Landini: tutte le novità in mostra a Eima 2022

Macchine , Trattori 26/10/2022 -
Landini: tutte le novità in mostra a Eima 2022

Innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale caratterizzano il cambiamento globale che investe anche il comparto della meccanizzazione agricola. Eima International, a Bologna dal 9 al 13 novembre, è la vetrina strategica per cogliere e anticipare i mutamenti in corso.

Si presenta da protagonista Landini, che fa della passione per l’innovazione il payoff che sintetizza la propria filosofia e la lunga storia aziendale. In un 2022 caratterizzato da tante novità per Landini, la fiera emiliana offrirà un ulteriore avanzamento in ambito di ottimizzazione della gamma di prodotti che rende il gruppo industriale di Fabbrico (Reggio Emilia) un precursore in ambito tecnologico, di sostenibilità ambientale e di attenzione all’operatore, al comfort e al design.

 

IN SCENA  ANTEPRIME ASSOLUTE E IMPORTANTI UPGRADE

Landini Trekker4, con cabina in categoria 4, sarà presente in Eima in anteprima assoluta, ma si potranno ammirare anche una serie di altre novità introdotte sui più recenti modelli della gamma, tali da confermare Landini marchio all’avanguardia.

Landini REX4, presente in differenti versioni, troverà nel modello REX 4-120GT RoboShift candidato al Tractor of The Year 2023 per la categoria “Best of Specialised”, la novità del sistema di gestione della trasmissione, la funzione Stop&Action, la guida assistita (ADS), l’assale anteriore e la cabina sospesi.

Non mancherà poi la Serie 6RS, ora con trasmissione semi-robotizzata che garantisce un cambio in stile automobilistico e la Serie 6H, anteprima assoluta con nuova cabina sospesa a vantaggio di operatività e comfort. Senza dimenticare la Serie 5 e il 5-085 dove l’efficienza e la coppia motrice si combinano con l’economia d’esercizio.

Ogni trattore è caratterizzato dal nuovo family design Landini, elaborato dal Centro Stile Argo Tractors, che avvicina i trattori sempre più a una concezione automotive.

Non ultima novità, la presentazione in anteprima della rinnovata serie Super per i mercati Extra UE, con nuove funzionalità e avanguardia tecnologica, senza trascurare l’aspetto estetico, anzi migliorando ulteriormente il design.

 

 REX4, UN ANNO DA PROTAGONISTA

Lanciata ad Eima 2021, REX4 ha rinnovato la gamma degli specializzati Landini nel segno di efficienza, maneggevolezza, comfort e design, diventando punto di riferimento della categoria.

Motorizzati Stage V con i nuovi propulsori Deutz a 4 cilindri, da 2,9 litri, Turbo Intercooler ad iniezione elettronica Common Rail, assicurano prestazioni eccellenti in termini di potenza, riserva di coppia e consumi di carburante.

I trattori della serie si impongono per elevata trattività in campo e perfetto comfort su strada, risultato ottenuto anche grazie alla configurazione con cabina ed assale anteriore sospesi (quest’ultimo disponibile anche su versione piattaforma), per l’accattivante ed efficace restyling del cofano, il sistema fari Full-LED, il nuovo family feeling Landini, l’ergonomia dei comandi e nuove funzionalità.

 

REX 4-120GT ROBOSHIFT, CANDIDATO AL TOTY 2023

 

Landini REX 4-120GT RoboShift è dotato di configurazione della trasmissione 48 AV + 16 RM con inversore elettro-idraulico e con HML completamente robotizzato, facilmente controllabile con un ergonomico ed intuitivo Joystick che riassume tutti i controlli necessari alla gestione delle operazioni.

Presente anche la funzione Stop & Action che consente di arrestare il trattore premendo sui freni e senza utilizzare il pedale della frizione. Sullo stand di Bologna sarà presente la versione full optional con sistema di guida assistita, integrante l’ADS (Advanced Driving System) con sensori che garantiscono un controllo al 100% della macchina, permettendo di ottimizzare il lavoro con vantaggi in efficienza e produttività.

 

REX4 S e REX4 GE

Da evidenziare, inoltre, la presenza del REX 4-100S, versione cabinata con trasmissione robotizzata, dotato di tutta la gamma di optional e di assale sospeso, e del REX 4-090GE.

Quest’ultimo presenta la grande novità della cabina Low Profile, che offre un’elevata visibilità frontale e laterale. Il parabrezza frontale curvo assicura il controllo ideale dell’ingresso tra i filari con chiome basse e delle operazioni con attrezzi frontali e ventrali. Così il conducente non deve sporgersi, si affatica meno ed evita errori.

Il conducente beneficia altresì di un buon isolamento acustico dall’esterno e di una temperatura interna ottimale grazie all’impianto di aria condizionata standard alimentato dal potente sistema di ventilazione.

I filtri del condizionatore, installati nella parte posteriore della cabina, consentono una pulizia semplice e rapida. La consolle di comando dell’aria condizionata è posta sul tetto, a sinistra del posto guida. Altre dotazioni di serie della cabina Low Profile sono il sistema di riscaldamento e la strumentazione digitale.

Tra gli optional, si segnalano due luci led posteriori che permettono di operare in condizioni di scarsa luminosità e il lampeggiante led ribassato, che consente al trattore un ingresso agevole ovunque.

 

TREKKER4, I CINGOLATI SI METTONO LA CABINA IN TESTA

Il 2022 ha già visto il debutto del Landini Trekker4 emissionato Stage V, dotato di filtro antiparticolato DPF a rigenerazione passiva, catalizzatore di ossidazione DOC e, solo per i modelli con oltre 75 cavalli di potenza, il catalizzatore a riduzione selettiva delle emissioni SCR e un serbatoio AdBlue da 10,5 litri.

I modelli 4-085, 4-095, 4-105, 4-110 e 4-120 offrono potenze che variano da un minimo di 75 cavalli fino ad un massimo di 112 cavalli. Sono disponibili in versione F (per frutteto) o M (per lavorazioni in montagna) e con cingolature in metallo o cingolo in gomma da 400 mm. Lo stile segue il nuovo ed apprezzato family feeling adottato per i nuovi mezzi di Casa Landini.

La grande novità in anteprima è il Trekker 4-120M con cabina già in categoria 4, secondo le più stringenti normative UE in termini di sicurezza per l’operatore e che prevede la presenza a bordo di un impianto di ventilazione potenziato, in grado di controllare il valore di pressurizzazione interna, e i filtri a carboni attivi.

Pressurizzazione dell’abitacolo e filtrazione neutralizzano polveri, inquinanti e gas, tutelando il conducente anche dai rischi derivanti dal trattamento della vegetazione di vigneti o frutteti con fitofarmaci. La cabina è innovativa nell’estetica, nell’ergonomia, nella tecnologia e risulta molto confortevole.

A differenza di altri trattori cingolati, che montano la cabina su macchina con piattaforma, Trekker4 offre una soluzione strutturale, quindi monoscocca, rendendo il trattore più compatto anche a livello di design, tema su cui Argo Tractors pone la massima attenzione per compiacere comfort ed estetica.

Accanto alla versione con cabina anche il Trekker 4-110F, presente in versione piattaforma e con cingolatura in metallo, che assicura una larghezza minima di 310 mm e una carreggiata maggiorata di 32 millimetri grazie ad appositi distanziali.

 

TREKKER3 COMPACT, PER LAVORI IN CONDIZIONI DIFFICILI E IN FILARI MOLTO STRETTI

Assoluta novità ad Eima il cingolato più compatto della categoria, Landini Trekker3 Compact, macchina piattaformata che evolve in casa Landini il predecessore Trekker F Compact. Imbattibile in compattezza nel proprio segmento, risulta ideale per lavori in condizioni difficili e in filari molto stretti.

È dotato di motori Kohler a 4 cilindri, 16 valvole da 2,5 litri, scelti per la loro compattezza e performance, permettendo al contempo di rispettare i criteri di emissionamento Stage V grazie a sistemi DOC senza rigenerazione che non inficiano in alcun modo la produttività della macchina.

Manovrabilità, maneggevolezza, anche in declivio, e facilità di utilizzo sono garantite dalle dimensioni ultracompatte del Trekker3 Compact, con luce libera dal suolo minima di 213 mm e una larghezza fuoritutto contenuta in 1 metro e 150 millimetri.

 

SERIE 6H, TECNOLOGIA CHE UNISCE EFFICIENZA E COMFORT

Nella categoria Utility, Landini Serie 6H T-Tronic è adatto alle attività da campo aperto, fienagione e alle tipiche attività aziendali, esaltando prestazioni ed efficienza, ottimizzando stile ed ergonomia. Emissionato Stage V, grazie alla tecnologia DOC-DPF-SCR, la gamma propone due modelli, entrambi motorizzati con propulsore F36 da 3.6 litri e 16 valvole: 6-125H, capace di sprigionare 119 cavalli, che arrivano fino a 127 nella versione 6-135H.

Il consumo di carburante è ridotto del 10% grazie a soluzioni innovative e la capacità del serbatoio è aumentata a 170 litri (in precedenza erano 150). Incrementata anche la coppia massima, che in tutti e due i modelli raggiunge i 518 Nm a 1300 giri/minuto.

Il sistema idraulico si presenta rinnovato, con il passaggio al circuito chiuso (CCLS) da 110 litri/minuto, con 38,5 litri/minuto per lo sterzo: una soluzione che permette maggiori prestazioni idrauliche e una maggiore produttività nelle movimentazioni con caricatore frontale, migliori performance e minore rumorosità per l’operatore. Contemporaneamente sono garantiti un minor consumo di carburante e una minore rumorosità durante il funzionamento.

La trasmissione assicura la velocità corretta per ogni specifica applicazione grazie al consolidato schema 36+12 con HML (3 marce sotto carico) e Reverse Powershuttle con modulazione d’innesto. Le velocità diventano 48+16 grazie al superriduttore.

La piena visibilità frontale è garantita dall’installazione sotto il cofano del sistema di post-trattamento Stage V e dal sistema SCR, che assicurano una linea compatta del trattore fedele al nuovo family feeling Landini. Visibilità che viene inoltre amplificata a 360° dalla cabina Total View Slim a 4 montanti e dal tetto FOPS con botola trasparente apribile, per una naturale ventilazione dell’abitacolo. Tutte le operazioni con caricatore frontale L30 sono quindi agevolate, così come le lavorazioni in notturna grazie a un pacchetto luci full LED.

Migliore attenzione al comfort dell’operatore grazie al sistema meccanico di sospensione della cabina con ammortizzatori da 96mm di corsa e alle soluzioni ergonomiche adottate sulla console di comando, dove è presente il joystick di comando per caricatore, declutch e per la selezione delle 3 marce PowerShift. Comfort che si conferma anche nei trasporti su strada grazie all’opzione dell’assale anteriore sospeso, che garantisce anche maggiore sicurezza in frenata e migliore trazione su terreni sconnessi.

Landini SERIE 6H può usufruire delle migliori tecnologie messe a disposizione dall’azienda di Fabbrico. La guida satellitare (Monitor X25, Antenna AGS-2 e volante AES-35, aiutano a compiere lavorazioni con precisione di 2 cm per 100 mt lineari su un tracciato stabilito) e il sistema ISObus (per far dialogare il trattore con gli attrezzi) garantiscono la massima efficienza e il controllo dei consumi.

Inoltre, grazie al Landini Fleet & Remote Diagnostic Management, è possibile gestire la flotta trattori diminuendo i costi operativi e stabilendo la produttività delle macchine attraverso il controllo dei parametri di lavorazione e della telemetria del trattore. La diagnostica da remoto invece permette di accorciare i fermi macchina, intervenendo da remoto per gli aggiornamenti del software. Una tecnologia compatibile con i requisiti di Industria 4.0 e quindi del credito d’imposta.

 

SERIE 6RS, TRASMISSIONE IN STILE AUTOMOTIVE

La Serie 6RS Stage V è specificatamente rivolta a una clientela che fa della versatilità del mezzo, della ricerca delle prestazioni non disgiunte dal comfort, il fattore di scelta. Ideale per le lavorazioni in campo aperto, offre massima affidabilità nelle applicazioni foraggere, nei trasporti su strada e nelle movimentazioni in ambito aziendale.

La principale caratteristica è la trasmissione a gamme robotizzate, quindi un semi-PowerShift che garantisce all’operatore la sensazione di un cambio automobilistico, con precisa, immediata e piena rispondenza rispetto ai comandi inviati. La trasmissione, così come pure motore, PTO, sollevatore e distributori idraulici elettronici, sono gestiti, nella massima semplicità e comodità per l’operatore, dall’innovativo joystick all-in-one, lo Smart Pilot Plus, allocato nella cabina a sospensione meccanica progettata con materiali di alta qualità di derivazione automotive.

La cabina “High Vision” è caratterizzata dal tetto panoramico omologato FOPS e dalla botola per la ventilazione naturale, che esaltano le prestazioni della trattrice nell’uso del caricatore frontale L40 e nelle lavorazioni di fienagione. Senza dimenticare i fari a Led, fino a 14 disponibili, di cui 8 integrati sul tetto per ottimizzare la visione anche in notturna.

Tra gli altri vantaggi competitivi della Serie 6RS, emissionata Stage V e motorizzata FPT NEF 45 da 4,5 litri, 16 valvole e 4 cilindri, vi sono l’impianto idraulico a centro chiuso load sensing, dotato di una pompa da 114 l/min capace di gestire fino a 7 distributori e sollevatore posteriore elettronico con una capacità massima di 7.200 kg. Design ed ergonomia, comfort e tecnologia applicata al miglioramento delle condizioni di lavoro sono le altre caratteristiche che rendono Landini 6RS il miglior alleato in campo e in azienda.

Completano l’offerta, il sistema “Precision Steering Management” per il controllo e la gestione della guida satellitare, la funzione ISObus per la connettività tra trattore e attrezzature e il sistema di gestione di flotta e di diagnostica da remoto Landini Fleet & Remote Diagnostic Management che operano in sinergia alla volta di massimizzare l’efficienza e la redditività delle quotidiane attività in un’ottica di contenimento dei costi operativi.

 

 
Fonte: Argo Tractors
 

vedi anche:

Landini: con il Full Hybrid il REX4 fa tripletta al Concorso Novità Tecniche di Eima International

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori