MENU

Valtra e Città della Speranza: il trattore veicolo di solidarietà

By at Marzo 14, 2019 | 16:44 | Print

Valtra e Città della Speranza: il trattore veicolo di solidarietà

Lo scorso ottobre, durante l’annuale Dealer Meeting Valtra tenutosi a Padova presso l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, Valtra Italia ha proposto alla propria rete di concessionari un’iniziativa benefica nei confronti dell’Istituto stesso.

«L’idea è nata durante una visita presso lo stabilimento Valtra a Suolahti – ha spiegato il Sales Manager Valtra Italia, Matteo Tarabini –. Mentre io e il mio team visitavamo l’Unlimited Studio, un trattore giallo molto particolare ci ha incuriositi al punto da chiedere le motivazioni di quello speciale allestimento. Abbiamo così appreso che il colore Unlimited era stato richiesto dalla Svezia per alcuni dei trattori Valtra in campo al Borgeby field day 2018, la cui vendita sarebbe andata a sostegno della Swedish Childhood Cancer Foundation, un’associazione per la lotta contro il cancro infantile avente come simbolo, per l’appunto, un nastro giallo».

Trattore Valtra Unlimited in campo durante il Borgeby Field Day 2018, svoltosi in Svezia.

 

«Abbiamo da subito pensato che fosse un’ottima iniziativa – ha proseguito Tarabini – tanto da farci decidere di promuovere qualcosa di unico nel settore, proponendo alla nostra rete di vendita di contribuire concretamente ad aiutare chi è meno fortunato della maggior parte di noi»

 

ENTUSIASTICA ADESIONE ALL’INIZIATIVA DA PARTE DELLA RETE VALTRA ITALIA

Uno scatto del Dealer Meeting Valtra tenutosi lo scorso ottobre a Padova presso l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza.

 

Durante il Dealer Meeting del 10 Ottobre è stato pertanto proposto ai Concessionari Valtra di aderire all’iniziativa, versando un contributo a Fondazione Città della Speranza. In particolare un importo fisso sarebbe stato accantonato per ogni trattore ordinato nel terzo trimestre 2018 e in uguale misura avrebbero contribuito Valtra Italia e Agco Finance.

 

LA CERIMONIA DI CONSEGNA DELL’ASSEGNO LO SCORSO 11 MARZO

Matteo Tarabini (al centro), Valtra National Sales Manager, mentre consegna l’assegno a Franco Masello (Fondatore di Città della Speranza), accompagnato da Stefania Fochesato (Past President Fondazione Città della Speranza).

 

La proposta è stata accolta con grande entusiasmo da tutta la rete Valtra Italia e lo scorso 11 marzo  si è arrivati alla tappa finale: la cerimonia di consegna a Fondazione Città della Speranza dell’assegno simbolo dell’impegno e della dedizione ad una causa così importante.

Un evento di grande significato che si è svolto alla presenza dei concessionari Valtra aderenti all’iniziativa, di Agco Finance, del team Valtra Italia, dal Past President di Fondazione Città della Speranza Stefania Fochesato e del fondatore Franco Masello.

 

FONDAZIONE CITTÀ DELLA SPERANZA: UN AIUTO PREZIOSO PER TANTI BAMBINI MALATI

La Fondazione “Città della Speranza” è nata su base volontaristica  – e ancora oggi il volontariato permane il suo tratto distintivo – il 16 dicembre 1994 in ricordo di Massimo, un bambino scomparso a causa della leucemia.

L’obiettivo primario della Fondazione era raccogliere fondi per costruire un nuovo e moderno reparto di oncoematologia pediatrica perché quello esistente all’epoca era del tutto insufficiente e inadatto a ospitare in modo dignitoso i bambini ammalati e le loro famiglie.

Il nome “Città della Speranza” si ispira ad una analoga fondazione americana: “City of Hope”, dalla quale si è voluto prendere spunto per le modalità operative. In particolare per quanto concerne trasparenza, gestione del denaro e concretezza.

 

UN MODELLO INNOVATIVO DI RICERCA

Una volta realizzata la Clinica di Oncoematologia pediatrica di Padova, che è oggi collegata ai più importanti centri italiani e mondiali, la Fondazione ha continuato il suo impegno e, dopo il raggiungimento di una serie di importanti traguardi, nel giugno del 2012 è stata inaugurata a Padova l’ultima grande opera: l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, che con i suoi 17.500 metri quadrati è il più grande centro di ricerca sulle malattie infantili d’Europa, con circa 450 ricercatori che operano al suo interno mettendo a punto delle tecnologie che sono seguite in 51 laboratori centrali di tutto il mondo.

La Fondazione investe circa 2 milioni di euro l’anno in Ricerca Scientifica e si è dotata di un Comitato Scientifico Internazionale che valuta i progetti da finanziare.

«Il contributo della ricerca è stato fondamentale ed è per questo che dobbiamo continuare ad investire», ha dichiarato Stefania Fochesato durante la cerimonia di consegna dell’assegno.

 «Siamo un esercito a fianco di genitori e bambini colpiti da leucemie e malattie oncoematologiche, lottiamo per sostenerli al meglio e per sostenere la ricerca – ha proseguito –. Siamo concentrati sulla risoluzione dei problemi affinché i bambini stiano bene: questo è il punto di forza della Fondazione».

Agco Finance e Franco Masello.

 

«Noi crediamo nella vita – ha affermato  Franco Masello in chiusura del suo intervento –. Noi non sogniamo in grande, noi pensiamo in grande. I sogni non si realizzano, i pensieri invece possono svilupparsi fino a diventare realtà».

 

L’INIZIATIVA SARÀ RIPETUTA QUEST’ANNO

I concessionari Valtra, Agco Finance e il Team Valtra Italia insieme a Franco Masello e Stefania Fochesato.

 

«Siamo veramente entusiasti del fatto che tutta la nostra rete abbia aderito con passione e impegno a questa iniziativa – ha commentato a sua volta Matteo Tarabini –. Il risultato ottenuto e la grande partecipazione ci hanno convinto a proporla nuovamente quest’anno. La nobile causa sostenuta da Città della Speranza è così importante da non poterla ignorare».

 

 
Fonte: Valtra
 

 

Eventi ,

Related Posts

Comments are closed.