Bcs presenta il nuovo marchio Ma.Tra

Macchine 03/11/2012 -
Bcs presenta il nuovo marchio Ma.Tra

La manutenzione del verde è uno dei comparti dove Bcs si appresta ad affrontare in maniera più incisiva il mercato grazie allo sviluppo di una nuova linea di prodotti, i primi dei quali verranno presentati all’Eima. La manifestazione bolognese vedrà anche il lancio del nuovo marchio Ma.Tra che affiancherà i tradizionali quattro brand del gruppo, sotto la cui egida verranno raggruppate tutte le nuove macchine destinate alla manutenzione del verde.

Ma.Tra 160, per la manutenzione di superfici “pregiate”

Il primo modello sul quale esordirà il nuovo marchio è il trattorino rasaerba Ma.Tra 160, destinato alla manutenzione di superfici “pregiate” quali parchi e giardini, senza disdegnare comunque gli impieghi di rifinitura su grandi aree, a supporto di mezzi professionali.
La macchina è stata concepita con un’estetica curata ed accattivante, frutto di una ricerca di mercato che mette in risalto quanto influisca questa dote nelle scelte dei potenziali clienti. Sotto la livrea invece, la Ma.Tra 160 si presenta in tutta la sua concretezza, affidandosi ad un motore Briggs & Stratton prestante ed affidabile e ad una trasmissione di qualità della giapponese Kanzaki.
Le macchine con il tosaerba anteriore, si legge nel comunicato stampa diffuso dal gruppo di Abbiategrasso (MI), sono preferite a quelle concorrenti con tosaerba ventrale per la loro praticità nel lavorare sottochioma, sfruttando il vantaggio di avere un tosaerba a sbalzo per la migliore manovrabilità e soprattutto per il fatto che non calpestano l’erba prima di falciarla. Inoltre l’ottimo rapporto qualità-prezzo rende questa macchina potenzialmente appetibile anche al mercato degli hobbisti.
Questi i Plus che caratterizzano la nuova Ma.Tra 160:
•  Motore Briggs & Stratton da 15,2 cavalli bicilindrico, pompa e filtro olio di serie.
•  Trasmissione idrostatica Kanzaki con smorzatore di flusso per il massimo comfort nei movimenti.
•  Tosaerba low-noise da 110 cm a tre lame di cui la lama anteriore, di dimensioni ridotte, crea una ventilazione forzata che migliora il carico dell’erba nel cesto di raccolta.
•  Trasmissione a cinghia piana, senza bisogno di fasatura.
•  Cesto di raccolta da 300 litri  con ribaltamento elettroidraulico dal posto guida e sensore che segnala quando è pieno.
•  Tunnel di carico dell’erba di facile rimozione (senza chiavi) per eventuali ispezioni e pulizia.
•  Diametro di sterzata di soli 320 mm.
•  Bloccaggio differenziale anteriore a pedale con disinserimento automatico al rilascio.

Ma.Tra 130 e Ma.Tra 140

Ma.Tra 140

Le Ma.Tra 130 e Ma.Tra 140 sono state realizzate per far fronte alle esigenze di privati o manutentori che necessitano di macchine comode, dinamiche, produttive e sicure in grado di falciare e triturare aree pianeggianti o scoscese, per lo più incolte. Sono caratterizzate da una struttura coriacea e da un baricentro particolarmente basso, così da consentire sfalci in tutta sicurezza anche in forti pendenze. L’efficiente trasmissione idrostatica abbinata a motori di grande qualità garantisce a queste macchineun’elevata affidabilità, anche se impiegate in maniera professionale.
Questi i Plus che caratterizzano le nuove Ma.Tra. 130 e Ma.Tra. 140:
•  Motori Honda da 10,2 cavalli  (Ma.Tra130) e Briggs & Stratton da 16 cavalli  (Ma.Tra 140) della serie professionale.
•  Diametro di sterzata interno ruote di soli 450 mm, per poter falciare senza problemi in spazi ristretti e attorno ad alberi.
•  Trasmissione idrostatica della giapponese Kanzaki, con possibilità di manutenzione a garanzia della massima affidabilità.
•  Tosaerba sottoscocca monolama da 85 cm di larghezza in versione “low-noise”, solido ed efficiente per poter falciare e triturare anche rami di 15 mm di diametro.
•  La frizione delle Pto  è elettromagnetica con freno lama e disinnesto automatico qualora si dovesse sollevare il tosaerba, nella posizione di massima escursione, per superare ostacoli o dossi.
•  Massima produttività grazie alla qualità dei componenti e all’innovativo approccio progettuale.
•  Baricentro basso e ruote con battistrada antiscivolo per garantire la massima stabilità quando si lavora in pendenza.
•  Massimo comfort di guida garantito da un sedile molleggiato con braccioli e da comandi posti in maniera ergonomica.

Fonte: Bcs Group
L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter