UnaGreen&AssoGreen: le due associazioni di rivenditori di macchine per il verde si fondono

Giardinaggio 03/06/2021 -

Dopo diversi anni di “avvicinamento” tra Assogreen, la storica associazione dei rivenditori di macchine da giardino, e Unacma, l’Unione nazionale dei commercianti di macchine agricole, si è giunti finalmente ad una fusione tra le due realtà associative.

 

A dare il là all’accordo sono state la costituzione di Federacma-Federazione italiana delle Associazioni nazionali dei commercianti macchine e delle Acma territoriali – e la nascita, al suo interno, di UnaGreen, l’Unione riservata ai commercianti di macchine da giardino hobbistiche e professionali.

 

IL DIFFUSO DESIDERIO DI FORMARE UNA GRANDE FAMIGLIA DI “COLLEGHI” DEL SETTORE DELLE MACCHINE PER IL VERDE

Unagreen, come unione di Federacma, è nata a partire dall’incessante richiesta formulata dagli associati Unacma, che da sempre individuavano il proprio ”core business” nel mondo delle macchine per il verde professionale e hobbistico, di trovare uno “spazio” specifico e identificante, in cui potersi incontrare per dibattere i temi più importanti relativi al proprio settore.

 

L’INTENSA ATTIVITÀ di ASSOGREEN SU PIÙ FRONTI, PER IL PROPRIO COMPARTO DI RIFERIMENTO

Dal canto suo Assogreen, associazione nata anch’essa in ambito Confcommercio, si è distinta nei numerosi anni di attività per la difesa degli interessi dei rivenditori di macchine da giardinaggio, la fornitura di servizi rivolti alla categoria rappresentata, una costante attenzione all’informazione, alla formazione e alla sicurezza, la valorizzazione delle nuove tecnologie in continua evoluzione.

 

LA NASCITA DI UNAGREEN&ASSOGREEN: LA CATEGORIA RAFFORZA LA PROPRIA RAPPRESENTATIVITÀ

Diversi fattori hanno pesato sulla decisione maturata da Assogreen di entrare a far parte di Federacma. Oltre alla possibilità di usufruire di una macchina organizzativa collaudata ed efficiente come quella che la Federazione era in grado di offrire e alla condivisione degli stessi principi, vanno considerate l’esigenza sempre più avvertita da Assogreen di espandere in modo significativo la propria influenza anche oltre il target dei rivenditori del Centro-Nord e quella di essere, anche logisticamente, più vicina alle istituzioni dello Stato.

A fine marzo 2021 (sarebbe potuto accadere un anno prima senza i disagi dovuti all’epidemia del Covid-19) è stata realizzata la fusione delle due associazioni con il nome composto di Unagreen&Assogreen. La scelta del doppio nome permetterà di portare con sé l’eredità di immagine, storia, competenze e conoscenze acquisite negli anni.

 

L’IMPEGNO DELLA NUOVA ENTITÀ PER LA TRANSIZIONE AGROECOLOGICA

Appena nata, Unagreen&Assogreen ha già mostrato la propria vitalità presentando una proposta di legge per un Ecobonus per coloro che acquisteranno macchine robot rasaerba e macchine con alimentazione a batteria.

La proposta di legge prevede inoltre un contributo, destinato sia ai privati utilizzatori sia ai professionisti del green, per l’acquisto di macchine per la riduzione dei volumi delle potature e di attrezzature per il compostaggio.

Unagreen&Assogreen sta poi preparandosi, in collaborazione con FederUnacoma, per gestire attività innovative durante la prossima fiera Eima International 2021.

Infine, non appena l’Inail darà la propria disponibilità, partiranno i corsi sulla sicurezza delle macchine da giardino organizzati da Federacma e tenuti da Inail (così come i ben noti corsi Inail-Unacma per la meccanica agraria). Probabilmente tali corsi riprenderanno on line appena la stessa Inail avrà definito le nuove modalità di attestazione di partecipazione ai corsi tenuti a distanza.Entro il mese di giugno 2021 si terrà la prima assemblea dell’Unione Unagreen&Assogreen durante la quale saranno nominati il portavoce ed il segretario, oltreché stabiliti gli obiettivi dell’Unione a breve, medio e lungo termine.

 

INSIEME PER CONTARE DI PIÙ

«Questa fusione è un passo fondamentale per poter dare ancor più “voce” al rivenditore specializzato di macchine da giardino – ha dichiarato Alessandro Fontana, che ha ricoperto negli ultimi anni il ruolo di presidente di AssoGreen e che è stato tra coloro che hanno voluto fortemente la realizzazione di questo “matrimonio” –. Indubbiamente il nostro peso specifico all’interno della filiera del verde aumenterà sia grazie alla fusione con Unagreen sia grazie all’entrata nel team di Federacma. Mi auguro la partecipazione attiva di più rivenditori possibili, perché è solo tramite una significativa partecipazione di professionisti del nostro settore, che riusciremo a realizzare importanti progetti con importanti benefici per tutti gli associati».

«Ci tengo ad esprimere la mia forte convinzione che considerarsi colleghi e non più concorrenti sia l’unica strada percorribile per contribuire a far crescere un’intera categoria – ha commentato dal canto suo Roberto Rinaldin, presidente di Federacma e commerciante di macchine da giardino (oltre che di macchine agricole) –. Inoltre ritengo che le istituzioni con le quali ci siamo finora confrontati e con cui abbiamo stretto cordiali relazioni da anni, siano le medesime a cui rivolgeremo le istanze di Unagreen&Assogreen, ottimizzando risorse e competenze e dando valore alla nostra esperienza».

 

Fonte: Unagreen&Assogreen by Federacma
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news