MENU

Smart Cab: la “cabina del futuro” è già pronta per la produzione in serie

By at gennaio 11, 2018 | 18:22 | Print

Smart Cab: la “cabina del futuro” è già pronta per la produzione in serie

Modularità, connettività, sicurezza e comfort di guida. Nasce dall’estremizzazione di questi concetti la Smart Cab: un concept di cabina multifunzionale destinata ad equipaggiare in futuro macchine agricole semoventi quali mietitrebbie e irroratrici, accolta con grande interesse e curiosità al suo esordio ad Agritechnica 2017 nell’ambito di “Systems and Components”.

 

UN’EFFICIENTE INTEGRAZIONE DI KNOW HOW DIFFERENTI

Ha dato vita al progetto – rivolto in una prima fase, denominata “Genius Cab”, al settore delle macchine edili – un gruppo di lavoro composto da aziende operanti per lo più nel settore della componentistica e fornitrici Oem e da alcune rinomate associazioni: Aurora, Robert Bosch GmbH, Fritzmeier Cabs, Grammer, Hella, Hydac, Mekra Lang, SMA, l’agenzia di design Lumod, l’Università TU di Dresda, Deula (Federal Association of German Training Centers for Agricultural Engineering) e Aef ((Agricultural Industry Electronics Foundation), che hanno condiviso le diverse conoscenze e tecnologie dimostrando il grande potenziale offerto da un’efficiente integrazione di know how differenti.

 

COMPONENTI INNOVATIVI

In particolare, la Smart Cab contiene componenti innovativi prodotti da tutti i partner partecipanti, che, come anticipato, definiscono nuovi standard sui mercati internazionali in fatto di modularità testata in serie (la cabina può essere facilmente adattata a diversi tipi di macchine, vedi sopra, e tutte le innovazioni in essa contenute possono essere combinate in modo flessibile e prodotte in serie), connettività integrata, applicazione della “smart farming” (agricoltura intelligente), sicurezza e comfort operativo.

 

INTERNO ED ESTERNO DELLA CABINA COSTITUISCONO UN TUTT’UNO

Il tutto partendo dal principio rivoluzionario che prevede di considerare (e progettare) l’interno e l’esterno della cabina come un tutt’uno e come un vero e proprio centro di controllo capace di dare una risposta in tempo reale alle esigenze concrete degli utenti.

Tanto per fare qualche esempio, l’impianto di aria condizionata, con funzione di memoria, è integrato nel tettuccio della cabina, come pure la telecamera di controllo firmata Hella che traccia con precisione la linea di lavoro seguita dalla macchina diminuendo l’illuminazione nelle zone circostanti e arrivando ad avvertire immediatamente l’opeatore di un pericolo al di fuori del suo campo visivo.

 

SICUREZZA AI MASSIMI LIVELLI

Restando in tema di sicurezza, di progettazione Hella anche i gruppi ottici a matrice (Smart Matrix Worklights), che, grazie alla possibilità di disattivare i singoli elementi, possono ridurre al minimo i rischi di accecamento di altri mezzi al lavoro in campo, e il sensore luminoso all’interno della cabina appositamente studiato per eliminare eventuali riflessi che potrebbero disturbare l’operatore.

Una lamina colorante integrata nel vetro stratificato (vetro che in caso di rottura non rilascia frammenti) garantisce la massima sicurezza in tutte le condizioni atmosferiche. A loro volta i parabrezza sono in grado di “reagire” all’intensità della radiazioni solari grazie ad un film auto-oscurante.

Da segnalare anche la presenza di sensori di inclinazione, di sensori a ultrasuoni, che rilevano la presenza di ostacoli, e di un sistema di visualizzazione a 360 gradi. È inoltre possibile proiettare immagini al suolo per allertare altri veicoli e/o persone presenti sul campo o delineare l’area di lavoro.

 

CONNETTIVITÀ SENZA LIMITI

Sul fronte della connettività tutti i componenti possono interagrire tra loro nella cabina “intelligente”. Via libera, dunque, ai sistemi Can, Lin e praticamente a tutte le interfacce analogiche e digitali. Per non parlare dello smartphone, integrato nella cabina e in grado addirittura di pilotare un drone tramite un’apposita App.

Poiché la condivisione dei dati rappresenta un elemento essenziale per aumentare la redditività delle aziende agricole Smart Cab prepara le informazioni e le trasferisce ad altre applicazioni, consentendo così agli operatori, ma anche ai concessionari incaricati e agli Oem, di avere accesso diretto al sistema, consultare i dati della macchina, efettuare eventuali upload di funzioni personalizzate ed avviare anche uno scambio di informazioni.

In particolare i singoli agricoltori potranno caricare i parametri della loro macchina impostati in funzione di determinate condizioni di terreno ed ambientali e fornirle a pagamento ad altri agricoltori.

 

ERGONOMIA E COMFORT CHE NON TEMONO CONFRONTI

Massima attenzione all’ergonomia e al comfort. Oltre al joystick posizionato sul bracciolo destro, è presente una seconda leva a sinistra del conducente, che permette di controllare agevolmente l’intera macchina. Ma l’intuitivo sistema Smart CAB HMI comprende anche due display multitouch per il controllo e il settaggio di tutte le funzioni chiave.

Un ulteriore punto forte è costituito dalla sospensione adattiva della cabina che assorbe le vibrazioni e compensa perfettamente le irregolarità del terreno.

Efficienza al top, infine, per l’impianto di riscaldamento e condizionamento, con riduzione al minimo del consumo di gas e delle emissioni tossiche.

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Componenti , ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere