Weidemann: Hoftrac 1390, prestazioni ancora più elevate e un look ringiovanito

Macchine 08/04/2021 -

Caricatore agricolo fiore all’occhiello di Weidemann, il costruttore tedesco leader in Europa centrale della movimentazione e del sollevamento nel settore primario, l’Hoftrac ha indubbiamente conosciuto una lunga storia di evoluzioni tecniche e di successi.

A determinare in passato e ancora oggi l’affermazione sul mercato dell’ampia serie di Hoftrac sono state le sue interessanti prerogative, a partire dalla struttura robusta e compatta e dal raggio di sterzata limitato, per proseguire con il baricentro basso, il braccio caricatore resistente alla torsione (per consentire lavori di precisione e notevole altezza di sollevamento) e l’elevata forza di spinta.

Il che conferisce all’agile Hoftrac una marcata attitudine ad operare in spazi ristretti in modo veloce, affidabile e sicuro, nonché molto flessibile, anche per merito dell’ampia scelta di attrezzi e di pneumatici adatti ad ogni impiego. Una ricca disponibilità di opzioni, quindi, grazie alla quale questo mezzo è configurabile in una grande varietà di allestimenti, risultando così un pratico strumento multifunzione all’altezza di tutte le destinazioni d’uso, una sorta di macchina universale, insomma.

 

RADICALMENTE RIVISTO INSIEME AL PASSAGGIO  DELLE MOTORIZZAZIONI ALLO STAGE V

E questo vale a maggior ragione per la serie 13 dell’Hoftrac, rivista costantemente negli ultimi anni approdando di recente al vigoroso ed eclettico Hoftrac 1380 – molto apprezzato nel settore agricolo e in quello equino, nella pubblica amministrazione e nel commercio e nell’industria – adesso sottoposto da Weidemann ad un completo restyling sfociato nel nuovo Hoftrac 1390, rinnovato anche nel design dalle linee forti e dinamiche, particolarmente evidenti nel cofano motore con un passaggio dell’aria modificato e nella nuova postazione di guida della ripensata cabina.

Un modello tutto nuovo, dunque, dotato di aggiornata motorizzazione Stage V ed ulteriormente potenziato in termini di disponibilità di nuove funzionalità e opzioni, a garanzia della possibilità di allestire la macchina in modo sempre più personalizzato e adatto ad affrontare con un superiore livello di prestazioni e produttività, oltre che di comfort e sicurezza, un ancor più vasto range di applicazioni.

 

NESSUN SISTEMA DI POST-TRATTAMENTO DEI GAS DI SCARICO PER IL MOTORE DA 25 CAVALLI

A muoverlo saranno nuovi motori Yanmar, eroganti nella variante base da 25 cavalli di potenza e poi da 45,3 cavalli o, nella versione più potente, da 54,5 cavalli.

Motori, specifica il costruttore tedesco, che, per quanto riguarda la versione base, garantiscono performance superiori alla loro classe di potenza grazie all’esclusivo sistema di trazione a controllo elettronico di nuova concezione di Weidemann, il cosiddetto ecDrive (Electronic Controlled Drive), che consente l’incremento delle prestazioni complete della macchina anche per categorie di potenza inferiori.

Ulteriore plus è rappresentato dal fatto che il propulsore da 25 cavalli, indicato per gli utilizzatori che tendono a richiedere alla propria macchina un minor numero di ore di esercizio, riesce a soddisfare la normativa sulle emissioni di livello V senza ricorso ad alcun sistema di post-trattamento dei gas di scarico.

 

DPF+DOC PER LE VARIANTI DA 45,3 E 54,5 CAVALLI

Sulle versioni del motore da 45,3 e 54,5 cavalli, invece, la conformità allo standard Stage V in materia di emissioni viene raggiunta mediante la presenza di un filtro antiparticolato diesel (DPF) combinato con un catalizzatore di ossidazione diesel (DOC): tecnologia che non richiede l’aggiunta di alcuna soluzione a base di urea (DEF).

 

QUATTRO DIVERSE MODALITÀ DI GUIDA CON IL NUOVO SISTEMA DI TRAZIONE A CONTROLLO ELETTRONICO

Tornando all’esclusivo ecDrive a controllo elettronico, questo innovativo sistema di trazione permette all’Hoftrac 1390 di offrire all’utilizzatore un ampliamento delle opzioni di applicazione e un’esperienza di guida totalmente nuova, commisurata in base alle necessità.

A tal fine in casa Weidemann sono state messe a punto quattro diverse modalità di guida. La modalità automatica, in primo luogo, che garantisce interamente le prestazioni normali del caricatore, mentre in modalità Eco il regime del motore, una volta raggiunta la velocità del veicolo desiderata, viene ridotto a 2.200 giri al minuto, consentendo un contenimento del rumore e del consumo di carburante.

Le altre due modalità di guida opzionali – la “modalità attrezzo” e la modalità M-Drive – sono state appositamente progettate, rispettivamente, per il miglior utilizzo di accessori azionati idraulicamente e per l’esecuzione ottimizzata dei cicli di ricarica per brevi distanze di percorrenza, i cosiddetti cicli di ricarica Y.

Con queste nuove modalità di guida, in definitiva, è possibile dosare e controllare con precisione l’Hoftrac 1390 e la quantità di olio idraulico dei vari attrezzi durante l’applicazione. L’uso degli accessori e il gioco di carica risultano pertanto molto più efficienti e convenienti.

 

ELEVATA POTENZA IDRAULICA

Da segnalare sul nuovo caricatore di Weidemann anche la sua notevole potenza idraulica standard, pari a 41,6 litri di olio al minuto o, in combinazione con i motori più grandi, a 49,4 litri al minuto (o a richiesta 58,5 litri al minuto), ancora elevabili a 84 litri al minuto con l’opzione High Flow per un risultato adatto in caso di impiego di attrezzature esigenti, quali grandi falciatrici e trinciatrici o sgombraneve a turbina.

 

SICUREZZA E COMFORT CON IL FRENO DI STAZIONAMENTO ELETTRICO CHE OFFRE LE FUNZIONI AUTO-HOLD E HILL-HOLD

Tra le nuove caratteristiche dell’Hoftrac 1390 spicca inoltre il freno di stazionamento elettrico che offre funzioni di Auto-hold e di Hill-hold, attivandosi automaticamente quando la macchina è ferma, la direzione di marcia è in folle, l’operatore lascia il sedile o il motore si spegne e disattivandosi, sempre in automatico, quando la macchina viene messa in moto tramite il pedale dell’acceleratore, a tutto vantaggio della massima sicurezza associata all’elevato livello di comodità.

 

TRE ASSI A SCELTA

Degna di nota sul fronte assali, poi, la possibilità di scegliere, oltre all’asse standard T94 con trazione integrale idrostatica senza dispositivo di bloccaggio del differenziale, l’allestimento con due assi epicicloidali PA 940 (con incremento di spinta di 22,7 o 26,4 chilonewton), incluso il dispositivo di bloccaggio del differenziale, sempre attivabile su questi due assi secondo necessità, agente al 100 per cento sull’assale anteriore e su quello posteriore, a garanzia di trazione massima priva di impatto negativo sul consumo di carburante o sull’usura degli pneumatici.

 

UNITÀ DI CARICO BASATA SULLA DOMANDA

In linea con una consolidata prassi aziendale, Weidemann offre per tutte le sue macchine la cinematica giusta in base alle dimensioni della macchina stessa.

Nel caso del nuovo modello 1390 – il cui carico ribaltabile con la pala dritta è compreso tra 1.610 e 2.100 chilogrammi, a seconda del motore adottato e dell’allestimento – è prevista di serie la cinematica P, contraddistinta dalla sua precisa guida parallela su tutta la corsa.

Ma è fornita in opzione anche una versione a braccio telescopico più lunga della cinematica P, che aumenta l’altezza di sollevamento di 20 centimetri (disponibile a richiesta, poi, la cinematica P-Z, una combinazione di cinematica P e cinematica Z che consente notevoli forze di sollevamento e di strappo, oltre a disporre di una guida parallela finemente sintonizzata).

 

CABINA MOLTO SPAZIOSA, CON VISIBILITÀ ULTERIORMENTE MIGLIORATA

 

Rimarchevole poi in questa classe di dimensioni il generoso spazio abitabile assicurato all’operatore dalla confortevole cabina che equipaggia il nuovo Hoftrac 1390, dal perfezionato design a quattro montanti e dotata di ampio lunotto panoramico curvo, che, in combinazione con il cofano motore inclinato, consente un’eccellente visibilità posteriore, mentre l’apertura del tettuccio (con griglia protettiva) è stata incrementata per permettere una visuale ottimale dell’area di lavoro sovrastante.

Senza dimenticare la possibilità di scelta tra due diverse varianti di porte: a quella disponibile con ante in vetro monopezzo, che garantiscono un’ottima visuale laterale e possono essere perfettamente predisposte per l’apertura parziale in estate, si affianca in opzione la variante con ante in due pezzi, in cui la finestra superiore può essere aperta con un’apertura parziale o a 180 gradi.

 

È stata inoltre potenziata l’illuminazione, aggiungendo ai fari di lavoro a Led già disponibili sulla macchina (due anteriori e uno posteriore), da 1.000 lumen ciascuno, altri fari da 2.000 lumen ciascuno. In un’ottica di piena sicurezza, il nuovo modello di caricatore di Weidemann dispone di serie dell’illuminazione “coming home”, in cui sia i fari di lavoro sia quelli in cabina rimangono accesi per venti secondi dopo lo spegnimento del motore.

 

POSTAZIONE DI GUIDA ERGONOMICA, CON JOYSTICK MULTIFUNZIONE

Completamente riprogettati secondo un concetto operativo orientato al colore,  gli interni della cabina offrono efficiente climatizzazione, volante regolabile in altezza e inclinazione, una postazione di guida comoda ed ergonomica e pratico joystick multifunzione. Grazie al chiaro e ben posizionato display, inoltre, vengono agevolmente visualizzati i parametri operativi della macchina e, mediante lo strumento di diagnosi e analisi wedias di Weidemann, è possibile verificare in modo rapido e facile molte funzioni, tra cui la funzione di marcia, il 3° circuito idraulico e i dati del motore, nonché le funzioni elettriche. I messaggi attivi visualizzati sul display consentono all’operatore di individuare la soluzione più adatta ad un eventuale guasto e, fornendo il numero corrispondente al guasto, l’addetto all’assistenza può prepararsi e recarsi sul posto con i pezzi di ricambio necessari, il che facilita sensibilmente la successiva analisi dei guasti e lo svolgimento di ulteriori diagnosi, con conseguente risparmio in termini di tempo e denaro.

Da rilevare infine il fatto che, con il gancio di traino opzionale (automatico o con testa a sfera K50), il nuovo Hoftrac 1390 è in grado di trainare un rimorchio con un peso totale massimo di 3,5 tonnellate. Prerogativa che ne consente una ancora maggiore flessibilità di utilizzo, eliminando la necessità di veicoli trainanti aggiuntivi.

 

© Stefania Capponi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news