MENU

Claas: la nuova generazione degli specializzati Nexos

By at giugno 14, 2018 | 08:34 | Print

Claas: la nuova generazione degli specializzati Nexos

SPECIALE MECCANIZZAZIONE PER IL VIGNETO

 

Sempre più attenta al segmento dei trattori speciali, che le sta regalando negli ultimi anni non poche soddisfazioni in termini di crescita delle proprie quote di mercato, Claas porta alla ribalta dell’edizione 2018 di Enovitis in campo la nuova generazione dei suoi compatti Nexos, derivata dalla proficua collaborazione instaurata con Carraro Divisione Agritalia e pertanto realizzata nel modernissimo stabilimento di Rovigo del gruppo veneto.

 

UNA GAMMA ANCORA PIÙ SPECIALIZZATA

Una gamma super-specializzata, pensata per assecondare ogni esigenza della moderna attività vitivinicola e frutticola, che, inglobando tutte le competenze che formano il grande know-how vantato dal marchio tedesco in ambito di meccanizzazione agricola, ha profondamente rinnovato l’offerta di Claas per il vigneto e il frutteto, proponendosi con credenziali davvero ottime: motori più potenti, dimensioni sempre più ridotte ed una ancora maggiore manovrabilità, oltre a nuove soluzioni e allestimenti mirati ad incrementare livello di versatilità e di comfort, abbinati ad un rinnovato design, piacevole e al tempo stesso funzionale.

 

CINQUE MODELLI DA 75 A 112 CAVALLI

Nexos 250 VL.

 

E la grande flessibilità di impiego – dall’utilizzo tra i filari fino alla manutenzione comunale – della rigenerata serie di questi eclettici trattori a carreggiata stretta si evidenzia già nelle loro numerose varianti di modelli diversi, saliti oggi a cinque, per potenze massime che vanno dai 75 cavalli del Nexos 210 ai 103 cavalli dell’inedito modello 250, sul quale però la taratura raggiunge i 112 cavalli grazie al surplus di potenza erogato dal Claas Power Management per lavori alla presa di forza o a velocità di avanzamento che partono da 13 chilometri orari.

 

TRE ALLESTIMENTI, CON LARGHEZZA MINIMA A PARTIRE DA UN METRO

Nexos 230 F.

 

Modelli disponibili in tre allestimenti: VE – progettato per muoversi agilmente tra i filari stretti grazie ad una larghezza minima di un metro – VL – per filari larghi con 1,26 metri di larghezza minima – e F, versione dedicata al frutteto classico, ma anche ai lavori di movimentazione e manutenzione aziendali, con larghezza minima pari a 1,45 metri.

Ben 14 in totale (il top di gamma è disponibile solo in variante VL e F), insomma, gli esemplari annoverati dalla nuova famiglia Nexos, in grado di fornire la giusta risposta operativa in ogni contesto, dai ridotti interfilari dei vigneti pregiati ai frutteti pianeggianti.

 

IN VERSIONE PIATTAFORMATA E CON CABINA

Nexos 210 F.

 

Sempre in vista della massima versatilità, inoltre, la serie viene offerta in versione piattaformata con arcone di protezione ripiegabile o con cabina, con possibilità di scelta fra i più svariati equipaggiamenti, con varie opzioni idrauliche e con ampio assortimento di trasmissioni e di pneumatici.

A questa prerogativa, poi, viene associata una notevole capacità operativa, dal momento che, forti del loro passo ottimizzato, della distribuzione dei pesi e della forza di sollevamento, gli specialisti di Claas sono in grado di trainare e sollevare anche attrezzi molto pesanti.

 

MOTORI FPT DA 3,4 LITRI CON NUOVO SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO

Ad equipaggiare i Nexos sono gli efficienti e compatti propulsori Fpt Industrial a quattro cilindri da 3,4 litri di cilindrata, con turbocompressore, intercooler ed iniezione elettronica Common-Rail ad alta pressione (1.600 bar), in grado di sviluppare una coppia massima compresa tra i 309 Newtonmetri del Nexos 210 ai 440 Newtonmetri del modello 250.

Dotati di nuovo sistema di raffreddamento con radiatori pressurizzati, questi propulsori sono oggi provvisti di serie anche di una memoria dei giri del motore (una seconda è disponibile in opzione), che possono essere adattati premendo semplicemente un pulsante, e si rivelano capaci, sul fronte manutenzione, di assicurare più lunghi intervalli per la sostituzione dell’olio motore (600 ore anziché le precedenti 500).

 

CONFORMI ALLO STAGE IIIB, CON DOC E DPF

Ma, soprattutto, risultano conformi ai parametri Stage IIIB/Tier 4 interim in materia di emissioni grazie al ricorso ai più moderni sistemi quali ricircolo esterno e raffreddato dei gas di scarico, catalizzatore Doc e filtro antiparticolato, che i progettisti Claas hanno scelto di alloggiare nel vano motore.

Un lavoro oculato, che non ha pregiudicato la nuova conformazione “a vita di vespa” – mutuata dai trattori di grandi dimensioni della casa tedesca – dei cofani, determinante ai fini della spiccata agilità e maneggevolezza tra i filari che costituisce uno dei plus di questi rinnovati specialisti.

Cofani con profilo ridotto di 88 millimetri, così da determinare raggi di volta decisamente contenuti (3,37 metri per la versione VE e 3,50 metri per i Nexos VL e F).

 

CINQUE VARIANTI DI TRASMISSIONE

I propulsori operano in abbinamento con ben cinque tipi di trasmissione, alcuni di notevole interesse, in particolare per trattori speciali.

Accanto ai quattro già presenti sulla precedente generazione di Nexos – 12av+12rm con inversore meccanico, 24av+24rm con inversore e doppiatore meccanici, 24av+24rm con inversore meccanico e doppiatore sotto carico Twinshift, 24av+12rm con inversore idraulico Revershift e doppiatore Twinshift – la novità è rappresentata dalla trasmissione meccanica con 24 marce in entrambe le direzioni combinata con inversore elettroidraulico Revershift e sdoppiatore meccanico.

 

AUTOMATISMO DOPPIA TRAZIONE

Da segnalare anche la trazione integrale – disponibile, a richiesta, con nuovo sensore di sterzatura governato da una centralina dedicata e attivabile, al pari del bloccaggio del differenziale, con la semplice pressione di un pulsante – che permette di gestire in automatico le quattro ruote motrici e che, per garantire una maggiore sicurezza su strada, viene inserita automaticamente in fase di frenata.

Pneumatici maggiorati di 55 millimetri, poi, consentono una più ampia superficie di appoggio a terra in favore di superiori prestazioni.

 

GRANDE CAPACITÀ DI SOLLEVAMENTO

Di indubbia caratura la dotazione idraulica, che rende i rinnovati Nexos ideali anche per combinazioni di attrezzi con grandi esigenze: il generoso impianto idraulico, con portata standard di 60 litri al minuto per sollevatore e distributori, prevede infatti a richiesta anche la versione caratterizzata da circuiti separati per distributori e sollevatore, con 27 litri di olio al minuto destinati ad alimentare esclusivamente il sollevatore posteriore – gestibile meccanicamente oppure, a richiesta, con comando elettro-idraulico Tce 6 e capace di sollevare fino a 3,1 tonnellate – e 60 al servizio dei quattro distributori meccanici, di cui uno con regolazione del flusso.

Per un comfort superiore, inoltre, si può optare per l’allestimento con quattro distributori elettronici comandati tramite joystick Electropilot e due interruttori basculanti posizionati sulla consolle.

 

PIÙ POSSIBILITÀ DI ACCOPPIAMENTO

Molto interessanti, poi, si rivelano le nuove puntuali soluzioni offerte dagli attacchi posteriori e frontali in vista di una maggiore flessibilità: vedi, tra l’altro, in aggiunta agli innesti dei distributori posizionati centralmente sul trattore, le ulteriori connessioni idrauliche disponibili, su tutti i modelli, direttamente sul sollevatore frontale, per una migliore gestione delle attrezzature e un ritorno libero.

 

DIVERSE OPZIONI PER LA PRESA DI FORZA

Grande versatilità anche a livello della presa di forza: quella posteriore è a tre regimi di velocità di lavoro, 540, 540/540Eco e 540/1000 (per impieghi speciali è disponibile anche una presa di forza proporzionale) e va notato che, in alternativa alla Pto anteriore classica da 1000 giri al minuto, per i nuovi specializzati di Claas è prevista una inedita Pto anteriore 540 Eco che mette a disposizione tutto il regime già a 1.650 giri motore al minuto.

 

SPAZIO PER UN MAGGIORE COMFORT IN CABINA

Il processo di rinnovamento ha investito anche la panoramica cabina a sei montanti dei nuovi Nexos, ancora più confortevole rispetto a quella, già ampia, montata sugli speciali di Claas in precedente versione: l’abitacolo, per effetto della riduzione volumetrica del tunnel della trasmissione, ha infatti guadagnato ulteriore spazio per l’operatore.

 

MIGLIORATA L’ERGONOMIA DEI COMANDI

Nuova anche la disposizione ancor più ergonomica e chiara degli elementi di comando sul lato destro che, unitamente al display digitale a colori collocato sul cruscotto, consente una guida particolarmente facile e intuitiva dei Nexos (oggi, inoltre, grazie ad un passaggio cavi verso il ponte anteriore fornito di serie, è possibile gestire gli attacchi frontali direttamente dalla cabina).

 

COLONNA DELLO STERZO REGOLABILE

Da citare, infine, la colonna dello sterzo regolabile e, a richiesta, l’efficiente impianto di aria condizionata (con nuovo filtro al carbone attivo per la protezione dell’operatore durante i trattamenti fitosanitari) e il sedile con sospensione pneumatica.

 

© Stefania Capponi

 

Macchine Trattori , , ,

Related Posts

Comments are closed.