MENU

Sitevi 2019: a Montpellier, dal 26 al 28 novembre, un unico grande evento per tre filiere

By at Novembre 14, 2019 | 23:23 | Print

Sitevi 2019: a Montpellier, dal 26 al 28 novembre, un unico grande evento per tre filiere

Molto positiva e ricca di stimoli e novità la dinamica in cui si inserisce l’imminente edizione 2019 del Sitevi, il grande salone francese delle attrezzature e del know-how delle filiere vitivinicola, olivicola e frutticola, di scena presso il Parco delle Esposizioni di Montpellier dal 26 al 28 novembre prossimi.

Una dinamica che si concretizza in un aumento del numero di nuovi espositori e nella presenza confermata di importanti leader, in una dimensione internazionale consolidata e in contenuti arricchiti da nuove manifestazioni e momenti salienti inediti.

Guadagna sempre maggiore caratura, insomma, il Sitevi, tanto da aver assunto oggi il ruolo di evento fieristico di punta a livello mondiale nel suo ambito di riferimento, in grado di fornire un’offerta esaustiva e risposte puntuali ed efficaci alle esigenze delle filiere produttive in oggetto.

 

UN’OFFERTA SEMPRE PIÙ RICCA E DIVERSIFICATA

Così, in forte ascesa sotto tutti gli aspetti, il prossimo salone transalpino si accinge a segnare nuovi più alti traguardi rispetto all’edizione di due anni fa, già da record assoluto grazie al suo numero di ditte espositrici mai raggiunto prima, nell’ordine delle 1.100 presenze, in arrivo da 25 paesi, con un sensibile incremento della partecipazione internazionale (più 19 per cento).

E grazie a 57mila ingressi professionali, ambito in cui si è registrato un forte aumento dei visitatori esteri, provenienti da 65 paesi.

E quest’anno il Sitevi, proprio come due anni fa, è al gran completo e con i suoi espositori in numero crescente in tutti e tre i settori di interesse, tra cui 186 nuovi arrivati, occupa l’intero quartiere fieristico di Montpellier, incluso il padiglione provvisorio creato appositamente per l’evento.

Tra le presenze abituali, brand di primo piano come Agco, Arbos, Berthoud, Case IH, Claas, Ferrand, Gregoire Besson, John Deere, Kubota, Kuhn, New Holland e Pellenc. Accanto a loro l’edizione 2019 apre le porte, come detto, a numerose new entry: da segnalare, tra gli altri, Gualal Closures, Emis, Lallemand, Nyseos, Alpego, Brenntag, CHR Hansen, Dalkia Air Solutions, Epson, Fenwick Linde, Forigo Roter, Koppert, Lemken, Sidel, Timac Agro, Trelleborg e Vitisoft.

 

CRESCONO LE PRESENZE INTERNAZIONALI

Fatto sta che è in rialzo anche la quota internazionale sul totale degli espositori iscritti, ad oggi pari al 28 per cento (contro il 25 per cento di due anni fa) e il numero di aziende internazionali è salito del 23 per cento.

Al fine di coinvolgere e mobilitare gli operatori delle filiere vigna-vino, olivo e ortofrutta, poi, Sitevi ha intensificato le sue azioni promozionali, grazie al lavoro degli agenti e alle attività di sensibilizzazione condotte in 45 paesi, mettendo in campo anche speciali servizi destinati ai visitatori internazionali come il Club d’Affaires International, al centro del salone e dei programmi di Matchmaking.

 

UN TRAMPOLINO DI LANCIO PER 10 START-UP INNOVATIVE

Si fa di edizione in edizione sempre più cosmopolita, dati alla mano, il Sitevi, ormai definitivamente consacrato quale appuntamento fieristico dedicato al business per tutti gli operatori delle tre filiere, spingendo con ancora maggiore energia a tal fine sul pedale dell’innovazione tecnologica.

Sempre più consistente, infatti, lo spazio riservato nell’ambito dell’imminente edizione della kermesse di Montpellier all’innovazione e alle soluzioni di domani. A partire dal Villaggio Start-up, luogo di espressione e di confronto, che avrà lo scopo di fungere da trampolino di lancio per una dozzina tra le giovani start-up più innovative del settore agricolo, e dal Polo ricerca e sviluppo.

Il Forum rappresenterà poi l’area deputata a riunire al suo interno il meglio delle tre filiere in termini di ricerca e carica innovativa, senza trascurare i momenti dedicati alle degustazioni, con sessioni di assaggio di vini e olio d’oliva.

 

SITEVI INNOVATION AWARDS: I TREND EVIDENZIATI DAL PALMARÈS 2019

A completare il quadro, i prestigiosi Sitevi Innovation Awards, che danno ancora una volta risalto alle novità più significative del settore. Tra i 77 dossier ricevuti, sono stati 19 i prodotti e servizi premiati dalla giuria di esperti francesi e internazionali, tra cui direttori scientifici, ricercatori, ingegneri, professori, ma anche utilizzatori di attrezzature: 2 medaglie d’oro, 5 d’argento e 12 di bronzo.

Un palmarès che ha evidenziato, tra le principali tendenze innovative alla ribalta del salone francese, il digitale e le sue applicazioni, la protezione delle colture e del vino con la riduzione (o addirittura l’eliminazione) dell’uso di sostanze chimiche e la differenziazione commerciale.

 

NEW HOLLAND NEL SEGNO DELLA VERSATILITÀ

Una delle medaglie d’oro è andata a gratificare due innovative e polivalenti soluzioni all-inclusive messe a punto da New Holland per consentire un facile utilizzo di tutte le attrezzature disponibili sul mercato, dedicate a tutti i lavori da eseguire nel corso dell’anno, sulle sue vendemmiatrici semoventi e sui suoi trattori scavallanti: una soluzione Plug-and-Play per tutti gli attrezzi progettati in collaborazione con partner selezionati e una soluzione Multipurpose-on-Demand per tutte le altre marche di attrezzi.

Nel primo caso il cliente deve soltanto collegare l’attrezzo e la macchina New Holland lo riconoscerà immediatamente, regolando quindi le impostazioni e le schermate sul Monitor Intelliview IV, mentre nel secondo, grazie ad un’interfaccia di programmazione semplificata e con l’aiuto del rivenditore, la macchina può essere programmata per utilizzare le sue interfacce utente con le attrezzature di altre marche.

 

ARGENTO AL TRATTORE MULTIFUNZIONE COMBINATO DI PELLENC, BRONZO AL FRUTTETO ACTIVESTEER DI SDF

Sempre restando nell’ambito della meccanizzazione per il vigneto è stato premiato con la medaglia d’argento il trattore multifunzione combinato di Pellenc (nella foto sopra), che permette di combinare ogni tipo di attrezzatura sia anteriormente sia posteriormente. I dispositivi meccanici, idraulici ed elettrici sono stati infatti rielaborati per consentire tali combinazioni con attacchi rapidi, ma soprattutto, la gestione elettronica degli ingressi e delle uscite dai filari facilita la guida e le inversioni sono quasi automatizzate.

Da segnalare anche la medaglia di bronzo assegnata al trattore Frutteto CVT Activesteer di SDF (nella foto sotto), dotato di 4 ruote sterzanti che permettono le combinazioni di marcia proporzionale, proporzionale ritardata, “a granchio”.

Molti ausili alla guida rendono questo trattore efficiente e facile da guidare, in particolare, la modalità automatica che gestisce le operazioni durante le inversioni a U, con la possibilità di registrare sequenze di operazioni.

 

PIÙ DI 50 APPUNTAMENTI IN TRE GIORNI

In primo piano nel corso della ventinovesima edizione della kermesse francese ci saranno anche i suoi contenuti di grande qualità e gli eventi collaterali di spicco che punteranno i riflettori del salone sulla capacità di anticipare.

Basti dire che, nell’arco di tre giorni, sono in calendario oltre cinquanta conferenze e workshop – che consentiranno ai visitatori di confrontarsi sulle nuove sfide delle tre filiere, sulle tendenze del mercato e sulle ultime soluzioni innovative – affiancati da momenti salienti come il Job Dating, incontri per l’impiego che forniscono un’opportunità ai datori di lavoro di entrare in contatto con un numero massimo di candidati in un minimo di tempo.

Passando agli eventi inediti, collocato come detto all’interno del Forum, lo spazio dedicato alle degustazioni nell’ambito del Sitevi 2019 si articola intorno a due aree deputate ad accogliere iniziative di gran richiamo.

Le masterclass (vino e olio) innanzitutto, organizzate in particolare da IFV, France Olive e Unione degli Enologi di Francia anche in lingua inglese per andare incontro agli ospiti internazionali, che affronteranno tematiche quali il gusto dei vitigni resistenti, i futuri vitigni del sud della Francia, “la Francia va verso i bianchi” e i tre colori del Carignan, proponendo anche un blind test di rosé.

E poi, ulteriore novità di quest’anno, il Tasting Corner, uno spazio appositamente pensato per i professionisti delle tre filiere produttive, e destinato alla libera e gratuita degustazione, che permetterà ai visitatori del Sitevi di andare alla scoperta della diversità delle regioni viticole, olivicole e frutticole francesi e internazionali, facilitando il loro rapporto con gli espositori.

 

 
© riproduzione riservata.
Le immagini fieristiche si riferiscono all’edizione 2017 di Sitevi, credits ©FOUCHA, DHERINES.
 
 

 

Eventi , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.