MENU

Kubota: la quarta generazione della serie MGX e i nuovi M5001 Utility Narrow

By at luglio 5, 2018 | 16:19 | Print

Kubota: la quarta generazione della serie MGX e i nuovi M5001 Utility Narrow

Contenuti di tecnologia decisamente consistenti, coniugati ad allestimenti e comfort di alto livello, in vista di superiori livelli di prestazioni ed efficienza.

Tratti distintivi, questi, della quarta generazione della fortunata serie MGX di casa Kubota, ennesima testimonianza degli importanti investimenti messi in campo dalla società nella fascia di media potenza, strategica per il brand arancione.

 

MGX-IV, CONFORMI ALLA MOTHER REGULATION

Guardando quindi a sempre più ambiziosi traguardi di mercato nel Vecchio Continente grazie a linee trattoristiche espressamente pensate in chiave europea, il costruttore giapponese ha messo mano ad un profondo rinnovamento di questa gamma da cui sono derivati i nuovi MGX-IV, conformi alla normativa “Mother Regulation” e destinati a sostituire gli MGX-III in commercio dalla fine del 2016.

 

CINQUE MODELLI DA 104 A 143 CAVALLI

Lanciata a fine maggio nell’ovest della Francia in occasione dell’ultimo Salon de l’herbe et des fourrages di scena nei dintorni di Rennes, la nuova versatile serie firmata Kubota – caratterizzata dall’inedita mascherina frontale e dal piacevole, moderno e funzionale design del cofano che richiama le linee dei fratelli maggiori M7002 – si articola in cinque modelli (M95GX-IV, M105GX-IV, M115GX-IV, M125GX-IV e M135GX-IV) che coprono un range di potenza compreso tra 104 e 143 cavalli.

 

MOTORI KUBOTA 4 CILINDRI DA 3,8 E 6,1 LITRI TIER 4 FINAL

Ad azionarli sono sempre i potenti e reattivi motori Kubota a quattro cilindri turbo intercooler a quattro valvole per cilindro: il V3800 da 3,8 litri di cilindrata per i due compatti modelli d’attacco e il V6108 da 6,1 litri per i tre modelli più grandi

Propulsori che risultano non solo energici ed economici – la curva di coppia è stata maggiorata del 26 per cento rispetto alla gamma precedente, puntando ad una più elevata produttività e ad una riduzione dei consumi di combustibile – ma anche perfettamente in linea con normativa Stage IV/Tier 4 Final sulle emissioni mediante il ricorso alla sofisticata azione combinata di iniezione common rail, sistema di ricircolo esterno dei gas di scarico (Egr), tecnologia Scr di riduzione catalitica selettiva a iniezione di urea sullo scarico, convertitore catalitico diesel (Doc) e filtro diesel antiparticolato (Dpf).

 

CAMBIO POWERSHIFT A 3 GAMME CON 8 MARCE SOTTO CARICO

Ai fini di un efficace trasferimento della potenza a terra, poi, un ulteriore punto di forza dei multifunzionali MGX-IV è rappresentato dal cambio Intellishift, un powershift a tre gamme di velocità (alta, media e bassa) con 8 marce sotto carico che offre 24 marce avanti e 24 retromarce e consente di cambiare marcia premendo un pulsante, senza usare il pedale della frizione, o in modalità automatica.

Il numero di rapporti è elevabile a 32+32 con l’apporto del super-riduttore (opzionale) che agisce sulle gamme più lente.

 

IMPIANTO IDRAULICO POTENZIATO, DA 133 E 143 LITRI AL MINUTO

Aggiornato e potenziato rispetto alla generazione precedente, l’impianto idraulico vanta una capacità di flusso d’olio combinata pari a 133 litri al minuto (per gli M95GX-IV e M105GX-IV) e a 143 litri al minuto (M115GX-IV, M125GX-IV e M135GX-IV), idonea a permettere la gestione di ogni tipo di attrezzatura (il flusso idraulico è ora controllabile dal posto di guida).

 

CAPACITÀ DI SOLLEVAMENTO DI 5.000 E 6.100 CHILI

Il sollevatore elettronico di Categoria III a tre punti continua ad offrire una portata di 6.100 chilogrammi (sui tre modelli più potenti) e di 5.000 chilogrammi (sui restanti due), ma integra sui nuovi modelli un comando elettronico del gancio di traino tramite interruttori esterni, il sollevamento velocizzato e un controllo dello sforzo posizionati nei tiranti inferiori, nonché un riprogettato sistema di sblocco dell’attacco a tre punti, più semplice e sicuro.

Da segnalare anche il nuovo sollevatore anteriore integrato (opzionale) che può ospitare due linee idrauliche ausiliarie.

 

UPGRADE SUL FRONTE DELLA SICUREZZA

In tema di sicurezza, al fine di migliorare questo aspetto in osservanza dei dettami della suddetta direttiva europea “Mother Regulation”, sui nuovi MGX-IV hanno fatto ingresso upgrade quali il sistema Controllo Presenza Operatore (che attiva un segnale d’allarme e una spia a Led ogni volta che l’operatore lascia il sedile senza aver inserito il freno di parcheggio), un indicatore di “guasto freno” e un freno rimorchio a doppia linea.

La rinnovata gamma annovera inoltre un nuovo alternatore da 150 ampere, più potente per soddisfare il consumo di energia dei nuovi sistemi recentemente introdotti.

 

AGILITÀ E MANEGGEVOLEZZA

Passando ad un altro requisito saliente di questi trattori, l’agilità e la maneggevolezza, spicca a tale riguardo la presenza della nuova funzione sterzante 2RM Auto deputata, tramite sensori posizionati sull’assale anteriore, a disinnestare automaticamente la trazione integrale mentre si esegue una curva, così da garantire un raggio di sterzata ottimale e semplificare le manovre a fine campo, salvaguardando il terreno e preservando gli pneumatici.

 

NUOVA CABINA ERGONOMICA E SPAZIOSA

Sul fronte del comfort operativo, poi, i recenti modelli di media potenza MGX-IV possono far conto sulla loro cabina di nuova concezione, ergonomica e spaziosa, munita di ampie superfici vetrate antiriflesso e in grado di assicurare una elevata visibilità in tutte le direzioni anche grazie ai suoi due specchietti telescopici.

 

RINNOVATA CONSOLLE DI COMANDO

All’interno lo spazio di lavoro è accogliente, ben rifinito e la rinnovata consolle di comando, alla destra del sedile dell’operatore, consente oggi un controllo ancora più comodo e intuitivo delle funzioni della macchina.

 

AVANZATE SOLUZIONI DI PRECISION FARMING

Tutti gli esemplari della nuova serie del marchio di Osaka, totalmente Isobus compatibili, sono predisposti per accogliere tutte le più moderne soluzioni nell’ambito dell’agricoltura di precisione e possono a tal fine essere dotati di sistema sterzante Auto-Steer e del software GeoControl – di matrice Kverneland Group – integrati nei teminali Isobus di ultima generazione.

 

M5001 UTILITY NARROW: GLI “STRETTI” PER L’AGRICOLTURA INTENSIVA

Altra interessante novità messa a punto da Kubota e presentata lo scorso febbraio sul palcoscenico spagnolo del Fima, la fiera internazionale della meccanizzazione agricola svoltasi a Saragozza, è rappresentata dalla nuova gamma di trattori M5001 Utility Narrow, espressamente concepita dal colosso giapponese per le applicazioni tipiche dell’agricoltura intensiva, oggi sempre più diffusa tra i produttori per le sue prerogative di elevata produttività ed efficienza.

È durante l’ultima edizione di Enovitis in Campo che il pubblico italiano ha avuto la possibilità di vedere questi nuovi modelli, con i quali Kubota ha voluto offrire agli utilizzatori un trattore stretto, in grado di adattarsi ad ogni tipo di coltivazione intensiva e provvisto delle doti di potenza e di trazione, oltre che di efficienza e di manovrabilità, necessarie per operare in spazi limitati.

 

LARGHEZZA COMPLESSIVA DI 1.700 MILLIMETRI

Il tutto senza venir meno al comfort conferito dalla stessa comoda e spaziosa cabina adottata sulla serie M5001 standard, anche se il nuovo assale anteriore con trasmissione ad ingranaggi conici della linea Utility Narrow consente l’impiego di pneumatici dal battistrada ridotto, così da raggiungere una larghezza complessiva particolarmente contenuta, di soli 1.700 millimetri, tale da permettere di muoversi al meglio anche tra gli stretti filari di oliveti, vigneti e frutteti.

 

DUE MODELLI DA 95 E 113 CAVALLI

Al pari della gamma standard, la nuova serie M5001 Utility Narrow si declina in due modelli con potenze di 95 e 113 cavalli, erogati dal propulsore Kubota V3600 quattro cilindri turbo intercooler a quattro valvole per cilindro, da 3.769 centimetri cubi di cilindrata, emissionato Stage IV/Tier 4 Final e dotato di gestione elettronica che, in abbinamento alle due memorie integrate dei giri del motore programmabili, consente una velocità di lavoro costante.

 

CAMBIO A 36 RAPPORTI AV+RM CON TECNOLOGIA DUAL SPEED

Ed anche sugli Utility Narrow il motore è associato alla trasmissione Overdrive (40-Eco): un gruppo costituito da sei marce sincronizzate principali con sistema Hi-Lo e tecnologia Dual speed in tre gamme, per un totale di 36 rapporti in avanti e altrettanti in retro, con inversore elettroidraulico montato sul piantone dello sterzo e la mezza marcia idraulica che è ormai un classico dei trattori Kubota.

 

SISTEMA INTEGRATO DI PRODOTTI E SERVIZI

Anche la gamma M5001 Utility Narrow, naturalmente, rientra nella nuova ricca offerta KFS (Kubota Farm Solutions) – il pacchetto integrato dell’azienda che va decisamente oltre la macchina tradizionale abbracciando, a supporto della competitività degli agricoltori, un ventaglio di soluzioni che spaziano dalle tecnologie intelligenti fino ai servizi personalizzati nell’ambito della pianificazione e della protezione degli investimenti o della gestione dei finanziamenti – con cui Kubota ha inteso creare uno strumento mirato ad un sempre più puntuale adattamento dei propri prodotti e servizi alle specifiche richieste delle realtà agricole continentali.

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Macchine Trattori ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere