori