Agritechnica 2013: un’edizione col “Turbo”

Eventi 30/10/2013 -
Agritechnica 2013: un’edizione col “Turbo”

Più cosmopolita che mai, al top dell’innovazione e già da record per l’“eccezionale” risultato registrato in termini di prenotazioni. Così viene compendiata la prossima edizione di Agritechnica – la rassegna internazionale della meccanizzazione agricola in programma dal 12 al 16 novembre ad Hannover – da parte di Dlg (Deutsche Landwirtschafts-Gesellschaft), la società tedesca per l’agricoltura organizzatrice dell’evento, particolarmente soddisfatta per il ricco bottino di cifre all’attivo: oltre 2.700 espositori, in arrivo da 47 paesi, attesi nel quartiere fieristico, il che significa una crescita nell’ordine del 2% rispetto alla precedente edizione di due anni fa.

 

RECORD DI ESPOSITORI STRANIERI

AT2011_105

Un dato che scaturisce esclusivamente dall’accresciuta presenza di imprese straniere, 1.453 in tutto, a rappresentare una quota del 53% (la più alta di sempre), con incrementi superiori alla media riscontrati soprattutto tra espositori cinesi, francesi, inglesi e italiani. Si tratta di un livello di partecipazione che evidenzia «un orientamento sempre più globale delle aziende, e del settore agricolo nel suo complesso, che puntano ad utilizzare in modo mirato la piattaforma della manifestazione per aprire nuovi mercati», ha commentato l’amministratore delegato di Dlg, Reinhard Grandke, sottolineando come, considerando anche l’ampliamento della superficie espositiva (41 ettari quest’anno contro i 38 del 2011), «Agritechnica abbia ulteriormente rafforzato la propria posizione in veste di fiera di riferimento a livello mondiale per la tecnologia agricola».

 

UN CLIMA DI FIDUCIA, NON SOLO IN GERMANIA

Prod_Mond

Stime produzione mondiale – Fonte VDMA

Grandi numeri e forte animazione, quelli sfoggiati dalla kermesse tedesca, che ben rispecchiano il segno positivo e il clima di fiducia che in questo momento contraddistinguono il mercato della meccanizzazione agricola, specialmente in Germania. «Stiamo volando ad alta quota», ha affermato Bernd Scherer, direttore dell’associazione Vdma Macchine Agricole, durante la conferenza stampa di presentazione dell’imminente Agritechnica.

Dopo un 2012 all’insegna dei grandi successi sulle principali piazze, nazionali ed internazionali, l’industria della tecnologia agricola made in Germany prevede infatti anche per quest’anno un ottimo sviluppo di mercato, con un giro d’affari in aumento del 7%, così da superare per la prima volta la soglia degli otto miliardi di euro di fatturato. «E non è improbabile – ha aggiunto – pronosticare un trend stabile di crescita anche per il 2014».

Agritech_1

Ma, in base ad una valutazione complessiva, per il settore della meccanizzazione agricola si può parlare di dinamismo notevole a livello mondiale: Vdma ha stimato in circa 96 miliardi di euro il valore globale della produzione di macchine agricole nel 2013, equivalente ad un significativo incremento del 6% circa.

 

LE OPPORTUNITÀ DEL MERCATO CINESE

 

Insieme alla Germania, la Francia rappresenta uno dei mercati europei di punta per i trattori, in ascesa costante da tre anni. Interessanti aree di crescita, poi, sono individuabili negli Stati Uniti e, in particolare, nel mercato cinese, che sta mostrando una forte tendenza verso macchine agricole e trattori moderni, «della quale potranno avvantaggiarsi marchi high-tech occidentali», ha fatto notare Scherer.

Ma restando nell’ambito del Vecchio Continente che, con particolare riferimento all’Europa occidentale, continua a ricoprire un ruolo centrale in termini di valore per la meccanizzazione “verde”, qui grazie al soddisfacente trend di sviluppo del settore si sta vivendo una chiara fase di stabilità economica. E di fatto dalle più recenti indagini svolte nell’ambiente agricolo e in quello dell’industria delle macchine agricole emerge l’immagine di un contesto sano con ottime prospettive per il futuro.

 

SEGNA OTTIMISMO IL BAROMETRO DEL CEMA

Cema_Barometer14ott

Cema Business Barometer 14 ottobre 2013

Gli ultimi risultati del Business Barometer di Cema (l’Unione dei costruttori europei di macchine agricole), un sondaggio mensile condotto tra i dirigenti per valutare l’andamento delle attività del comparto, ad esempio, rivelano un altissimo livello di soddisfazione per la situazione economica e notevoli aspettative di positive evoluzioni.

Inoltre vari sondaggi che tastano l’umore delle aziende agricole tedesche, francesi e britanniche – vedi quello realizzato da Agrar Deutschland e il Trendmonitor Europa curato da Dlg di concerto con l’istituto di ricerca Kleffmann Group –  indicano che, al di là delle attuali tensioni sui mercati cerealicoli internazionali, resta immutata come da un triennio a questa parte la propensione agli investimenti manifestata dagli agricoltori, anche alla luce della tendenza positiva di altre produzioni quali latte o carne suina.

 

ELETTRONICA E SOFTWARE IN PRIMA LINEA

CLAAS_Online-Simulator1

Fedele alla sua mission di fiera in grado di candidarsi alla funzione di primo motore di innovazione nell’ambito dell’agricoltura, Agritechnica 2013 si accinge ad offrire un panorama straordinariamente vasto delle migliori tecnologie meccaniche per ogni tipo di lavorazione, registrando puntualmente tutte le recentissime tendenze nell’ambito della meccanizzazione.

In grande evidenza sotto questo aspetto l’utilizzo crescente dell’elettronica, della tecnologia dei sensori e del software, tanto che nuovi sviluppi in questi settori vengono proposti da quasi tutte le 400 macchine ed attrezzature innovative presentate dalle case costruttrici al concorso novità tecniche della manifestazione. Obiettivo comune: rendere più efficiente, economica e rispettosa dell’ambiente la qualità del lavoro agricolo.

 

NOVITÀ: SYSTEMS & COMPONENTS

Halle 26 auf der Agritechnica 2011 in Hannover

Quest’anno all’interno del quartiere fieristico di Hannover la scelta degli organizzatori è stata quella di rendere ancora più netta la suddivisione dell’esposizione per aree tematiche allo scopo di consentire ai visitatori un migliore orientamento ed una più agevole comparazione tra prodotti e innovazioni dei singoli settori.

Nella nuova area espositiva di Agritechnica 2013 “Systems & Components” troveranno posto gamme uniche e complete di prodotti quali, tra gli altri, telai, cabine, sistemi elettrici, idraulici ed elettronici di veicoli, cambi, motori, freni e sterzi nonché le corrispondenti parti e le componenti destinate alle macchine agricole e a quelle di ambiti attinenti. In questo reparto espositivo avrà luogo uno speciale dedicato alla “tecnologia agricola nel dettaglio”, nel quale per la prima volta in una fiera si assisterà dal vivo allo smontaggio e poi al riassemblaggio di un trattore.

 

SPECIALI SU TEMI DI ATTUALITÀ

 

Agritech_2

Un altro programma specialistico di scena al Padiglione 17, dal titolo “Smart Farming–aggiornamenti sulla produzione vegetale” vedrà esponenti del mondo scientifico, industriale e agricolo trattare i temi legati alla tecnologia dei sensori, ai comandi macchine e alla gestione dati in agricoltura, mentre in seno ad un terzo speciale “Riso” espositori leader del settore mostreranno a risicoltori di tutto il mondo le più avanzate tecnologie per affrontare le attuali sfide, affiancati da numerosi addetti ai lavori che approfondiranno argomenti cruciali come la gestione delle acque, la preparazione dei terreni, la semina, la concimazione, la tutela delle piante e il raccolto.

 

L’USATO E L’ASSISTENZA TECNICA

Agritech_4

Il Padiglione 2 diventerà quest’anno il punto d’incontro per il mondo della rivendita, dell’assistenza tecnica e delle macchine usate. Il Centro internazionale rivenditori si trova sotto la direzione del LandBauTechnik-Bundesverband e della Confederazione europea Climmar. Viene utilizzato come borsa di contatti e luogo di aggregazione di rappresentanti del settore commerciale e dell’assistenza tecnica di produttori europei di macchine agricole. Inoltre, rivenditori di macchine usate e borse on-line forniscono informazioni in merito al settore dell’usato.

In collaborazione con l’associazione federale LandBauTechnik-Bundesverband, nello speciale “Officina live “ verranno evidenziati, a seguito di interventi di manutenzione e riallestimento eseguiti dal vivo e commentati, i requisiti che devono soddisfare i meccanici di macchine agricole ed edili ai diversi livelli di specializzazione.

 

FOCUS SUI PVS

 Africa

La prossima edizione della manifestazione di Hannover ha voluto dare notevole spazio anche alle istanze dei Paesi di recente industrializzazione dell’Africa e dell’Asia, dove gli agricoltori hanno bisogno di tecnologie agricole ad hoc per le loro peculiarità. Così, nell’ambito di una nuova serie di manifestazioni, esperti internazionali discuteranno degli aspetti connessi al potenziale di mercato, al quadro dei finanziamenti e agli standard tecnologici con particolare attenzione a Cina ed India, ma anche a Zambia e Sudafrica, Russia, Kazakistan ed Ucraina.

Oltre ad essere grande vetrina promozionale e commerciale delle nuovissime tecnologie per il settore primario, del resto, Agritechnica anche quest’anno rappresenterà un importante momento di comunicazione ed informazione in merito al futuro del settore agricolo grazie ad un fitto calendario di congressi, dibattiti e workshop. Tra gli appuntamenti di spicco, il convegno internazionale sulla meccanizzazione agricola di Vdi/Meg, la conferenza sul tema “Mercati agricoli 2014” e il meeting dedicato alle sementi.

 © riproduzione riservata
L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter