New Holland Agriculture: da 125 anni al fianco degli agricoltori, in tutto il mondo

News 25/06/2020 -

Centoventicinque anni di storia e di impegno speso al servizio di cinque generazioni di agricoltori di tutto il mondo.

Un anniversario e un traguardo estremamente significativi che New Holland Agriculture celebra quest’anno con tutto l’orgoglio di aver raccolto l’eredità e valorizzato l’illustre tradizione di marchi del calibro di Ford, Fiat, Braud e Claeys che hanno contribuito a darle vita e sostanza, aprendo la strada ad una parabola ascendente, iniziata in una piccola città della Pennsylvania e via via cresciuta in modo esponenziale fino a rendere il marchio di CNH Industrial una realtà presente in 170 paesi a livello mondiale.

 

INVESTENDO E INNOVANDO COSTANTEMENTE NELL’ARCO DI OLTRE UN SECOLO

Una storia, quella di casa New Holland, scandita da innovazioni di grande portata, tali da cambiare il volto dell’agricoltura, come ha ricordato Carlo Lambro, brand president di New Holland Agriculture, ma sempre ispirata ai valori e alla vision dei lungimiranti fondatori.

A cominciare dal capostipite Abe Zimmerman, che nella sua piccola officina, inaugurata a New Holland in Pennsylvania nel 1895, comprese ben presto l’importanza di soddisfare le esigenze dei clienti con soluzioni semplici e un’assistenza affidabile.

O da Henry Ford, animato dall’ambizioso obiettivo di rendere l’innovazione e la meccanizzazione accessibili a tutti, produttore nel 1917 del primo trattore di serie al mondo.

E poi Giovanni Agnelli, che intuì come una soluzione messa a punto per una specifica esigenza locale potesse essere estesa su larga scala, offrendo agli agricoltori di tutto il mondo un’alternativa intelligente con macchine innovative e facili da usare e lanciando così nel 1918 il suo primo trattore Fiat.

Ed ancora, Leon Claeys, che ha dedicato le sue conoscenze specialistiche alla semplificazione della vita degli agricoltori, introducendo la prima mietitrebbia semovente europea nel 1952.

 

UN COSTANTE SUPPORTO A UN SETTORE DI VITALE IMPORTANZA

Oggi, a distanza di centoventicinque anni, la ricca tradizione si sposa al brillante presente di New Holland, marchio sempre affidabile, aperto e mai alle prese con battute d’arresto nel suo percorso di continua innovazione, oltre che partner sostenibile per gli agricoltori del pianeta.

Ma soprattutto, ha sottolineato Lambro, «quella di New Holland è una storia fatta dalle persone: dai nostri clienti, i nostri rivenditori, i nostri dipendenti, giorno dopo giorno, anno dopo anno. Insieme, stiamo affrontando le tante sfide del settore agricolo, aiutando le aziende a svolgere il loro lavoro in modo efficiente e redditizio e a ottenere il meglio dalla loro attività».

Un aspetto che non è mai cambiato nel tempo, infatti, è la vicinanza di New Holland agli agricoltori in ogni stagione, nei momenti buoni, ma anche nei frangenti meno buoni, come quelli degli ultimi mesi: «ci troviamo al cospetto di circostanze straordinarie che stanno cambiando il nostro modo di vivere e lavorare come non avremmo mai immaginato prima».

Carlo Lambro

 

Una situazione, ha aggiunto Lambro, «che ha messo in luce il ruolo vitale dell’agricoltura, portando all’attenzione del pubblico l’importanza degli agricoltori. Il settore agricolo ha reagito con forza alla crisi, riuscendo a garantire l’approvvigionamento alimentare per tutti e senza interruzioni a fronte di difficoltà fuori dal comune. E noi non abbiamo mancato di fornire al settore il necessario supporto, avvalendoci di tutte le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie e della puntuale ed efficiente risposta garantita dalla nostra rete di concessionari specializzati: con circa 2.000 rivenditori e 5.000 punti di contatto a livello globale, infatti, New Holland è sempre a portata di mano per tutte le aziende agricole, pronta a fornire loro la più ampia offerta di prodotti al mondo e le soluzioni di cui hanno bisogno».

 

LARGO ALLE TECNOLOGIE DEL FUTURO

Oggi dunque New Holland rimane più che mai al fianco dei suoi clienti, costruendo rapporti stretti e duraturi per lavorare in partnership per il loro successo, coadiuvandoli in una efficace operatività attraverso la proposta di soluzioni leader del settore incentrate su innovazione di semplice utilizzo, sostenibilità ed una elevata efficienza dei costi. «Continuiamo ad investire nelle tecnologie del futuro, quali digitalizzazione e connettività, automazione e sistemi di propulsione alternativi e questo ci consente, mentre celebriamo il nostro 125° anniversario, di guardare al domani con fiducia».

Senza dimenticare tutto il lavoro dedicato dal brand giallo-blu all’implementazione delle soluzioni di agricoltura di precisione PLM™, in vista di un futuro in cui gli agricoltori avranno la possibilità di gestire le loro attività in modo più semplice, proattivo e conveniente, trasformando l’azienda agricola in un ecosistema connesso e intelligente.

 

MASSIMA ATTENZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ

E neanche, naturalmente, gli anni di forte impegno profuso da New Holland sul versante di un futuro equo e sostenibile per l’agricoltura grazie all’apporto di mirate tecnologie all’avanguardia, dando corpo con crescenti risultati ad una filosofia costruttiva che guarda ad una meccanizzazione agricola incentrata, appunto, sulla sempre maggiore sostenibilità e sull’utilizzo di energie rinnovabili.

Un ruolo molto importante, quello giocato da una meccanizzazione verde così intesa, nell’ottica del miglioramento dell’efficienza e della sostenibilità delle realtà agricole, che New Holland sta promuovendo fin dal 2006 attraverso il programma Clean Energy Leader, finalizzato a ridurre la dipendenza degli agricoltori dai combustibili fossili e ad incentivare le bioenergie, anche tramite lo sviluppo di prodotti capaci di contribuire alla produzione e all’utilizzo di carburanti alternativi.

Punto culminante dello spiccato interesse del marchio nei confronti delle energie alternative – ed in perfetta coerenza con la sua strategia sostenibile e di continua innovazione di prodotto – lo sviluppo del prototipo di trattore Methane Power, che ha chiuso il circuito dell’economia circolare con un trattore alimentato a metano o biometano che possono essere prodotti all’interno dell’azienda agricola stessa.

E nei prossimi anni New Holland continuerà a guidare la transizione dell’agricoltura verso i combustibili rinnovabili, portando avanti il suo progetto relativo al metano, che vede il brand di CNH Industrial nell’indubbio ruolo di precursore e che rimane al centro del suo impegno in favore della sostenibilità.

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori