MENU

Unima: contoterzisti e forze dell’ordine uniti per arginare i furti di trattori

By at Agosto 6, 2015 | 15:54 | Print

Unima: contoterzisti e forze dell’ordine uniti per arginare  i furti di trattori

Promosso e sollecitato da Unima Bologna, lo scorso 30 luglio si è svolto un vertice in prefettura, alla presenza del prefetto di Bologna e delle varie forze di polizia, contro la dilagante piaga dei furti di trattori agricoli, che sta mettendo a dura prova gran parte del territorio bolognese.

Come ha fatto notare il Segretario della locale Associazione, l’area interessata dai furti è caratterizzata da una forte concentrazione di trattori nuovi e di alto livello tecnologico, oltre che da un’ottima posizione geografica che favorisce la celere spedizione dei mezzi rubati.

Gli eventi interessano trattori di media potenza – fra 80 e 120 cavalli – con dimensioni tali da poter essere agevolmente caricati in autocarri chiusi o centinati, in grado di eludere la sorveglianza delle forze dell’ordine ed essere avviati ai mercati finali; il fenomeno denuncia chiaramente la presenza di professionisti del crimine, capaci di violare anche i sistemi antifurto più sofisticati.

Il presidente provinciale Claudio Verucchi – che ha subito egli stesso ripetute intrusioni – ha sottolineato che le aziende associate hanno rapidamente fatto fronte comune, collaborando attivamente con le forze dell’ordine nella ricerca dei trattori rubati.

Secondo il prefetto Ennio Mario Sodano, il coordinamento delle varie forze di polizia è certamente importante ma non può prescindere dall’azione di controllo e monitoraggio compiuta dalle imprese private, alle quali sempre più spesso si deve l’avvistamento dei trattori furtivamente sottratti.

Solo con la piena integrazione fra tutti i soggetti coinvolti, ed in particolare i contoterzisti, grazie alla loro capillare conoscenza del territorio, sarà possibile sconfiggere la criminalità.

In questo processo devono essere coinvolte le Associazioni agricole, anche in relazione a furti di minore entità (come il gasolio e le attrezzature), al fine di aumentare frequenza ed efficacia dei controlli “mirati” da parte degli organi di polizia.

 

 
Fonte: Unima

 

News ,

Related Posts

Comments are closed.