MENU

Kuhn: a Eima 2018 nel segno dell’elettronica

By at Gennaio 24, 2019 | 17:34 | Print

Kuhn: a Eima 2018 nel segno dell’elettronica

Innovazione, qualità e specializzazione in ogni categoria di prodotto. Kuhn ha confermato a Eima 2018 i suoi punti di forza proponendo in uno stand di oltre 1.300 metri quadri ben 23 novità, alcune della quali studiate ad hoc per il mercato italiano.

Il nostro Paese, d’altra parte, continua a rivestire nelle politiche del gruppo francese un ruolo di primo piano, sottolineato dal brillante trend di crescita che ha caratterizzato anche nel 2018 la filiale con sede a Melegnano, alle porte di Milano.

 

CONFERMATO IL TREND POSITIVO PER LA FILIALE ITALIANA

Da sinistra: Giovanni Donatacci, General Manager di Kuhn Italia, Thierry Krier, presidente e amministratore delegato del gruppo Kuhn, Paolo Cera, Marketing Manager di Kuhn Italia, e Vincent Arnould, Area Sales Manager del Gruppo, durante la conferenza stampa organizzata a Eima 2018.

 

Basti dire che, come ha fatto presente con legittima soddisfazione Giovanni Donatacci, General Manager di Kuhn Italia, nel corso dell’incontro con la stampa organizzato durante la rassegna bolognese, nei primi nove mesi dello scorso anno la filiale italiana del brand di Saverne ha riportato una crescita del 26 per cento nelle vendite e del 67 per cento nel portafoglio ordini.

Un risultato al quale hanno contribuito il positivo andamento del settore lattiero-caseario e l’applicazione della normativa sul greening, di cui ha beneficiato in particolare l’erba medica, innescando una ripresa delle vendite soprattutto per quanto riguarda le macchine per l’alimentazione animale.

E i presupposti per un ulteriore sviluppo non mancano, anche se per il 2019, sempre a detta di Donatacci, è stato scelto di adottare un atteggiamento cauto, in considerazione soprattutto delle volatilità dei prezzi dei cereali e della gestione “avara” dei Psr.

 

MASSIMA ATTENZIONE PER LE GRANDI AZIENDE

Kuhn conferma comunque i propri obiettivi che vedono in prima linea le aziende XL e XXl vale a dire le numerose realtà del territori che si distinguono per le elevate superfici coltivate e per l’alto livello di professionalità.

Una clientela alla cui soddisfazione puntavano molte della macchine esposte da Kuhn a Bologna, adatte già agli scenari dell’agricoltura 4.0 dominati dall’elettronica.

 

SMART PLOUGHING SUGLI ARATRI E SPEEDSERVO SUGLI SPANDICONCIME

A cominciare proprio dalle due innovazioni premiate al concorso Novità Tecniche di Eima 2018: il sistema Smart Ploughing, che ha dimostrato come il precision farming possa essere applicato anche ad un’attrezzatura “datata” come l’aratro, le cui origini risalgono addirittura alla preistoria, e il sistema SpeedServo, teso ad aumentare l’efficienza degli spandiconcime.

Nel primo caso ogni corpo dell’aratro Vari Master L On Land viene sollevato individualmente da un dispositivo elettro-idraulico collegato al Gps quando raggiunge la testata del campo garantendo un’aratura uniforme indipendentemente dalle condizioni di lavoro e dalla forma del campo (vedi link).

Nel secondo caso un motore rotativo preposto al controllo delle bocchette aumenta del 25 per cento l’efficienza degli spandiconcime centrifughi a comando elettrico Axis (vedi link).

 

L’AREA ESCLUSIVA KUHN ELECTRONICS

E ai sistemi elettronici era dedicata anche un’apposita area all’interno dello stand Kuhn a Eima 2018: l’area Kuhn Electronics, focalizzata su quattro aspetti: Data Management (Gestione dati), Comfort, Precision Faming e Compatibilità.

Riguardo a quest’ultimo aspetto, nel 2009, Kuhn ha fondato il Competence Center Isobus (CCI) in collaborazione con cinque concorrenti al fine di sviluppare congiuntamente soluzioni Isobus e oggi, grazie proprio al fondamentale lavoro di standardizzazione realizzato da organizzazioni quali il CCI, il costruttore francese è in grado di fornire soluzioni complete per i dispositivi Isobus ed è in continuo aumento l’offerta di macchine con tecnologia Isobus integrata di serie.

Da tener presente che ogni macchina Isobus di Kuhn può funzionare con uno dei terminali Kuhn CCI o con un terminale Isobus di altri fabbricanti, quali John Deere, CNH/Trimble, Müller Elektronik, Fendt, Massey Ferguson o Topcon.

 

SEMINATRICE ESPRO 4000 R IN VERSIONE “DOPPIA DISTRIBUZIONE”

Tra le nuove macchine in mostra merita senz’altro una citazione la seminatrice combinata Espro 4000 RC (C=Combiseeder) con larghezza di lavoro di da 4 metri che è andata ad aggiungersi alla sorella maggiore Espro 6000 RC da 6 metri .

Due sistemi separati di dosaggio e distribuzione ed una tramoggia divisa in due parti(ripartizione 60/40) offrono molte possibilità di utilizzo: semina e concimazione tra le file, oppure semina di una coltura principale e di una secondaria, mix di colture consociate oppure cover crops con concimazione sulla fila di semina.

 

NUOVA PRESSA PER BALLE RETTANGOLARI LSB 1290 ID

Sul versante delle attrezzature per la fienagione ha riscosso notevole successo al salone bolognese la nuova big baler LSB 1290 iD (intelligent-Density), progettata per produrre balle con una densità maggiore del 25 per cento rispetto alle presse convenzionali per balle rettangolari.

Una funzionalità garantita dal sistema di compressione Twinpact, premiato come Novità Tecnica a Eima International 2104 e passato dallo stadio di concept al completo inserimento sul mercato.

Il pistone di compressione agisce fino ad una pressione doppia di quella richiesta sulle presse per balle rettangolari convenzionali senza richiedere però potenze eccessive: per fare questo il sistema Twinpact è suddiviso in una parte inferiore ed una superiore, per comprimere la balla in due fasi distinte.

Ciò evita un eccessivo picco di carico sulla macchina, esercitando in realtà un carico sulla linea di trasmissione del tutto simile a quello della convenzionale LSB 1290.

 

ANDANATORE A TAPPETO MERGEMAXX 950, PER LE GRANDI ESTENSIONI

Si è passati da un concept alla macchina in campo anche nel caso del nuovo andanatore a tappeto Mergemaxx 950, con larghezza di lavoro fino a 9,50 metri, appositamente sviluppato per i contoterzisti e grandi produttori di erba medica.

La sua progettazione originale ed esclusiva basata su due unità mobili rende la macchina estremamente polivalente per quanto riguarda la posa del foraggio, a prescindere da come sono strutturati i campi: posa centrale, larghezza regolabile per adeguarsi alle diverse larghezze di pick-up; posa laterale o bilaterale; posa di due andane, una al centro e un’altra laterale.

MergeMaxx 950 si affianca alla falciacondizionatrice FC Tripla (la FC 3125 frontale, nella foto sopra, combinata con la FC 9530 posteriore) quale soluzione ideale per le necessità aziendali di grandi capacità di lavoro.

 

ACCANTO AI PRODOTTI UN PACCHETTO DI SERVIZI

A Eima 2018 Kuhn ha evidenziato anche la sua capacità di offrire non solo prodotti studiati “su misura” per un un’agricoltura altamente professionale, su grandi estensioni, ma anche un pacchetto di nuovi servizi, a cominciare da MyKuhn: una piattaforma accessibile gratuitamente e dedicata ad offrire ai clienti tutte le informazioni tecniche e commerciali disponibili sulle attrezzature Kuhn per ottimizzarne l’impiego e la manutenzione.

 

© Barbara Mengozzi

 

Attrezzature , , , , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.