Kuhn: erpici rotanti ancora più resistenti con i nuovi denti Durakarb

Componenti 03/12/2020 -

L’importanza rivestita dai componenti ai fini delle performance di una determinata attrezzatura viene in genere sottovalutata quando invece spesso sono proprio i componenti a fare la differenza. Kuhn ce ne offre un esempio con l’introduzione sui suoi erpici rotanti dei nuovi denti Durakarb, le cui proprietà sono garanzia di una elevata resistenza che si traduce in una maggiore durata dell’attrezzo.

 

CARBURO DI TUNGSTENO: UN MATERIALE MOLTO DURO ED ESTREMAMENTE RESISTENTE ALL’USURA

Il segreto dei denti Duarakarb sta nella presenza degli inserti in carburo di tungsteno, realizzati a partire da un gruppo di polveri ottenute in seguito alla compressione e al riscaldamento di numerosi elementi chimici, tra cui il tungsteno e il carbonio.

Il processo di lavorazione, che risponde scrupolosamente a criteri ben precisi, permette di ottenere un materiale molto duro ed estremamente resistente all’usura.

Applicando questa tecnologia alle lame per erpici rotanti, fa sapere Kuhn, si rende possibile un rapido ritorno dell’investimento anche nelle condizioni più estreme, come i terreni con abbondante presenza di sassi.

 

QUATTRO INSERTI, CON UN’ALTEZZA TOTALE DI 136 MILLIMETRI

I denti Durakarb presentano 4 inserti con un’altezza totale di 136 millimetri. Il profilo frontale arrotondato degli inserti consente di dividere il flusso del terreno in modo da limitare l’usura laterale della lama mantenendo una buona miscelazione del terreno.

La specifica forma a “V” dell’inserto brasato nella lama consente un’ampia superficie di contatto tra quest’ultima e l’inserto. In questo modo si riduce sensibilmente il rischio di rottura o la perdita dell’inserto in caso di impatto.

Il suo profilo non aggiunge alcun ulteriore spessore di materiale, il che consente di ottenere una lama efficace senza richiedere molta potenza.

 

DISPONIBILI SU UN’AMPIA GAMMA DI ERPICI ROTANTI KUHN

I nuovi denti Durakarb possono essere montati sulle serie HR 103/104, 1003/1004 di generazione FAST-FIT 2, così come sulle nuove serie HR 1020/1030 e 1040.

 

 
Fonte: Kuhn
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori