MENU

SDF: connettività fa rima con produttività

By at Febbraio 20, 2020 | 20:31 | Print

SDF: connettività fa rima con produttività

Presente all’ultima edizione di Fieragricola con un ricco assortimento di nuove proposte rivolte al settore agricolo, Deutz-Fahr ha eletto a protagoniste dell’esposizione approntata per la rassegna veronese – al fianco degli ultimi modelli della gamma aziendale di trattori da campo aperto di media e alta potenza e di mietitrebbie – le ultime novità in tema di soluzioni digitali, ambito che sta concentrando in tempi recenti un sempre maggiore impegno da parte di SDF, e che il marchio tedesco del gruppo sta introducendo in misura crescente sulle proprie macchine, in vista di un uso agile, più semplice ed efficiente di trattori e mietitrebbie e del miglioramento della produttività delle attività agricole.

 

UN VARIEGATO PACCHETTO DI SOLUZIONI DEDICATE ALL’AGRICOLTURA DIGITALE

Dopo la presentazione in anteprima dello scorso novembre in occasione di Agritechnica, Deutz-Fahr ha dunque riproposto sul palcoscenico fieristico di Fieragricola 2020 (nella foto sopra) i nuovi Connected Farming Systems, comprendenti sistemi di guida automatica ad alta precisione, applicazioni ISOBUS, gestione dati e gestione flotta.

Si tratta dunque di un variegato pacchetto di funzioni, servizi e componenti interconnessi dedicati all’agricoltura digitale, totalmente personalizzabili: il cliente, oltre al pieno controllo dei propri dati, mantiene infatti la facoltà di decidere il livello di digitalizzazione della propria attività in base alle specifiche esigenze.


Con possibilità pertanto di scegliere moduli diversi nell’ambito della nuova offerta di sistemi agricoli connessi targata SDF, che spazia, come detto, dall’uso del trattore o della mietitrebbia all’intercomunicazione tra la macchina e l’attrezzo fino all’acquisizione, gestione e valutazione dei dati, gestibili direttamente dal mezzo agricolo mediante software desktop oppure attraverso le nuovissime App cliente come myDeutz-Fahr.

 

SDF FLEET MANAGEMENT: DUE VERSIONI PER IL CONTROLLO DELLA FLOTTA

Vedi in particolare il nuovo sistema deputato alla gestione della flotta SDF Fleet Management che, in tal senso, viene proposto in due versioni, una basica e l’altra di livello superiore, in grado di offrire due diverse soluzioni di connettività: il BTM (Basic Telematic Module) rappresenta il livello base per la trasmissione dei dati operativi della macchina ad un dispositivo mobile, ad esempio uno smartphone, attraverso una connessione bluetooth (tutti i dati più importanti possono essere richiamati e visualizzati mediante una App).

Nella versione Pro, invece, il CTM (Communication Telematic Module) trasferisce i dati direttamente all’ufficio, tramite una connessione istantanea e continua a Internet, utilizzando una scheda e-Sim integrata.

È possibile pertanto consultare in tempo reale in una vista a mappa le informazioni relative alle prestazioni relative al proprio parco macchine, compresi consumi di carburante, ore di esercizio, stato del motore e messaggi di avvertimento, con possibilità, se necessario, di impostare i cosiddetti confini virtuali, in modo tale da ricevere un segnale di allarme nel caso in cui una macchina esca dall’area prestabilita, avvalendosi del sistema di localizzazione GPS.

 

SDF DATA MANAGEMENT, PER UNA EFFICIENTE GESTIONE DEI DATI

Ad una efficiente gestione dei dati provvede poi il sistema SDF Data Management, che li converte in formati di file aperti e standardizzati, compatibili con gli altri costruttori, per un affidabile scambio dei dati stessi e trasferimenti tra diverse fonti (macchine, attrezzature, stazioni meteo, sensori di campo) e le applicazioni d’ufficio.

 

AGRIROUTER, PIATTAFORMA UNIVERSALE DI SCAMBIO DATI

Rilevante in tale ambito risulta infatti l’approccio aperto adottato da Deutz-Fahr nella gestione dei dati, grazie alla partecipazione ad Agrirouter – piattaforma universale di scambio dati che consente ad agricoltori e contoterzisti il trasferimento di dati, senza che questi vengano mai memorizzati, tra macchine e applicazioni software agricole di numerosissimi costruttori – semplificando le operazioni ed ottimizzando, di conseguenza, i processi lavorativi con miglioramento dell’efficienza economica.

Creando il proprio personale account Agrirouter e configurandolo singolarmente, in pratica, ogni utente si vede garantito uno scambio affidabile e sicuro di tutti i dati in base ad impostazioni precedentemente stabilite.

Operando trasversalmente con tutti i costruttori, inoltre, Agrirouter permette agli utenti di decidere in totale autonomia quali siano i mezzi agricoli o i software più adatti alla loro azienda, lasciando piena libertà di scelta di macchine e attrezzature.

 

SDF GUIDANCE, ALTA PRECISIONE ANCHE IN DIFFICILI CONDIZIONI DI LAVORO

Sempre a superiori livelli di efficienza e produttività oraria puntano, in seno ai nuovi Connected Farming System, i sistemi di guida automatica SDF Guidance basati sulla navigazione satellitare: i ricevitori SDF utilizzano segnali gratuiti, disponibili a livello globale, con possibilità di disporre di varie correzioni del segnale così da arrivare ad una precisione della lavorazione nell’ordine dei due centimetri.

Innovativi ricevitori che sono disponibili in tre diverse tipologie, tra le quali poter scegliere quella più adatta alle specifiche esigenze, e che vengono regolarmente adattati alle nuove situazioni, vedi i tipi GNSS, grazie ad aggiornamenti del firmware.

 

AUTO-TURN, FUNZIONE CHE AGEVOLA LE STERZATE

La funzione Auto-Turn, dal canto suo, consente a trattori e mietitrebbie di svoltare automaticamente alla capezzagna, gestendo al contempo con attenzione le manovre, in favore di una più comoda e rapida operatività, sinonimo, ancora una volta, di un incremento di produttività.

 

iMONITOR3, MASSIMO CONTROLLO DEL TRATTORE E DELLA SUA OPERATIVITÀ

L’elemento chiave per l’impiego della maggior parte delle applicazioni del pacchetto Connected Farming Systems presentato da Deutz-Fahr è costituito dal nuovo iMonitor3, offerto con schermo da 8 o da 12 pollici. Si tratta di un efficace strumento di controllo centrale che consente di monitorare e modificare in modo semplice e immediato le impostazioni del trattore, i sistemi di guida automatica, i dispositivi ISOBUS, la gestione dei dati, gestendo agevolmente anche attività quali l’elaborazione di mappature delle applicazioni o l’operazione automatica fino ad un massimo di 200 sezioni.

Un gran numero di funzioni, dunque, disponibili su un’unica interfaccia di controllo con funzionamento touchscreen ad alta risoluzione – oppure, su richiesta, con comodo comando ad interfaccia multimediale (MMI) esterno integrato nel bracciolo – che rende l’iMonitor3 un’interfaccia estremamente pratica e facile da usare tra trattore, attrezzatura, operatore e ufficio, con ulteriore possibilità di ricevere assistenza in remoto.

 

XTEND, PER COLLEGARE DISPOSITIVI MOBILI ESTERNI

Per alcune attività, come quelle che prevedono l’uso di diverse funzioni di una attrezzatura ISOBUS e quindi il controllo simultaneo dell’attrezzatura stessa, il dispositivo Xtend, in alternativa ad un secondo monitor, permette di disporre di un display più ampio collegando con facilità all’iMonitor dispositivi mobili esterni, come tablet, con una connessione WLAN (che consente di utilizzare il tablet anche all’esterno della cabina, ad esempio durante un test di calibrazione su una seminatrice).

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

Macchine , , ,

Related Posts

Comments are closed.