Zephir, il recupero secondo Ricosma

Attrezzature 16/06/2014 -
Zephir, il recupero secondo Ricosma

L’atomizzatore Zephir di Ricosma nasce dall’esigenza delle aziende di avere a disposizione macchine a basso impatto ambientale e dalla ricerca di ottimizzare i trattamenti con la minima dispersione di prodotto.

Ideato e realizzato per effettuare trattamenti in vigneto, Zephir, disponibile con cisterna da 2.000 litri, permette di lavorare due filari completi per ogni transito con larghezze variabili da un minimo di 200 centimetri ad un massimo di 320 centimetri  a seconda del sesto d’impianto del vitigno. Il sistema di ventilazione è alimentato idraulicamente da 4 eliche su ciascuno dei 4 pannelli di recupero in polietilene (in sostituzione di una sola ventola centrale). Il sistema di recupero avviene per coesione tramite lamelle di materiale plastico. Il prodotto intercettato viene filtrato e inviato nuovamente nella cisterna principale: un contalitri permette di conoscere in tempo reale la quantità di prodotto recuperato e il livello del prodotto nel serbatoio.

In base alla stagione in cui si esegue il trattamento e al tipo di vite – quindi al volume di fogliame da irrorare – è inoltre possibile regolare la distanza fra ciascuna capsula nonché la quantità di flusso di aria per calibrare al meglio l’aderenza ai tralci.

Zephir è caratterizzato da un’ottima stabilità – anche su terreni accidentati o collinari, con pendenze anche del 10-12% – grazie alla connessione al terzo punto del trattore, che agisce così da contrappeso.

Fonte: Ricosma

 

 

 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter