CASE-IH (2023)

Case IH: un salto nel futuro, tra connettività e autonomia

Dalle numerose novità riguardanti i trattori di diverse fasce di potenza, tra inediti modelli e importanti aggiornamenti di gamma, ai nuovi sempre più avanzati servizi di telemetria fino alle macchine decisamente proiettate verso il futuro.

Il carnet di nuove proposte approntato nel corso del 2022 da Case IH in vista della prossima stagione è davvero sostanzioso, variegato e ricco di spunti particolarmente stimolanti nel segno dell’innovazione. E ha trovato lo scorso novembre sotto i riflettori delle ultime edizioni di due manifestazioni fieristiche clou del settore, il Sima di Parigi e l’Eima di Bologna, l’occasione più opportuna per essere presentato al pubblico mettendo in evidenza tutto lo spessore delle nuove soluzioni tecnologiche e delle nuove funzionalità messe a punto da Case IH al fine di offrire agli utilizzatori macchine in grado di garantire un miglioramento dell’efficienza ed una riduzione dei costi operativi.

 

NUOVO TOP DI GAMMA PUMA 260 CVXDRIVE, IL PUMA PIÙ POTENTE,  AVANZATO E CONFORTEVOLE DI SEMPRE

In primo piano innanzitutto sia sul palco del Sima 2022 – dove Case IH lo ha tenuto a battesimo in anteprima – sia su quello dell’Eima, il nuovo modello Puma 260 CVXDrive, neo top di gamma della serie Puma a passo lungo, concepito all’insegna delle più elevate prestazioni e della più spinta connettività: il Puma più avanzato, potente e confortevole di sempre, sottolinea il costruttore, con il suo brillante e parsimonioso motore a sei cilindri FPT NEF, erogante una potenza massima di 280 cavalli che, grazie al sistema Engine Power Management, salgono a 302 cavalli durante le applicazioni alla presa di forza, idrauliche e in fase di trasporto su strada. Motore che opera in sinergia con la silenziosa ed efficiente nuova trasmissione a variazione continua CVXDrive, con impostazioni personalizzabili, che consente di raggiungere, ove consentito, i 50 chilometri orari a soli 1.550 giri al minuto in favore di un ottimale risparmio di carburante.

Connettività e potenza protagonisti sul nuovo modello di punta della famiglia Puma, dunque, ma in luce anche spiccata maneggevolezza, alti livelli di comfort ed uno stile aggressivo, associati ad una migliorata esperienza di utilizzo e a costi di proprietà inferiori. E, naturalmente, ad un pacchetto di progredite tecnologie che supportano le realtà agricole in direzione di una operatività più efficiente, produttiva e redditizia, complice la presenza di esclusive funzioni di gestione dell’azienda, della flotta e dei dati, controllabili dall’ampia e confortevole cabina di questo trattore progettato da Case IH d’intesa con coltivatori e contoterzisti.

 

L’EVOLUTA TECNOLOGIA DI TELEMATICA AFS CONNECT È ORA  PRESENTE ANCHE SUI PUMA A PASSO LUNGO

Filo conduttore in ambito di connettività tra aziende agricole, parco macchine e dati operativi sul nuovo Puma 260 CVXDrive è l’evoluta tecnologia di telematica AFS Connect – finora appannaggio solo dei trattori di altissima potenza del brand di CNH Industrial, ma che oggi fa il suo ingresso anche sulla gamma Puma a passo lungo – efficace ottimizzazione a livello hardware e software dei collaudati sistemi di agricoltura avanzata AFS (Advanced Farming Systems) di Case IH, firma big del settore e indiscusso pioniere in questo campo.

AFS Connect – che garantisce un immediato trasferimento dei dati bidirezionale tra il display nella cabina del trattore e il portale online MyCaseIH – mira a semplificare e a rendere più fruttuosa la gestione delle macchine da parte degli operatori agricoli, che vengono di fatto supportati nell’ottimizzazione dei processi di lavoro, offrendo al contempo un servizio di monitoraggio/assistenza in remoto della macchina eseguito sempre in tempo reale.

I proprietari e i gestori dell’azienda agricola possono consultare e amministrare i dati operativi e i parametri funzionali dei trattori in qualsiasi momento attraverso il proprio computer o mediante un dispositivo mobile, mentre le funzionalità remote estese includono la condivisione dello schermo.

 

MASSIMA INTUITIVITÀ E CONFIGURABILITÀ CON TRE COMPONENTI CHE LAVORANO IN SINCRONO

Al fine di fornire le sue funzionalità, il sistema AFS Connect si avvale di tre componenti che lavorano in sincrono per permettere agli utilizzatori di configurare nel modo preferito le funzioni di precision farming e di gestione del trattore: il display touchscreen AFS Pro 1200 con interfaccia Bluetooth, progettato per una navigazione intuitiva, il sistema operativo AFS Vision Pro, di facile utilizzo e configurabile in base alle singole esigenze grazie anche alla presenza di tasti di scelta rapida preprogrammati e il ricevitore satellitare AFS Vector Pro che offre diversi livelli di precisione.

La guida automatica AFS AccuGuide™ e la tecnologia di gestione automatizzata della svolta a fine campo AFS AccuTurn Pro, inoltre, aumentano ulteriormente la praticità e la produttività, con una precisione fino a 1,5 centimetri con RTK+.

 

SOSPENSIONE IDROPNEUMATICA SEMI-ATTIVA PER LA NUOVA CONFORTEVOLE E PANORAMICA CABINA DI QUALITÀ PREMIUM

Una nuova sofisticata tecnologia ospitata dalla ripensata cabina di qualità premium del Puma 260 CVXDrive, ancora più spaziosa, panoramica, estremamente confortevole e silenziosa (livello sonoro massimo nell’abitacolo pari a soli 66 decibel, ai vertici del mercato) ed equipaggiata di sospensione idropneumatica semi-attiva che isola l’operatore dai movimenti del veicolo e può essere regolata in base alle preferenze individuali o alle variazioni del terreno, offrendo, unitamente al livello di comfort ottimale, un’eccellente qualità di marcia.

E ad innalzare ulteriormente il livello contribuisce il sistema di sospensione avanzata del veicolo (Advanced Vehicle Suspension-AVS) di Case IH, integrando la sospensione semi-attiva della cabina, il sollevatore posteriore e la sospensione dell’assale anteriore con un sofisticato software che reagisce alle variazioni delle superfici per una marcia ancora più regolare.

 

BRACCIOLO MULTICONTROLLER AGGIORNATO

All’interno dell’abitacolo spiccano, tra le altre, dotazioni quali una chiave elettronica (FOB) per l’avvio del motore, un sedile Premium in pelle con sospensione attiva (disponibile a richiesta) e, posizionato al centro della postazione di lavoro dell’operatore, il bracciolo ergonomico MultiController che ora incorpora un numero maggiore di funzioni, tutte pratiche da usare e completamente personalizzabili, tra cui un encoder che consente all’operatore di navigare facilmente nel display, pulsanti di accesso rapido “Hot Key”, pulsanti dei distributori ausiliari, guida automatica AFS e applicazioni ISOBUS, mentre il sistema di gestione TIM (Tractor-Implement-Management) permette una semplice connessione e comunicazione da e verso gli attrezzi.

 

ASSALI MAGGIORATI E MANUTENZIONE PIÙ FACILE E AFFIDABILE

Tra le altre prerogative, si segnalano il sistema di frenata per rimorchi, Advanced Trailer Braking (brevettato), che stabilizza trattore e rimorchio, ed un massimo di 24 potenti luci a Led per una migliore visibilità notturna, a tutto vantaggio della produttività del nuovo top di gamma della serie Puma a passo lungo, equipaggiato di assali anteriore e posteriore più grandi e robusti e di pneumatici posteriori opzionali 710/70 R42 da 2,05 metri di diametro che aumentano l’impronta a terra in misura massima del 18 per cento, massimizzando trazione e capacità di carico e minimizzando al contempo la compattazione del suolo.

Il sollevatore posteriore presenta una capacità di 10.468 chilogrammi ed è pari a 170 litri al minuto la portata massima dell’impianto idraulico: il nuovo circuito idraulico annovera il 30 per cento di collegamenti in meno e risulta più silenzioso, mentre i distributori posteriori elettroidraulici di nuova concezione permettono l’aggancio/sgancio senza perdite dei connettori idraulici codificati in base al colore.

Ulteriori caratteristiche degne di nota; un serbatoio del carburante da 460 litri, maggiorato del 15 per cento rispetto ai predecessori, che consente di lavorare fino a tre ore in più prima di fare rifornimento, e un intervallo di manutenzione di 750 ore.

 

NUOVI MODELLI FARMALL C STAGE V CON SPECIFICHE SELECTION

Nuovi modelli vengono inoltre proposti da Case IH, nell’ambito delle medie potenze, allo scopo di arricchire la famiglia dei trattori Farmall. Arrivano dunque, in primo luogo, i nuovi Farmall 100, 110 e 120 C con specifiche Selection, dotati di una potenza nominale rispettivamente di 101, 110 e 117 cavalli, che vanno ad integrare i modelli Advanced.

Progettati per le piccole e medie aziende agricole e miste, oltre che per le aziende zootecniche professionali, i nuovi modelli Farmall C Selection, destinati agli utilizzatori in cerca di un trattore utility pesante, pratico, robusto e di semplice manutenzione, ideale per operazioni intensive sul campo o con il caricatore, identificano ancora di più Case IH in un settore di mercato molto competitivo, grazie a migliorate caratteristiche che ne incrementano produttività, versatilità e facilità di impiego.

A muoverli è un propulsore FPT F5 a quattro cilindri da 3,6 litri con iniezione common rail e quattro valvole per cilindro, in grado di fornire un’eccellente coppia massima a regimi più bassi (450, 490 e 506 newtonmetri, rispettivamente, sui Farmall 100 C, 110 C e 120 C) e al contempo estremamente efficiente nei consumi, caratteristica, questa, combinata con i serbatoi maggiorati nella capienza (da 130 litri per il carburante e da 14,4 litri per l’AdBlue) e con intervalli di manutenzione di 600 ore. La conformità agli standard Stage V in materia di emissionamenti è raggiunta mediante un sistema di post-trattamento Compact High-eSCR2 esente da manutenzione.

 

ROBUSTA TRASMISSIONE POWERSHUTTLE DI SERIE

Al motore è abbinata di serie una robusta trasmissione Powershuttle con quattro marce per tre gamme da 12+12 rapporti e da 40 chilometri orari, con leva dell’inversore idraulico che evita la necessità di utilizzare la frizione per cambiare direzione, aumentando la produttività in tutte le attività che richiedono ripetuti spostamenti avanti/indietro, come i lavori di spola con il caricatore.

Disponibile a richiesta, inoltre, un superriduttore 20+20 per un adeguamento della velocità ancora più preciso in applicazioni particolarmente impegnative.

 

NUOVO ASSALE ANTERIORE “HEAVY DUTY” CON PESO LORDO DEL VEICOLO INCREMENTATO FINO A 7 TONNELLATE

I nuovi modelli Farmall C Selection, poi, sono stati equipaggiati da Case IH di un nuovo ampio assale anteriore per impieghi gravosi “heavy duty”, che aumenta il peso lordo del veicolo fino a 7 tonnellate e la capacità dell’assale fino a 5,2 tonnellate, con 20 centimetri di larghezza in più da flangia a flangia, rendendo questi trattori ideali per le applicazioni più pesanti con il caricatore.

Le specifiche includono tra l’altro un bloccaggio del differenziale elettroidraulico e freni a disco anulari senza regolazione, mentre è disponibile l’innesto automatico della doppia trazione in frenata per migliorare le prestazioni e la sicurezza.

Da segnalare, inoltre, il sollevatore posteriore dalla capacità di 5.000 chilogrammi, il sollevatore anteriore opzionale da 1.400 chilogrammi e la presa di forza a tre velocità (540, 540E e 1.000 giri al minuto) con opzioni ECO e sincronizzazione al cambio.

 

RINNOVATA CABINA A SEI MONTANTI CON PAVIMENTO PIATTO, PANORAMICA E PERFETTAMENTE INSONORIZZATA

Ulteriore prerogativa saliente, la nuova cabina a sei montanti con pavimento piatto e superfici vetrate di 5,2 metri quadri per una visuale panoramica, molto spaziosa (volume interno: 2,05 metri cubi), confortevole (la climatizzazione è di serie) e perfettamente insonorizzata, con un livello fonometrico massimo di soli 76 decibel. Tutti i comandi sono posizionati a destra dell’operatore, mentre l’ampio sedile a sospensione pneumatica ottimizza il comfort di marcia. Presa USB e supporto per telefono sono di serie, mentre a richiesta sono disponibili parabrezza e finestrini laterali apribili, unitamente ad un tettuccio ad alta visibilità.

 

MODELLI FARMALL A RIVISTI PER LO STAGE V

Novità anche per quanto riguarda la serie Farmall A, con i nuovi Farmall 90 A (con potenza di 90 cavalli e coppia massima di 380 newtonmetri) e 100 A (da 100 cavalli di potenza e 450 newtonmetri di coppia massima a 1.300 giri al minuto), ancora più prestazionali, produttivi, convenienti, versatili e pratici da utilizzare.

Anche in questo caso sotto i cofani alloggia il propulsore FPT F5 a quattro cilindri Stage V, che opera in sinergia con una trasmissione meccanica 12+12 da 40 chilometri orari, semplice, efficiente, affidabile e robusta, oppure a richiesta con una trasmissione Powershuttle ad azionamento idraulico (sempre disponibile, dietro richiesta, il superriduttore 20+20).

E anche i modelli Farmall 90 A e 100 A a doppia trazione sono dotati di un assale anteriore heavy-duty di Classe 1.0 con bloccaggio del differenziale elettroidraulico, di freni a disco senza regolazione e di innesto automatico della doppia trazione in frenata.

Per potenziare ulteriormente la versatilità dei nuovi Farmall A, il sollevatore posteriore offre una capacità di sollevamento massima di 4.400 chilogrammi, la presa di forza indipendente, elettroidraulica e a modulazione automatica è a tre velocità, con regime ECO e sincronizzazione al cambio a richiesta, così come a richiesta sono disponibili un sollevatore anteriore a comando meccanico con capacità fino a 1.400 chilogrammi, una presa di forza anteriore da 1.000 giri al minuto e una pompa a centro aperto Extra Flow ad alta portata da 82 litri al minuto.

La nuova cabina a quattro montanti a pianale piatto, infine, offre maggiore spazio e comfort, con aria condizionata di serie e livello fonometrico massimo ridotto a 77 decibel. Il tettuccio opzionale è stato ampliato per migliorare la visibilità verso l’alto, mentre un angolo visivo di ben 320 gradi consente un’eccellente visuale a 360 gradi, perfetta quando si lavora in spazi ristretti.

 

UPGRADE DEI PODEROSI CINGOLATI QUADTRAC E GOMMATI STEIGER CON PRESTANTE IMPIANTO IDRAULICO E SOLLEVATORE POSTERIORE POTENZIATO

In grande evidenza a Parigi nello stand di Case IH, poi, le aggiornate serie di trattori articolati, i poderosi cingolati Quadtrac – vincitori del concorso Farm Machine 2023 nella categoria Trattori XL – e i gommati Steiger, al top dell’offerta trattoristica del brand di Cnh Industrial, dal 2021corredati di tecnologia telematica AFS Connect.

Cingolati Quadtrac AFS Connect (cinque modelli con potenze massime che vanno dai 525 ai 692 cavalli) e versioni gommate Steiger AFS Connect (tre modelli con potenze massime comprese tra 469 e 558 cavalli), azionati da propulsori FPT Cursor 13 a sei cilindri da 12,9 litri emissionati in Stage V, che sono stati potenziati ulteriormente per il 2023 in termini di prestazioni, efficienza, funzionalità e specifiche, a partire dalla presenza di un impianto idraulico in grado di fornire una portata che raggiunge i 428 litri al minuto per un massimo di otto distributori elettroidraulici.

L’innovazione di spicco è rappresentata dal nuovo attacco a tre punti di tipo heavy duty per impieghi gravosi, che migliora ancora di più la robustezza, l’uso quotidiano, la manutenzione e l’assistibilità, incrementando fino al 5 per cento la capacità di sollevamento e fornendo una maggiore flessibilità, adattandosi perfettamente agli attrezzi e alle applicazioni ad elevata richiesta di potenza.

I rinnovati trattori, che annoverano un nuovo bracciolo con comandi configurabili, sono inoltre equipaggiati di fabbrica con un barra di traino di categoria 5, dalla rimarchevole capacità di carico, un perno adattatore di categoria 4 ed una boccola offerti per garantire un’ampia compatibilità e duttilità d’impiego. A richiesta viene inoltre messo a disposizione da Case IH un nuovo attacco combinato per sei distributori ausiliari con tre raccordi da ½ pollice e altri tre da ¾ di pollice al fine di predisporre al meglio il trattore per gli operatori che utilizzano seminatrici pneumatiche di grandi dimensioni.

 

GLI AGGIORNATI VESTRUM CVXDRIVE MODEL YEAR 2023

In mostra invece sia al Sima sia all’Eima i rinnovati Vestrum CVXDrive Model Year 2023, quattro modelli motorizzati NEF Stage V a quattro cilindri da 4,4 litri con una potenza compresa tra 100 e 130 cavalli ma in grado di erogare fino a 140 cavalli. Modelli dotati da Case IH di nuove caratteristiche e migliorie progettuali che elevano ulteriormente il livello di performance, funzionalità, comfort ed esperienza di guida offerto da questi apprezzati trattori – i primi della casa costruttrice in questo segmento a combinare la trasmissione CVXDrive con il sistema di gestione automatica della produttività (APM) per la massima efficienza e prestazioni – rivolti alle medie aziende agricole e zootecniche.

 

MIGLIORATA TRASMISSIONE CON L’INGRESSO DI NUOVE FUNZIONALITÀ CVT “INTELLIGENTI”

Uno dei punti di maggiore rilievo dell’upgrade operato sui Vestrum risiede nella loro trasmissione CVXDrive a variazione continua migliorata con l’introduzione di ulteriori funzionalità CVT “intelligenti”, che consente una velocità di 40 chilometri orari raggiungibile, con la funzione ECO, a soli 1.700 giri al minuto e permette, collegata al sistema APM del trattore, di impostare la velocità operativa desiderata (e i conducenti possono ora modificare, salvare e richiamare impostazioni personalizzabili in base alle preferenze o all’attività).

In risposta ai sondaggi effettuati presso i clienti, le caratteristiche di guida sono state ottimizzate in modo da massimizzare la risposta sia dell’inversore sia di accelerazione/decelerazione, migliorando al contempo la sensibilità del pedale di guida e la sensibilità e la rilevazione della posizione del bracciolo Multicontroller e integrando, inoltre, una funzione di esclusione del pedale del cruise control.

A richiesta, poi, per potenziare ulteriormente la produttività, sono stati resi disponibili fino a quattro distributori ausiliari posteriori completamente elettroidraulici per le operazioni più impegnative, oltre ad una presa di forza anteriore con frizione a bagno d’olio.

Da segnalare anche il miglioramento dell’accesso alla nuova cabina a quattro montanti sospesa e l’allestimento degli interni con finiture di qualità premium.

 

NUOVO MONITOR TOUCHSCREEN AFS CONNECT 700 PLUS DA 12 POLLICI, CON DISPLAY AD ALTA RISOLUZIONE, HARDWARE PIÙ VELOCE E SUPERIORE CAPACITÀ DI ARCHIVIAZIONE

Cabina che alloggia una delle più consistenti novità annoverate dall’ultima versione dei Vestrum CVXDrive: il nuovo monitor touchscreen AFS Connect 700 Plus da 12 pollici – introdotto da Case IH sulle versioni Multicontroller e CVXDrive dei modelli Maxxum e Puma 150-175 per il Model Year 2023 –  che semplifica notevolmente la gestione delle attività.

Dotato di hardware, e quindi di funzionamento, più veloce, il nuovo terminale incorpora un display più definito e più flessibile – con schermo in vetro ad alta risoluzione tipo tablet, più grande del 35 per cento e dotato di rivestimento antiriflesso e anti-impronte digitali – che offre la possibilità di collegare a richiesta fino a quattro telecamere esterne e che, in combinazione con funzionalità come AccuSync,  risulta in grado di migliorare i tempi di attività e il trasferimento dei dati tra l’azienda, il campo e il trattore.

Con 15 GB di spazio di memoria, AFS 700 Plus dispone di un menu di avvio rapido e di una maggiore capacità di archiviazione, oltre a fornire funzionalità multi-tasking deputate ad ottimizzare la produttività. Può essere montato sul bracciolo del Multicontroller oppure sulla guida del monitor (optional) che comprende un cablaggio integrato e due prese USB per alimentare tablet e telefoni cellulari.

 

DEBUTTO DI SAFEGUARD CONNECT, NUOVO PACCHETTO DI SERVIZI DI TELEMETRIA A VALORE AGGIUNTO PER TRATTORI DI ALTA POTENZA E MIETITREBBIE AXIAL-FLOW SERIE 250

I visitatori delle due manifestazioni fieristiche hanno avuto inoltre l’opportunità di prendere atto degli ultimi sviluppi vantati da Case IH nell’ambito delle soluzioni di telemetria, scoprendo Safeguard Connect: una nuova combinazione di servizi di telemetria a valore aggiunto, raggruppati in modo da comprendere tutti gli aspetti del supporto tecnico e del servizio di assistenza, proposta per il 2023 sui trattori aziendali di alta potenza – Optum, Magnum, Steiger, Quadtrac – e sulla serie di mietitrebbie Axial-Flow 250.

Safeguard Connect, integrante la telemetria AFS Connect, include anche il portale AFS Connect Farm, che consente la visualizzazione, la modifica, la gestione, l’analisi e l’utilizzo dei dati agronomici raccolti da AFS Connect, permettendo di monitorare e gestire macchine e flotte tramite il portale con un personal computer o con l’app AFS Connect App Farm.

Compresi nella nuova combinazione di servizi di telemetria, poi, una garanzia Safeguard estesa (in base al mercato), un check-up pre-stagionale, l’assistenza da remoto del concessionario e, a supporto per la stagione di raccolta, il servizio Max Service 24/7, oltre all’abbonamento AFS Connect e alla formazione completa per gli operatori.

 

NUOVO CONCEPT XPOWER XPR SVILUPPATO DA AGXTEND E ZASSO PER IL DISERBO ELETTRICO SULLE COLTURE A FILE

In forte risalto presso lo stand parigino di Case IH anche l’innovazione sostenibile, in questo caso nel campo della più avanzata tecnologia elettro-erbicida di controllo delle infestanti, con il debutto del concept di attrezzo XPower XPR, sviluppato da Agxtend assieme al partner Zasso, destinato al diserbo elettrico sulle colture a file. Si tratta di una soluzione di estremo interesse, che rappresenta il primo sistema di diserbo ad alto voltaggio non chimico per il controllo non selettivo delle infestanti tra le file e che va ad aggiungersi agli altri due modelli per diserbo con tecnologia XPower, XPS per vigneti e frutteti e XPU per applicazioni urbane (entrambi già presenti sul mercato).

La nuovissima soluzione XPower XPR di diserbo per colture a file opera tramite un generatore (multifunzione compatibile con le altre soluzioni XPower) e un nuovo applicatore specificatamente adattato per le esigenze di tutte le colture a file, presenta una larghezza di lavoro massima di 3,7 metri ed è facilmente regolabile da 25 a 40 centimetri a seconda del tipo di applicazione.

 

I NUOVI TRAGUARDI DEL FUTURO: AUTONOMIA E AUTOMAZIONE NEL SETTORE AGRICOLO

Per arrivare alle macchine e alle tecnologie che esprimono la visione del futuro dell’agricoltura propria di Case IH, che va avanti nel suo percorso in direzione dell’autonomia e dell’automazione con l’obiettivo di garantire agli agricoltori nuovi più elevati livelli di produttività grazie alle soluzioni assistite e senza conducente.

In tale ambito al Sima 2022 è stato lanciato un modello Magnum 400 con sistema Raven Autonomy: un trattore autonomo abbinato ad un rimorchio per cereali che, integrando la tecnologia Raven Autonomy, consente all’agricoltore di monitorare, sincronizzare e comandare il trattore senza conducente da un tablet presente nella cabina della mietitrebbia che lavora in contemporanea nel campo.

Oltre al risparmio di manodopera, l’integrazione della tecnologia agricola senza conducente di Raven con la potenza dei Magnum ha dimostrato di essere in grado di consentire una riduzione nelle perdite di granella ed una diminuzione degli errori durante il lavoro.

 

© Barbara Mengozzi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori