MENU

Polonia: edizione record per Agrotech 2019 ma il mercato dei trattori vede rosso

By at Marzo 21, 2019 | 21:31 | Print

Polonia: edizione record per Agrotech 2019 ma il mercato dei trattori vede rosso

Grande successo per la 25esima edizione di Agrotech, la Fiera internazionale di tecniche agricole svoltasi a Kielce, in Polonia, dal 15 al 17 marzo, che con la partecipazione di 750 aziende provenienti da 25 Paesi su una superficie espositiva di 66 mila metri quadrati, ha confermato di essere uno degli eventi clou per quel che riguarda l’agricoltura e la meccanizzazione agricola anche al di fuori dei confini nazionali, nel più ampio contesto dell’Europa centrale.

Cifre record anche in termini di affluenza, grazie alla presenza di circa 75mila visitatori, rispetto ai 70.100 della precedente edizione.

Com’era prevedibile,i trattori sono stati gli indiscussi protagonisti della rassegna, alla quale ha voluto garantire la sua partecipazione il ministro dell’agricoltura Jan Krzysztof Ardanowski, e le numerose case costruttrici presenti – Case IH, New Holland, Agco, John Deere, Farmtrac, Zetor, McCormick, Kubota, Ursus, Claas, SDF tra le altre – hanno fatto a gara nel mostrare al pubblico polacco  le loro ultime novità.

 

I BRAND DI CNH INDUSTRIAL IN PRIMA LINEA

A cominciare dai due marchi del gruppo CNH  Industrial che, con una presenza particolarmente incisiva sul palcoscenico di Kielce, ha voluto celebrare le ottime performance registrate lo scorso anno sul mercato polacco di cui detiene attualmente poco meno di un terzo (32,6% a fronte del 23,8% del 2017).

In particolare, Case IH che ad Agrotech 2019 ha conquistato due Medaglie d’Oro: una per SoilExplorer (nella foto sopra), il sensore o mappatore del suolo della gamma AgXtend, e l’altra per l’originalità, la creatività e l’innovazione del propio spazio espositivo.

Il brand americano ha portato a Kielce, tra gli altri, il  Versum CVXDrive (nella foto sopra) con motore Stage V, reduce dal successo riscosso al Sima di Parigi, e il Maxxum 145 Multicontroller, detentore del prestigioso  titolo di “Tractor of the Year 2019”.

Allestiti su due trattori del brand, poi, altri due prodotti della linea AgXtend per l’agricoltura di precisione: CropExplorer, avanzato sensore di biomassa delle piante, e XPower (nella foto sopra), sistema di diserbo elettrico in grado di distruggere completamente le piante fino alle radici in modo perfettamente ecologico e funzionante tramite una coppia di applicatori che vanno a contatto diretto con le infestanti bruciandole.

E, per finire, ha fatto bella mostra di sé alla rassegna polacca la versione più attuale e tecnologicamente aggiornata delle mietitrebbie di punta marcate Case IH: le Axial Flow serie 250 (nella foto sopra).

A sua volta New Holland ha esposto ad Agrotech, accanto agli ultimi trattori presentati sul mercato, il concept di trattore alimentato a metano, recentemente premiato per le sue caratteristiche di design innovativo e per la sua pionieristica tecnologia di alimentazione alternativa; un esemplare, oggetto di particolare interesse, della mietitrebbia CX6 (nelle foto sopra e sotto) – una produzione “locale” visto che esce dalla fabbrica polacca di Płock – e alcuni modelli della gamma Fiat Centenario Limited Edition che celebra il centenario dell’uscita del primo trattore Fiat dalla catena di montaggio.

 

VALTRA E LA NUOVE SERIE HITECH 4

Valtra, in crescita sul mercato polacco, ha voluto portare sotto i riflettori di Agrotech 2019 l’intera gamma, compresi  i nuovi modelli della Serie A HiTech 4, equipaggiati con l’inedita trasmissione powershift 16AV + 16RM (quattro gamme con quattro velocità ciascuna) che hanno ottenuto all’ultima edizione del Sima il titolo di “Macchina dell’anno” nella categoria dei trattori con meno di 150 cavalli.

 

IL DEBUTTO DELLO ZETOR PROXIMA CL 110

Un debutto è stato registrato in casa Zetor, il costruttore di Brno, nella vicina Repubblica Ceca, che  ha esposto, all’interno di un’ampia rappresentanza della propria gamma,  il Proxima CL 110 (nella foto sopra), modello già in commercio in Polonia, mentre per acquistarlo in altri mercati bisognerà aspettare la metà dell’anno.

 

URSUS CON LE SUE NUOVE PROPOSTE, TRA TRADIZIONE E MODERNITÀ

Giocava in casa, infine, Ursus, il produttore polacco di Lublino che, in occasione del 125esimo anniversario, all’insegna dello slogan “Tradizione e modernità” ha presentato un’ampia offerta finalizzata a  combinare le preferenze di vecchia data espresse dagli agricoltori con l’evoluzione della domanda.

In vetrina il nuovo C-380K (in primo piano nella foto sopra), equipaggiato con un motore Kohler da 75 cavalli, caratterizzato da ridotti consumi e da una incrementata visibilità, e il C-3105, anch’esso inedito,  da 105 cavalli, che entreranno entrambi a breve a listino.

Da segnalare, poi, spostandoci in un range più basso di potenza, i nuovi modelli C-335, piattaformato da 35 cavalli,  C-350, new entry che va a sostituire il 5044 con una versione più economica ma meglio equipaggiata rispetto al suo predecessore, e il C-360, con cabina climatizzata.

Tutti e tre  hanno in comune l’elevata manovrabilità garantita da un raggio di sterzata molto ridotto.

 

KRAWIEC TRAKTOR E IL SUO KRAFT

Terminiamo la carrellata con uno sconosciuto, almeno da noi: la nuova versione del modello Kraft 2017C4 (nella foto sopra) prodotto dall’azienda polacca  Krawiec Traktor.

Si tratta di una macchina a 2 ruote motrici, semplice, senza elettronica, ma funzionale,  proposta ad un prezzo veramente interessante. Tra le specifiche tecniche il motore 3 cilindri da 39 cavalli, la trasmissione a 8 marce avanti e due in retro, l’assale anteriore Carraro e la cabina Naglak.

 

TORNA IN NEGATIVO IL MERCATO DEI TRATTORI

Nel 2018 il mercato trattoristico polacco che l’anno precedente, complice la Mother Regulation, aveva messo a segno un brillante +22,4 per cento, ponendo fine ad un intero triennio in negativo, è tornato nuovamente in rosso.

Stando ai dati diffusi da Polski Związek Przemysłu Motoryzacyjnego, ha fatto segnare una flessione del 16,1 per cento con 9.002 unità vendute contro le 10.727 dell’anno precedente.

 

NEW HOLLAND LEADER DI MERCATO

Del tutto immuni dalla crisi si sono mostrati però i brand di casa CNH Industrial, con New Holland che, con un incremento delle vendite del 22,5 per cento rispetto al 2017, è arrivata a detenere un market share del 21,5 per cento (a fronte del 14,7% del 2017), e Case IH, in crescita del 6.7 per cento per unità vendute e detentrice di una quota di mercato dell’8,6 per cento (6,8% nel 2017).

clicca sulle tabelle per ingrandirle

 

Trend positivo anche per John Deere, salda al secondo posto della classifica generale con 247 macchine in più rispetto al 2017 e poco più di 5 punti percentuali di market share (dal 12,2 al 17,3%).

Al terzo posto si colloca Kubota che, pur avendo venduto meno macchine dell’anno precedente (è scesa da 1.076 a 935 unità, con una flessione del 13,1%), ha scavalcato Zetor, relegato al quarto posto con 795 unità vendute (contro le 1.199 del 2017) ed un market share dell’8,8 per centro (contro l’11,2% del 2017).

Da segnalare anche le buone performance di Fendt  (+41,3%) e Landini (+9,7%) e Valtra (+2,3%). In negativo invece McCormick (-93,0%), Ursus (-62,9%), Farmtrac (-60,9%), Claas (-33,6%) e  Massey Ferguson (-30,1%).

 

© Barbara Mengozzi

 

Mercati , ,

Related Posts

Comments are closed.