MENU

Valtra: la serie A di quarta generazione, una macchina per tutte le stagioni

By at novembre 6, 2018 | 18:38 | Print

Valtra: la serie A di quarta generazione,  una macchina per tutte le stagioni

Salita ripetutamente alla ribalta dei palcoscenici fieristici internazionali nel corso degli ultimi due anni e insignita di importanti riconoscimenti per le sue indubbie caratteristiche innovative, approda a Eima International 2018, a soddisfare la curiosità del pubblico italiano e non solo, la quarta generazione di utility della serie A di Valtra sulla quale ancora una volta il marchio finlandese di casa Agco ha puntato in vista di un ulteriore rafforzamento della propria competitività, in questo caso nel segmento delle potenze medio-basse, e della propria presenza sul mercato planetario.
Del resto, lo slogan “Your Working Machine – La vostra macchina da lavoro” – la promessa fatta da Valtra agli agricoltori di tutto il mondo – si adatta perfettamente alla nuova serie A, che è stata costruita intorno alle specifiche necessità di una clientela internazionale ed è globale nel senso proprio del termine in quanto fabbricata sia a Suolahti, in Finlandia, sia nello stabilimento brasiliano di a Mogi das Cruzes, in Brasile.
Al pari dei fratelli maggiori delle serie N4 e T4 – da cui mutuano lo stile ispiratore dell’innovativo look e non poche caratteristiche tecnico-funzionali – i modelli A4 vantano un design modulare ed un ampio ventaglio di dotazioni a disposizione per corrispondere alle preferenze del cliente sotto ogni aspetto, a partire dal colore per arrivare alle ulteriori personalizzazioni relative ad accessori ed attrezzature che possono essere eseguite presso l’Unlimited Studio di Valtra, direttamente dalla linea di produzione.

 

NUOVI MOTORI COMPATTI E TRASMISSIONI VERSATILI

La configurazione del trattore comincia con la scelta del motore in un range di potenza massima da 75 a 130 cavalli, con capacità di 3,3 litri per i modelli A74, A84 e A94 e di 4,4 litri per i più potenti A104, A114, A124 e A134.
L’intera serie A4 dispone di motori diesel Agco Power caratterizzati da nuovi sistemi di iniezione common rail – in grado di conciliare elevato rendimento (alte potenze e valori di coppia fino a 540 Newtonmetri nel top di gamma) e parsimonia nei consumi di carburante – e da conformità allo standard Stage IV/Tier 4 Final in materia di emissioni grazie alla sola tecnologia Scr senza necessità di filtro diesel antiparticolato (il modello d’attacco, l’A74, è provvisto però di un sistema Egr raffreddato al fine di garantire l’economia operativa).
Da rilevare, inoltre, l’inedita conformazione della sezione anteriore del motore, come pure le dimensioni particolarmente compatte dell’impianto di depurazione dei gas di scarico, in favore della massima visibilità basso-frontale.

 

Inedita anche la trasmissione Powershuttle che provvede a trasferire al suolo in maniera efficace la potenza dei nuovi motori: 12 marce avanti e 12 retromarce organizzate in due sole gamme riducono al minimo i cambi marcia tramite due leve e distribuiscono in modo ottimale le velocità sul campo e su strada.


Un’opzione con super riduttore offre velocità ridotte fino a 90 metri orari (a 1.400 giri al minuto) e rende quello montato sulla serie A4 un cambio multiapplicazione.

 

IDRAULICA POTENZIATA

L’inversore al volante è elettroidraulico ed una manopola permette di regolarne l’aggressività per adattare la macchina alle molteplici mansioni e alle diverse abitudini di guida. A loro volta le funzioni AutoTraction e HiShift facilitano le operazioni con la frizione.
L’aggiornato impianto idraulico prevede, per i tre modelli più piccoli, una pompa a centro aperto con portata di 65 litri al minuto – la capacità del sollevatore posteriore AutoControl a comando elettronico dalla cabina in questo caso è pari a 3.000 chilogrammi – mentre nei quattro modelli maggiori la portata, con doppia pompa, sale a 98 litri al minuto (57 + 41) e la capacità di sollevamento può raggiungere i 5.200 chilogrammi.
È possibile installare fino a tre distributori (il controllo del flusso idraulico è in opzione) per un totale di sei vie.

 

TRE TELAI A SCELTA

In linea con la concezione modulare sono disponibili sui vari modelli tre diverse dimensioni di telaio (Smart, Medium e Large) che determinano differenti distanze interasse (2.250, 2.430 e 2.500 millimetri) e raggi massimi di sterzata, in grado di assecondare con flessibilità l’ampia gamma di classi di potenza offerta dalla serie A4, il tutto utilizzando un design unico e molte componenti comuni.

 

ERGONOMIA E COMFORT AI MASSIMI LIVELLI IN CABINA

Elevata visibilità sull’area di lavoro in tutte le direzioni e in ogni condizione operativa viene garantita dalla ridisegnata confortevole cabina a sei montanti grazie, tra l’altro, alla linea spiovente del cofano, ai 5,5 metri quadri di superficie vetrata e alla botola trasparente apribile nella parte anteriore del tetto (opzionale), ideale per i lavori con il caricatore, considerato parte integrante del design del trattore e montato in produzione per tutte e tre le dimensioni del telaio.
L’eccellente ergonomia è supportata da comandi completamente elettronici come il 4WD, il blocco differenziale, il sollevatore ed il monitor, senza trascurare il plus delle luci posteriori a Led, un’opzione identica a quella delle serie N4 e T4.
L’interfaccia utente è originale Valtra, così come il sistema di guida retroversa opzionale.

 

ASSISTENZA VELOCIZZATA CON IL SERVIZIO DI TELEMETRIA VALTRA CONNECT

 

E, per finire, la serie A, così come le serie N,T e S, può disporre di Valtra Connect, un nuovo servizio di monitoraggio che capta fino a 154 segnali diversi dal trattore (temperatura dell’olio, funzioni del cambio, ecc.).
I dati provenienti dal computer di bordo (bus CAN) vengono trasmessi ad un server protetto al quale il cliente può accedere, sia dal computer sia tramite App, e possono essere condivisi con i tecnici dell’assistenza in caso di necessità.

Macchine

Related Posts

Comments are closed.