MENU

Argo Tractors: un futuro da protagonisti

By at Ottobre 9, 2013 | 11:42 | Print

Argo Tractors: un futuro da protagonisti

Music has changed, la musica è cambiata. È stato questo il leitmotiv della Convention di Argo Tractors tenutasi a Parma il 2-3 ottobre scorsi, ovvero l’occasione per presentare alla stampa internazionale le nuove serie 6 e 7 di Landini (vedi link). Con queste novità si apre dunque una nuova stagione per il segmento delle medie-alte potenze e non solo. Come ha sottolineato Valerio Morra, presidente di Argo Tractors, le strategie future del Gruppo non riguardano soltanto i prodotti, ma un insieme di fattori, tutti cari al marketing mix: il posizionamento, la distribuzione, il prezzo, ma anche i servizi e il ruolo – sempre più determinante – dei dealer.

MADE IN ITALY AL 100%

Ma andiamo con ordine, perché quando si parla di Argo Tractors, si tratta di ricostruire 129 anni di storia di famiglia. «Un’attività di così grande successo – ha spiegato inorgoglito Morra – non può che basarsi sulle persone giuste, al posto giusto, nel momento giusto». E negli ultimi anni di cose giuste al momento giusto, ne sono successe. Landini ha infatti effettuato una serie di acquisizioni che hanno portato alla formazione del gruppo (composto da Landini, Valpadana, McCormick) e all’allargamento della attività sia in termini di prodotti, sia in termini di mercati. Come ha infatti ricordato il presidente, ora il confronto con il mercato internazionale è concreto, tant’è che si può pensare a un futuro «roseo, da protagonisti». Un futuro che però manterrà validi i capisaldi del passato: la politica aziendale resta orientata al Made in Italy, tanto che gli stabilimenti di McCormick ora sono in Italia.

Un altro elemento che promettono non si perderà, è il modello di business di famiglia, sempre attento alle relazioni. Valerio Morra ha infatti concluso il suo intervento ricordando: «Il capitale umano ci permette di lavorare con veri talenti del settore trattoristico. Posso dire di essere riuscito a realizzare un sogno, perché come mio papà e mio nonno, sono riuscito a trasmettere alle generazioni future della famiglia la passione per questo lavoro».

RINNOVO DELL’INTERA GAMMA, E NON SOLO

Tornando ai giorni nostri, non si può certo negare che il 2013 stia segnando per Landini una svolta epocale. Quest’anno è stata rinnovata tutta la gamma – dai prodotti più semplici fino alla media-grande potenza – e si sono compiuti passi importanti in termini di service: nuovi strumenti di diagnosi, investimenti negli stabilimenti produttivi, garanzia estesa a due anni per i concessionari. Il dealer, d’altro canto, come ha sottolineato Mario Danieli, responsabile del mercato Italia, è un partner che riveste un’importanza fondamentale, anche perché l’innovazione tecnologica renderà impossibile l’intervento delle officine generiche.

Ha poi parlato di strategie di marketing Simone Morra, Director Corporate Business: «Crediamo nelle potenzialità dei nostri tre brand e per questo motivo stiamo investendo in operazioni di marketing capaci di valorizzarli».  Questo concetto è stato anche ribadito da Antonio Salvaterra, Marketing Manager del Gruppo, che ha ricordato la partecipazione alle fiere di settore, il nuovo sito web, la libreria digitale e le App.  Ha invece fatto il punto sulla qualità (sempre maggiore), sui costi (sempre più contenuti) e sulla tempistica delle nuove scoperte (sempre più ravvicinati), Paolo Fracassino, Manager della filiera produttiva di Argo.

 

Emanuela Stìfano

 

 

 

 

Eventi , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.