MENU

Michelin: 2018, l’anno del telegonfiaggio

By at dicembre 20, 2017 | 18:03 | Print

Michelin: 2018, l’anno del telegonfiaggio

Se il 2017 è stato l’anno del lancio di EvoBib e di RoadBib (vedi link), il 2018 si prepara a essere l’anno del telegonfiaggio e degli pneumatici senza aria.

A queste novità, se ne affiancano altre meno rivoluzionarie, ma senza dubbio utili: il costruttore francese ha infatti in serbo per l’anno a venire nuove opportunità riguardanti le garanzie. Va detto che per ora si tratta solo di qualche anticipazione, ma è bene iniziare a parlarne, poiché i dettagli non tarderanno ad arrivare nel corso dell’anno.

 

IL RIVOLUZIONARIO EVOBIB, LO PNEUMATICO “2 IN 1”

Per comprendere appieno il nuovo progetto che Michelin ha in mente in materia di telegonfiaggio, occorre fare un passo indietro e tornare a parlare di EvoBib, ossia dello pneumatico ribattezzato “2 in 1”, poiché in grado di adattare la forma e l’impronta al suolo in funzione dell’utilizzo: in campo l’impronta aumenta (il costruttore dichiara +20%), in strada si ridimensiona.

Come era stato spiegato nell’articolo linkato sopra, a far variare il profilo della gomma è la pressione di gonfiaggio, e pertanto la massima espressione di questo pneumatico si avrà, ovviamente, con il diffondersi del telegonfiaggio.

 

L’ACQUISIZIONE DI PTG E TELEFLOW E IL PROGETTO ZEN@TERRA

Per anticipare il più possibile i tempi, Michelin, forte dell’acquisizione annunciata durante Agritechnica di PTG e Téléflow, ha dato vita a Zen@terra, il progetto che mira, in sintesi, ad avere la giusta pressione in campo e in strada, senza che l’operatore debba fermarsi.

In altre parole, comodamente seduto in cabina, l’operatore potrà impostare dei parametri e fare in modo che in configurazione da campo la pressione sia bassa (inferiore a 1,2 bar): l’impronta al suolo dunque aumenterà, riducendo la compattazione del suolo e aumentando la trazione.

Una volta che la macchina sarà fuori dal terreno, l’operatore imposterà la configurazione strada: la pressione aumenterà (superiore a 2 bar) e lo pneumatico resterà in contatto con il suolo solo con la parte centrale della sommità, a beneficio dei consumi, della sicurezza e del comfort.

 

X-TWEEL, IL RADIALE SENZ’ARIA PER LE PALE CARICATRICI COMPATTE

Già nel nome, la sua sintesi: T-Weel (T sta per tyre, wheel sta per ruota) è lo pneumatico radiale senza aria appositamente progettato, concepito e prodotto per gli skid steer loader, le pale caricatrici compatte.

Il lancio ufficiale avverrà nel 2018, per ora basti sapere che si tratta di uno pneumatico alla cui base tecnologica vi sono dei tralicci di poliresine collegati direttamente al mozzo, e che il costruttore lo ritiene la sintesi degli pneumatici che ci sono oggi sul mercato per questo tipo di macchine (per esempio le gomme piene antiforatura, oppure gli pneumatici convenzionali, oppure i bias).

Il valore aggiunto è la notevole rigidità laterale, che permette una maggiore resistenza agli impatti. Non prevede manutenzione, ma promette lunga vita: Michelin stima una resa tre volte superiore rispetto alle soluzioni comunemente adottate per le pale gommate, il che significa che, in teoria e al netto di incidenti particolari, la vita di questo pneumatico potrebbe raggiungere le 2.000 ore. In realtà, qualche cosa di più, poiché è possibile la sua ricostruzione.

Sono previsti due disegni: All Terrain (AT) 12 N 16,5 e e 10 N 16,5 e Hard Surface Traction (HST) 12 N 16,5.

 

ESTENSIONE DELLA GARANZIA

Il 2018 porterà novità in casa del Bibendum anche in termini di garanzia. Sebbene i dettagli di questo servizio non siano ancora stati resi noti – non si conoscono i prodotti destinatari né le tempistiche di attivazione – si sappia che Michelin metterà a punto un supplemento di garanzia a quella obbligatoria per legge (della durata di 2 anni). Tale servizio sarà disponibile su tutti e tre i marchi facenti capo al costruttore francese.

 

© Emanuela Stìfano

 

Componenti ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere