MENU

Başak: dalla Turchia al Sima in cerca di distributori in Europa

By at Marzo 21, 2019 | 19:59 | Print

Başak: dalla Turchia al Sima in cerca di distributori in Europa

La presenza in grande spolvero di Başak Traktör al Sima, a qualche mese di distanza dalla partecipazione all’Eima di Bologna, ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, la volontà dell’azienda turca, entrata nel 2012 nell’orbita del colosso Sanko Holding (uno dei principali gruppi industriali del Paese attivo in 12 differenti aree di business e saldamente nelle mani della famiglia Konukoğlu) di farsi largo nel mercato europeo.

 

L’OBIETTIVO DI PROPORSI COME GLOBAL BRAND

Nel corso di una chiacchierata con i giornalisti presso lo stand allestito dalla compagnia turca al Salone parigino Sami Konukoğlu (nella foto sopra), Agricultural Machinery Director di Başak Traktör, non ha voluto rivelare il fatturato aziendale ma non ha fatto mistero della volontà del costruttore turco di proporsi come global brand.

 

IL NUOVO MODELLO 5120, DAL DESIGN MODERNO ED ERGONOMICO

Obiettivo al quale punta il nuovo modello 5120, già visto all’Eima sotto forma di concept e contraddistinto da un look moderno e raffinato che gli ha valso al Sima un riconoscimento, il “The Most Attractive Design Award”, conferitogli per il design elegante ed ergonomico.

Il top di gamma di Başak Traktör monta un motore Deutz TCD 3.6 4 cilindri Turbo-intercooler da 116 cavalli a 2.200 giri al minuto, omologato Stage IV ed una trasmissione ZF Powershift a 4 rapporti per un totale di 32 marce avanti e 32 in retro con inversore idraulico Power Shuttle.

Da segnalare anche l’impianto idraulico con 6 distributori di serie (8-10 opzionali) e il sollevatore posteriore con capacità di 5.500 chilogrammi.

Disponibile a richiesta la presa di forza anteriore che opera a 1.000 giri al minuto.

 

UNA CAPACITÀ PRODUTTIVA DI 20MILA TRATTORI ALL’ANNO

Sempre al Sima si è appreso che lo stabilimento di Başak Traktör, ubicato nella città di Sakarya su un’area coperta di 40.000 metri quadrati, ha una capacità produttiva di 20.000 trattori all’anno. Qui vengono fabbricati anche i componenti principali del motore, del cambio e dell’hardware idraulico.

 

NEL RANGE DI POTENZA DA 48 A 120 CAVALLI

Nel listino del costruttore turco sono presenti una ventina di modelli, a 2 e 4 ruote motrici, cabinati e piattaformati per l’agricoltura specializzata, a coprire un range di potenze da 48 a 120 cavalli.

Nei trascorsi di Basak, le cui origini risalgono ai primi decennio del secolo scorso, figura la produzione di trattori dapprima (anni ’60) con un accordo di licenza Ford e successivamente (seconda metà degli anni ’70) impiegando il marchio Steyr, per poi arrivare a fabbricare le proprie macchine nel 1996.

 

POTENZIARE LA RETE COMMERCIALE PER L’INGRESSO NEL VECCHIO CONTINENTE

Sami Konukoğlu (a sinistra nella foto), Agricultural Machinery Director di Başak Traktör, con Laurent Noel, Divisional Managing Director a Comexposium.

 

Başak, che ha tra i punti di forza della propria gamma i bassi costi di gestione dovuti ai consumi di carburante particolarmente contenuti e alla minima richiesta di manutenzione, dispone attualmente in Turchia di una rete commerciale composta da 60 rivenditori e 251 punti di assistenza autorizzati ai quali vanno ad aggiungersi 32 rivenditori autorizzati di ricambi negli oltre 30 mercati di esportazione e 20 distributori in diverse parti del globo.

Una presenza consolidata e diversificata che attende ora nuovi rinforzi per l’affermazione nel Vecchio Continente.

 

© riproduzione riservata
 
 

 

Macchine Trattori , ,

Related Posts

Comments are closed.