MENU

New Holland: i tre rinnovati modelli della serie T3F

By at febbraio 15, 2018 | 16:19 | Print

New Holland: i tre rinnovati modelli della serie T3F

È la compatta serie specialistica con cui New Holland, cinque anni fa, ha prepotentemente riaffermato la propria leadership nel settore dei trattori specializzati per frutteto e vigneto, offrendo al mercato modelli che per dimensioni particolarmente contenute, grande versatilità ed agilità di manovra hanno segnato nuovi traguardi nell’ambito della ottimale operatività tra i filari, anche quelli più stretti, delle aziende frutticole e vitivinicole di piccola e media estensione.

 

L’ANTEPRIMA A FIERAGRICOLA 2018

Ed oggi è pronta a scendere in campo la nuova generazione dei super-compatti trattori speciali della serie T3F – che tra i tanti riconoscimenti meritati nel tempo vanta anche il titolo di “Tractor of the Year 2015” per la categoria “Best of Specialized” – presentata ufficialmente dal brand giallo-blu a Verona in occasione dell’ultima edizione di Fieragricola.

 

DIMENSIONI COMPATTE PER UN’ELEVATA MANEGGEVOLEZZA

Riproponendosi con l’accattivante design caratteristico dello stile di casa New Holland – vedi i tipici gruppi ottici anteriori a occhio di gatto firmati dal marchio di Cnh Industrial che forniscono una efficace illuminazione del contesto di lavoro anche di notte – i rinnovati T3F continuano a garantire il vantaggio di una ragguardevole maneggevolezza grazie, appunto, alle loro dimensioni estremamente ridotte (1.350 millimetri di larghezza e peso di 2.200 chili) e ad un passo di soli 1.860 millimetri che, abbinato all’angolo di sterzata di 45 gradi, consente un raggio di svolta di appena 3,4 metri.

Ideali, dunque, per gli impieghi in vigne a tendone, in frutteti con impianti a vaso, noccioleti o comunque in spazi particolarmente limitati e al cospetto di colture pregiate, questi specializzati risultano contenuti nell’ingombro ma non nelle prestazioni in termini di potenza e idraulica e tantomeno nella dotazione di soluzioni ai vertici della categoria sotto il profilo dell’ergonomia e del comfort dell’operatore.

 

NUOVI MOTORI FPT INDUSTRIAL EMISSIONATI STAGE IIIB/TIER 4 INTERIM

Assolutamente adeguato per tutte le applicazioni, infatti, risulta il livello di potenza posseduto dai nuovi trattori della famiglia T3F – ora declinata in tre modelli da 55, 65 e 75 cavalli – che montano i brillanti motori Fpt Industrial a tre cilindri da 2,9 litri di cilindrata serie S8000, provvisti di iniezione elettronica common rail e turbocompressore con intercooler, emissionati in Stage IIIB/Tier 4 interim grazie al sistema di post-trattamento dei gas di scarico Doc, esente da manutenzione.

 

PRESTAZIONI INCREMENTATE

Motori che agli elevati parametri di rendimento del carburante e di affidabilità di funzionamento associano notevoli prestazioni in campo, con una coppia massima, sviluppata a 1.400 giri al minuto, che nel top di gamma ammonta a 341 Newtonmetri (il 15 per cento in più rispetto alla precedente versione) e con una riserva di coppia del 34 per cento.

Modello Potenza massima (CV) a 1.900 giri/min Coppia massima (Nm)
a 1.400 giri/min
Riserva di coppia (%)
T3.60F 55 258 29
T3.70F 65 291 35
T3.80F 75 341 34

 

DUE OPZIONI PER LA TRASMISSIONE

In sinergia con questi propulsori operano trasmissioni Synchro Shuttle, disponibili nella versione a tre gamme e quattro marce, per un totale di 12+12 rapporti ed una velocità massima di 40 chilometri orari, e in quella a richiesta 20+20 con super-riduttore. E, grazie alle marce ultralente del super-riduttore, i nuovi T3F sono in grado di procedere ad una velocità minima di 110 metri orari, ottimale per applicazioni specialistiche e attività di semina e messa a dimora manuale.

 

IMPIANTO IDRAULICO DA 84 LITRI AL MINUTO

Particolarmente generosa – in vista delle applicazioni speciali e dell’azionamento di attrezzature importanti, sia trainate sia portate – si rivela poi l’offerta idraulica dei rinnovati T3F, che dispongono di due pompe ad ingranaggi dalla portata complessiva di 84 litri al minuto: una pompa da 52 litri al minuto è dedicata ai tre distributori idraulici ausiliari e all’attacco posteriore, mentre una seconda pompa indipendente da 32 litri al minuto, al servizio dell’idroguida, assicura la massima facilità di guida e una reattiva sensibilità di risposta dello sterzo, anche in caso di frenate brusche e nelle applicazioni con uso più intensivo delle funzioni idrauliche.

 

CAPACITÀ DI SOLLEVAMENTO FINO A 2.227 CHILI

Il sollevatore posteriore a controllo meccanico (progettato ad hoc per la serie T3F), con capacità massima pari a 2.277 chilogrammi, annovera in dotazione standard il rinomato sistema Lift-O-Matic di New Holland, che consente il sollevamento o l’abbassamento dell’attrezzo nella configurazione di lavoro preimpostata agendo su un ergonomico interruttore a bilancere posizionato nella console di destra.

 

PIÙ COMFORT ED ERGONOMIA

Offerti in allestimento con piattaforma montata su tamponi antivibrazioni che isolano l’operatore anche dai sobbalzi più violenti – molto confortevole anche la postazione di guida munita di sedile sospeso con escursione di 60 millimetri e di intuitivi comandi raggruppati all’insegna della comodità di utilizzo – i tre trattori specializzati della rinnovata gamma T3F vantano, tra le prerogative di spicco, la presenza di serie dell’inserimento elettroidraulico della doppia trazione e del bloccaggio del differenziale tramite il semplice tocco di un pulsante, così da poter offrire elevate prestazioni anche durante il lavoro su terreni scivolosi.

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Macchine Trattori , ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere