MENU

John Deere: secondo trimestre 2018 brillante ma sotto le attese degli analisti

By at maggio 24, 2018 | 17:50 | Print

John Deere: secondo trimestre 2018 brillante ma sotto le attese degli analisti

Risultati in crescita ma al di sotto delle stime di mercato per Deere & Co. che nel secondo trimestre fiscale del 2018, chiusosi lo scorso 29 aprile, ha riportato un utile netto di 1,21 miliardi di dollari, o 3,67 dollari per azione, a fronte degli 808 milioni di dollari o 2,50 dollari per azione dello stesso periodo dell’anno precedente.

I ricavi totali sono stati pari a 10,72 miliardi di dollari, in aumento del 29 per cento rispetto agli 8,28 miliardi di 12 mesi prima, mentre le vendite nette si sono attestate a quota 9,74 miliardi di dollari, in crescita del 34 per cento ma inferiori al consensus fissato a 9,8 milirdi di dollari..

Al di sotto delle attese degli analisti, che avevano indicato 3,30 dollari, anche l’utile adjusted, risultato pari a 3,14 dollari ad azione.

 

PROSEGUE LA FASE POSITIVA DEL MERCATO

«John Deere ha messo a segno un altro trimestre caratterizzato da brillanti performance alla quali hanno contribuito il generalizzato miglioramento delle condizioni di mercato su base mondiale ed una favorevole risposta da parte della clientela alla nostra gamma di prodotti innovativi – ha dichiarato Samuel R. Allen, presidente e amministratore delegato del colosso americano».

«Le vendite di macchine agricole stanno attraversando una fase positiva in Nord e Sud America e quelle di macchinari per il movimento terra continuano ad essere in forte crescita – ha proseguito Allen –. Nel corso del trimestre Deere ha compiuto significati progressi lavorando con i suoi fornitori per incrementare la produzione e garantire che i prodotti raggiungano i clienti in modo tempestivo. Al tempo stesso stiamo rivolgendo un’attenzione costante alla riduzione dei costi strutturali e ad eventuali futuri interventi sui prezzi praticati per far fronte all’aumento dei costi delle materie prime e dei trasporti».

 

DIVISIONE AGRICOLTURA E GIARDINAGGIO OLTRE I 7 MILIARDI DI DOLLARI

 

DEERE & CO. – Conto economico (in milioni di dollari)
Secondo trimestre 2018 Secondo trimestre 2017 Variazione
Ricavi totali 10.720 8.287 +29%
Utile netto totale 1.208 808 +50%
Ricavi Agricoltura e Giardinaggio 7.049 5.794 +22%
Utile operativo Agricoltura e Giardinaggio 1.056 1.009 +5%

 

In particolare, vendite e ricavi della divisione Agricoltura e Giardinaggio sono aumentati nel trimestre del 22 per cento arrivando a quota 7,049 miliardi di dollari, per effetto soprattutto dei più alti volumi di spedizione e del favorevole effetto cambio.

L’utile operativo si è attestato a quota 1,056 miliardi di dollari per il trimestre (+5%) e a 1,443 miliardi di dollari dall’inizio dell’anno (+18%), contro i 1,009 miliardi di dollari e 1,227 miliardi ddollari degli stessi periodi dell’anno precedente.

A loro volta, le vendite della divisione Costruzioni e attività forestali (2,698 miliardi di dollari) hanno fatto registrare incrementi dell’84 per cento nel trimestre e del 73 per cento a livello di semestre, ai quali l’acquisizione di Wirtgen ha contribuito rispettivamente per il 60 e il 44 per cento.

 

PREVISIONI RIVISTE AL RIALZO

Per quanto riguarda l’outloook, Deere stima un incremento delle vendite del 30 per cento nell’esercizio 2018 e del 35 per cento nel solo terzo trimestre, contro il 29 per cento delle previsioni precedenti.

Il contributo di Wirtgen è atteso nell’ordine del 12 per cento per l’intero anno e del 18 per cento per il terzo trimestre,

L’utile netto dovrebbe raggiungere i 2,3 miliardi di dollari, in rialzo rispetto ai 2,1 miliardi di dollari previsti in precedenza.

 

VENDITE DI TRATTORI E MIETITREBBIE IN CRESCITA

Entrando nei dettagli, nell’anno fiscale 2018 le vendite della divisione Agricoltura e Giardinaggio sono previste in crescita di circa il 14 per cento incluso un positivo effetto cambi di circa l’1 per cento.

Sempre per il 2018, negli Stati Uniti e in Canada è previsto un aumento di circa il 10 per cento delle vendite dell’industria di macchine per l’agricoltura, trainate dalla crescita della domanda di macchinari di grandi dimensioni.

Le stime indicano un trend positivo (+5 per cento) anche per le vendite nell’Europa a 28 per effetto delle condizioni favorevoli dei settori zootecnico e lattiero-caseario. Un andamento stabile o in leggera crescita (fino al 5 per cento) delle vendite di trattori e mietitrebbie è previsto per il mercato sudamericano che beneficerà della netta ripresa del Brasile, mentre sono attese in linea con quelle dello scorso anno le vendite in Asia.

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Mercati , ,

Related Posts

Comments are closed.