MENU

Carraro Tractors: campioni di eclettismo tra i filari

By at Giugno 19, 2019 | 22:27 | Print

Carraro Tractors: campioni di eclettismo tra i filari

SPECIALE MECCANIZZAZIONE PER IL VIGNETO ENOVITIS IN CAMPO 2019

 

Torna alla ribalta tra i vigneti di Montepulciano in occasione di Enovitis in Campo 2019, superspecializzata ed espressamente dedicata all’impiego tra i filari, la serie Agricube IIIB di casa Carraro Tractors, recentemente rinnovata non soltanto grazie all’introduzione delle nuove motorizzazioni in Stage IIIB ma anche con l’ingresso di ulteriori modelli ed opzioni che hanno dilatato ancor di più l’offerta di questi trattori ad altissima vocazione specialistica.

Il tutto a riprova dell’attenzione prestata dal costruttore di Rovigo alle varie fasi di lavorazione e tipologie di impianti per garantire macchine davvero in sintonia con le specifiche esigenze operative all’interno di vigne e frutteti, in termini di larghezze di lavoro tra i filari come pure di altezza del trattore per le lavorazioni sotto pergola o chioma.

 

UNA RICCA VARIETÀ DI CONFIGURAZIONI E SPECIFICHE

Agricube FB 105

 

Una gamma che risulta particolarmente eclettica fin dalla attuale ricca disponibilità di configurazioni (ben 99) e di specifiche. Sei le versioni principali – Frutteto, Frutteto Largo, Frutteto Basso, Vigneto, Vigneto Largo e Vigneto Largo Basso – con motorizzazioni comprese tra i 75 e i 105 cavalli e larghezze che vanno da un minimo fuori tutto di un metro sulla versione Vigneto fino a 2,40 metri sul Frutteto Largo indicato per colture collinari, fienagione o altre applicazioni.

Versioni declinate per giunta in una ampia serie di varianti che contempla diverse lunghezze degli assali a quattro ruote motrici, allestimento con cabina o con piattaforma con telaio anteriore abbattibile, differenti trasmissioni e, come detto, sempre più ricco assortimento di optional che spazia dai distributori elettroidraulici all’innesto automatico della frizione delle quattro ruote motrici, il quale, abbinato al sensore angolare di sterzata, consente svolte di fine filare sempre più strette.

 

COLLOCAZIONE ALTERNATIVA PER IL DISPOSITIVO DPF

Equipaggiata con assali e trasmissioni progettate e  realizzate dalla casa madre Carraro, e dotata di un’idraulica dalle prestazioni di alto livello – basata su due pompe con portata massima di 97 litri al minuto o, in opzione, su una tripla pompa che eleva la portata fino a 127 litri al minuto – l’ultima generazione degli Agricube è mossa da motori FPT F34 a quattro cilindri e otto valvole, da 3.400 centimetri cubi di cilindrata, con turbocompressore, intercooler ed iniezione common-rail a gestione elettronica.

Motori conformi allo Stage IIIB/Tier 4 interim mediante un sistema di trattamento – che vede la compresenza di ricircolo dei gas di scarico raffreddati (Egr), filtro catalizzatore (Doc) e filtro antiparticolato (Dpf) – in grado di esaltare brillantezza e performance del motore, posizionato fuori cofano (nella foto sopra) e dal design completamente integrato nel veicolo, così da mantenere inalterate le caratteristiche di compattezza ed elevato comfort operativo che hanno decretato il successo di mercato della gamma Agricube, privilegiando in modo particolare la visibilità dal posto di guida, sia nelle versioni cabinate sia in quelle roll bar.

Da segnalare inoltre che, a partire da quest’anno, per la gamma Agricube è stato omologato l’impianto freni ad aria (di fornitura e montaggio Patergnani): una soluzione provvista di compressore elettrico che ne aumenta il rendimento, attivandone il funzionamento solo quando richiesto, riducendo al contempo i consumi.

 

VIGNETO, IL PIÙ STRETTO DELL’INTERA GAMMA

Agricube V 105

 

All’opera dunque nelle vigne del Vino Nobile di Montepulciano durante Enovitis 2019, equipaggiati con attrezzature specialistiche all’avanguardia del settore, alcuni modelli clou della ormai consolidata serie Agricube IIIB di Carraro Tractors, a partire dal Vigneto 95, il più stretto dell’intera gamma e particolarmente adatto ai vigneti collinari. Presentato in allestimento con cabina e pneumatici da 24 pollici, il trattore è dotato di trasmissione firmata Carraro in versione a quattro rapporti sincronizzati e tre gamme per un totale di 24 marce avanti e 12 retro con hi-lo e inversore elettroidraulici.

Full optional l’impianto idraulico, con distributori elettroidraulici, wet clutch, sensore angolare e funzione Deport, che consente sia lo spostamento laterale dell’attrezzo per via idraulica attraverso interruttori della consolle sia il livellamento di uno dei due bracci del sollevatore tramite pistone idraulico.

 

VIGNETO LARGO PER GLI IMPIANTI A SPALLIERA AD ALTA DENSITÀ

Agricube VLB 105 con cabina “Pergola”

 

Occhi puntati a Montepulciano anche sul Vigneto Largo 95 in versione cabinata, destinato in particolare all’impiego nei frutteti e nei vigneti a spalliera ad alta densità. Un trattore contraddistinto, oltre che dalla potenza, da una larghezza fuori tutto inferiore a 1.400 millimetri e dalla confortevole cabina riscaldata/condizionata, in grado di offrire ottima visibilità ed ergonomia interna. Il tutto coniugato all’ingombro contenuto della sua struttura (la larghezza abitacolo è pari a 1.010 millimetri), idonea a permetterne il passaggio entro i filari senza danno per la vegetazione.

Il modello presente ad Enovitis, oltre alla trasmissione 24+12 power reverse, annovera quattro distributori SE/DE, tre pompe idrauliche, wet clutch, sensore angolare e Deport.

Altro protagonista della partecipazione del brand dei “Tre Cavallini” ad Enovitis in Campo, poi, il suo trattore speciale da filari a profilo ribassato, vale a dire il potente, e compatto modello Vigneto Largo Basso 105, dedicato alle lavorazioni sotto tendone o in pergola agevolate dalle performance di questo trattore a quattro ruote motrici.

Si tratta di un modello che si caratterizza per l’assale anteriore a marchio Carraro largo 1.155 millimetri, potendo così vantare un fuori tutto minimo di 1.350 millimetri (sia con le ruote da 20 pollici sia con quelle da 24 pollici) e che a Montepulciano si presenta nell’allestimento con cabina “Pergola”, studiata per migliorare il comfort dell’operatore: condizionata e riscaldata di serie, questa cabina garantisce infatti un’ampia visibilità grazie al vetro anteriore a doppia bombatura accoppiato ai montanti curvati, in favore di un facile e privo di danni passaggio tra la vegetazione.

 

FRUTTETO, NEL SEGNO DELLA MASSIMA VERSATILITÀ

Agricube F 95

 

In grande evidenza all’interno della formazione specializzata approntata dal costruttore di Rovigo per Enovitis in Campo, presentato con livrea in vivido rosso Carraro, il modello Frutteto 105 con cabina da 1.200 millimetri, allestito con pneumatici da 28 pollici e dotato di trasmissione meccanica a quattro rapporti sincronizzati per le marce e tre gamme (lento-medio-veloce) per un totale di 24 marce in avanti e 24 in retro con hi-lo meccanico e inversore meccanico.

Un tradizionale trattore da frutteto altamente versatile che, in virtù della propria compattezza e stabilità, ben si presta ad essere utilizzato anche per lavori aziendali, di movimentazione e di trasporto.

 

I NUOVI COMPACT, PER COLMARE UN VUOTO

Carraro Compact V

 

Impegnati per la prima volta nelle prove dinamiche tra i filari dell’edizione 2019 di Enovitis in Campo, invece, gli esemplari della nuova gamma speciale Compact, progettata e realizzata, con assali e trasmissioni Carraro naturalmente, presso lo stabilimento Carraro Agritalia di Rovigo, e partner ideale di una agricoltura sempre più specializzata.

Contrassegnata da marcata capacità di sterzata e da dimensioni estremamente compatte – ma la dotazione di cui i trattori che la formano possono disporre risulta decisamente all’altezza di quella dei modelli di classe superiore – l’agile e versatile nuova serie di Carraro Tractors vanta motorizzazioni Deutz TCD a tre cilindri da 2,2 litri, emissionate già in Stage V, che erogano potenze comprese tra i 61 e i 75 cavalli.

Due i modelli, entrambi di particolare interesse, della nuova gamma. Il primo, il Compact V, con la sua larghezza minima di un metro, è stato concepito per un impiego ottimale negli impianti coltivati con vitigni di altissima qualità a filari molto stretti.

A caratterizzare questo nuovo modello, dunque, è soprattutto la sua notevole capacità di svolta nelle manovre a fine filare, paragonabile a quanto è possibile con i trattori isodiametrici, ma con il vantaggio di una più elevata trazione e di una maggiore stabilità con carichi trainati. La generosa idraulica rende inoltre il Compact V particolarmente adatto alle coltivazioni a forte meccanizzazione, contribuendo ad esaltare le prestazioni e le prerogative professionali di questo trattore.

Carraro Compact VLB

 

Il secondo modello, in azione ad Enovitis in Campo 2019, è il Compact VLB, progettato per operare in impianti a tendone, pergola e semipergola grazie al suo baricentro particolarmente basso. Un requisito che consente al trattore di annoverare sia un posto di guida ribassato sia un cofano posizionato ad un livello inferiore rispetto alle altezze medie del settore.

Carraro Compact VLB

E il passo corto, abbinato ad un attento studio degli ingombri di sterzata, conferisce anche a questo modello estrema maneggevolezza e precisione nelle operazioni di svolta a fine filare.

Da evidenziare, poi, la possibilità di modulare l’altezza dei parafanghi in funzione della misura delle ruote (da 20 o da 24 pollici).

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

Macchine Trattori , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.