Restyling e aggiornamenti per le serie N e T di Valtra

Macchine , Trattori 01/11/2012 -

Valtra ha in serbo per Eima International 2012 interessanti novità, a partire dai due nuovi nati nell’ambito della rinomata serie N, che rappresenta quasi la metà dei trattori prodotti nella nordica fabbrica di Suolahti: i nuovi N93 e N103, i più piccoli della gamma, sostituiscono rispettivamente i modelli N82 e N92 e sono stati rivisitati nell’estetica e nelle caratteristiche tecniche.

RINNOVATI I “PICCOLI” DELLA SERIE N

Rinnovati nella parte anteriore, nelle motorizzazioni e nel design che offre maggiore agilità di movimento e migliore visibilità dalla cabina, i nuovi trattori della serie N garantiscono un più agevole lavoro notturno grazie alle nuove luci bi-alogene, oltre a risultare più silenziosi rispetto ai modelli precedenti. Entrambi sono alimentati da motore a 3 cilindri Agco Power da 3,3 litri, dotato di sistema di iniezione common rail, quattro valvole per cilindro, catalizzatore di ossidazione per motori diesel (Doc) e sistema di ricircolo dei gas di scarico (Egr), per una potenza di 99 cavalli (N93) e 111 cavalli (N103). La trasmissione è la stessa presente sui trattori più grandi, ma è stata alleggerita per ridurre il peso totale della macchina di oltre cento chilogrammi: al tradizionale cambio Valtra HiTech 3 fornito di tre marce principali Powershift si aggiunge il nuovo HiTech 5 con cinque rapporti, previsto per il modello N103. Ribadendo la filosofia Valtra della produzione su misura, anche i nuovi N93 e N103 possono essere personalizzati in funzione alle specifiche applicazioni. Per uso forestale, ad esempio, vengono offerti cabina forestale e serbatoio carburante in acciaio, e le cabine Svc possono essere richieste con specifiche idonee alle applicazioni municipali. Il modello maggiore, inoltre, è disponibile anche con la sospensione cabina e il sistema di inversione TwinTrac.

AGGIORNATA LA SERIE T

Nuovo design in linea con le modifiche apportate alla serie N anche per i trattori della serie T, oggetto di numerosi significativi aggiornamenti. Equipaggiati con motori Agco Power a 6 cilindri da 6,6 e 7,4 litri turbo con nuovo sistema di ricircolo dei gas di scarico Scr, i nuovi modelli della serie T coprono una fascia di potenza compresa tra 141 e 215 cavalli. Il modello T163 Direct è il primo trattore a variazione continua a montare il sistema EcoPower di Valtra, che consente di ridurre il regime motore massimo da 2.100 a 1.900 giri al minuto e aumentare la coppia massima da 680 a 740 Nm premendo semplicemente un pulsante in cabina, con vantaggi in termini di risparmio di carburante (fino al 10%) oltre che di maggiori silenziosità, rispetto per l’ambiente, durata del motore. A potenziare le prestazioni dei trattori della serie T in ogni condizione operativa, poi, contribuisce l’introduzione delle trasmissioni di seconda generazione, vedi il modello Direct 2.0. Sulle versioni Versu (con powershift) e Direct (a variazione continua) l’azionamento delle funzioni di controllo di velocità, presa di forza, servosterzo e trazione integrale è stato collocato presso il bracciolo del conducente, così da permettere un più agevole accesso, e sui modelli Direct è possibile regolare la risposta della trasmissione al carico del motore utilizzando il potenziometro.

AL VIA LA PRODUZIONE  DI TRATTORI  A BIOGAS

Valtra, primo costruttore a livello mondiale a percorrere questa strada, ha deciso di avviare nel 2013 la produzione in serie limitata di trattori a biogas, puntando l’attenzione su una tipologia di macchine che promuove l’uso delle energie rinnovabili in agricoltura, nelle attività forestali e negli appalti municipali. A tale scopo il brand in forza al gruppo Agco ha recentemente intrapreso un programma di ricerca e sviluppo sistematico della tecnologia relativa al biogas per trattori, realizzando nel 2010 un prototipo del trattore serie N quattro cilindri e l’anno scorso un trattore serie T sei cilindri, entrambi alimentati a biogas.

Oggi per la produzione in serie limitata è stato scelto il modello N101 da 110 cavalli: questo trattore Dual Fuel (a due carburanti) può essere utilizzato con biogas e diesel, immettendo nel motore una miscela formata da gas naturale e da una ridotta quantità di diesel che viene combusta per compressione, mentre il 70-80% della potenza viene prodotta dal biogas (il trattore può comunque funzionare esclusivamente a diesel in caso di mancanza di biogas). L’alimentazione a biogas non preclude nessun aspetto dell’impiego del trattore, oltre a determinare un notevole risparmio sui costi del carburante. La registrazione dei trattori alimentati a biogas, ad ogni modo, richiederà una approvazione speciale in ogni mercato, dal momento che per i veicoli con motori Dual Fuel non sono ancora state stabilite normative comuni in materia di emissioni.

SI ALLARGA IL VENTAGLIO DI COLORI

Valtra ha ravvivato, infine, il suo ventaglio di colori regalando nuove nuances ai rosso, grigio, nero, bianco, arancio, verde e blu metallizzati che affiancano il gettonatissimo rosso tradizionale del marchio finlandese del gruppo .  Le nuove opzioni di colori sono: rosso, rosso metallizzato, grigio metallizzato , nero metallizzato, bianco metallizzato, arancio metallizzato, verde metallizzato e blu metallizzato.

Fonte: “Trattori”, novembre 2012
L'azienda del mese
Sotto i riflettori