Lemken, coltivatore a dischi e denti Koralin, per una lavorazione ultrasuperficiale delle stoppie

Attrezzature 23/04/2020 -

Costituisce un’interessante alternativa meccanica al diserbo chimico il nuovo coltivatore ibrido a dischi (che lavorano in verticale) e denti (che lavorano in orizzontale) Koralin di Lemken, per una lavorazione ultrasuperficiale delle stoppie, particolarmente adatto a terreni asciutti e difficili ed efficace anche in presenza di abbondanti residui.

 

CON LARGHEZZE DI LAVORO DI 6,6 E 8,4 METRI

Il versatile attrezzo, che ha fatto il suo debutto ad Agritechnica 2019 (nella foto sopra), sarà introdotto gradualmente sul mercato nel corso dell’anno in versione trainata con larghezze di lavoro di 6,6 e 8,4 metri,

Nella parte anteriore della macchina, due file di dischi indipendenti con profilo merlato dal diametro di 510 millimetri, disposti simmetricamente e montati su molle a balestra, aprono il terreno e permettono di tagliare i residui in superficie preparando e agevolando il passaggio dei denti che, essendo grazie a questo posizionamento meno esposti all’usura, garantiscono a detta del costruttore una durata tre volte maggiore.

Questi ultimi (gli stessi montati sull’erpice a dischi Heliodor), provvisti di vomeri a zampa d’oca larghi ciascuno 35 centimetri, sono disposti simmetricamente in tre file, con una distanza tra un dente e l’altro di 30 centimetri ed una sovrapposizione di 2,5 centimetri.

Per garantire la stabilità laterale ed un’altezza che permetta ai coltri di lavorare permanentemente sull’intera superficie i denti sono fissati al telaio principale mediante il sistema di sicurezza a molla non-stop.

 

IDEALE PER PASSAGGI SUCCESSIVI, AUMENTANDO VIA VIA LA PROFONDITÀ DI LAVORO

Il Koralin, fa presente Lemken, costituisce uno strumento ideale per passaggi successivi aumentando gradualmente la profondità di lavoro. Per una maggiore durata sono disponibili vomeri con riporti in metallo duro.

La regolazione della profondità, tra 2 e 10 centimetri, viene eseguita con ruote di supporto sull’attrezzo. Per un diserbo più efficace, il rullo può anche essere sostituito da un erpice a più file.

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori